Prima che il tuo bambino raggiunga un anno di età, è necessario sterilizzare tutte le bottiglie, gli strumenti per l’allattamento al seno e i prodotti per la pulizia dei denti, prima di ogni utilizzo, in modo da poter uccidere i batteri ed evitare così disturbi gastrici. Tutto questo ti sembrerà scoraggiante e una perdita di tempo, ma per fortuna, la maggior parte degli sterilizzatori presenti in commercio, sono veloci ed efficaci, ed impiegano circa cinque minuti per svolgere un lavoro completo.

Esistono diverse tipologie di sterilizzatori in commercio, quelli più utilizzati sono quelli a vapore. Ci sono anche quelli elettrici e quelli che funzionano nel microonde, che riscaldano una piccola quantità di acqua per pulire i prodotti con il vapore. Un’altra tipologia ancora, sono gli sterilizzatori ad acqua fredda, che utilizzano un fluido antibatterico, assieme all’acqua fredda per pulire i prodotti.

Per ogni tipologia di sterilizzatore, ci sono vantaggi e svantaggi. Lo sterilizzatore elettrico a vapore, deve essere pulito circa una volta al mese, per rimuovere il calcare dal suo interno. Questo si può fare utilizzando acqua e aceto bianco ed accendendo lo sterilizzatore per un ciclo di sterilizzazione. Al termine, bisogna pulisce e sciacquare il contenitore. Gli sterilizzatori a microonde e acqua fredda, invece, solitamente si lavano in lavastoviglie o sotto l’acqua dopo l’uso.

Molti genitori, preferiscono evitare di utilizzare prodotti chimici e preferiscono il vapore. Vale la pena ricordare comunque, che uno sterilizzatore biberon ad acqua fredda, può essere utile se si viaggia. Tutti gli sterilizzatori che abbiamo testato sono BPA free (una sostanza chimica industriale denominata bisfenolo, che può penetrare negli alimenti e nelle bevande), il che sta diventando la norma tra i produttori più coscienziosi.

Abbiamo recensito una serie di prodotti, che possono andar bene per una serie di situazioni, inclusi piccoli modelli portatili per il viaggio o sistemi elettrici più grandi, con la possibilità di sterilizzare più oggetti.

Anche se alcuni sterilizzatori funzionano solo con una marca specifica di prodotti, la maggior parte di quelli che abbiamo testato, sono universali. Tuttavia, le dimensioni delle bottiglie possono essere tante e varie, per cui, prima di procedere all’acquisto, verifica se all’arrivo del prodotto a casa, potrai sterilizzare le tue bottiglie.

Tipologie di sterilizzatori per bottiglie

Tutti coloro che hanno utilizzato una bottiglia sanno quanto sia importante una corretta sterilizzazione. E se hai o stai ancora utilizzando bottiglie per il tuo bambino, sai quanto tempo e fatica sia necessaria per assicurare sempre al tuo piccolo una bottiglia igienica e sterilizzata. Ho perso il conto di quante volte ho lasciato che si accumulassero bottiglie non sterilizzate, per questo avevo bisogno di averne tante. Trovare il miglior sterilizzatore per le tue esigenze, renderà tutto più semplice.

Se ami viaggiare col tuo piccolino, la sterilizzazione è ancora più difficoltosa; inoltre, non sempre è possibile portarsi dietro apparecchi per i bambini. In questa guida, scopriremo quali sono i possibili sterilizzatori presenti in commercio tra cui scegliere e come scegliere in base alle tue esigenze.

Esistono diversi tipi di sterilizzatori per bottiglie, ma quelli più comuni e popolari, sono senza ombra di dubbio, quelli a vapore. Ce ne sono principalmente due tipologie: quelli elettrici e quelli per il microonde. Quelli per il microonde, non sono altro che dei contenitori che possono essere messi al microonde, progettati per la “cottura a vapore”. Quelli elettrici, sono alimentati dalla corrente di casa. Sono generalmente più grandi e possono sterilizzare tutte le parti di una bottiglia in un colpo solo (sono anche i preferiti dai genitori.

Un’altra tipologia, sono gli sterilizzatori UV alimentati a batteria. Questi apparecchi, utilizzano la luce ultravioletta per uccidere i germi. Utilizzano piccoli bulbi di luce UV, molto potenti. Sono generalmente compatti, ma possono sterilizzare una sola bottiglia per volta (o a volte un solo ciuccio). Ciò li rende ideali per i viaggi, ma anche molto comodi, perché sono spesso leggeri e compatti.

Sterilizzatore elettrico

Uno sterilizzatore a vapore elettrico utilizza il vapore (caldo) per uccidere germi e batteri dalle bottiglie. In questa gamma di prodotti, sono presenti diverse opzioni, quindi è facile trovare lo sterilizzatore neonato che meglio si adatta al tuo budget. Ci sono sterilizzatori che sono fatti non solo per le bottiglie, ma possono anche asciugare e deodorare i prodotti! Spesso, tutto ciò che bisogna fare è mettere i prodotti al suo interno, premere un pulsante e tornare più tardi.

Molti sterilizzatori elettrici, sono in grado di contenere e pulire più di una bottiglia per volta. Questo è un qualcosa da prendere in considerazione se usi un sacco di bottiglie. Sono disponibili in diverse forme e dimensioni, per cui sarà facile trovarne uno che meglio si adatta alle tue esigenze.

Vantaggi

  • Gli sterilizzatori elettrici sono facili da usare
  • La sterilizzazione è veloce, solitamente ci vogliono meno di 10 minuti
  • Alcuni sterilizzatori elettrici possono anche asciugare e deodorare le bottiglie

Svantaggi

  • Uno sterilizzatore elettrico occupa più spazio
  • Sono più costosi

Sterilizzatore microonde

Proprio come gli sterilizzatori elettrici, quelli per microonde utilizzano vapore ad alta temperatura per uccidere germi e batteri. Per utilizzarli, basta inserire dentro il contenitore le bottiglie, aggiungere acqua e inserirli nel microonde, per il tempo richiesto.

Sfortunatamente, questi modelli non possono ne asciugare e nemmeno deodorare, ma ci sono altri vantaggi che possono offrire gli sterilizzatori per microonde.

Costano poco e possono essere nascosti più facilmente quando non vengono utilizzati. Inoltre, sono semplici e comodi da utilizzare. Gli sterilizzatori per microonde possono essere un’ottima alternativa a quelli elettrici, se il tuo piano di lavoro è già troppo affollato di elettrodomestici.

Vantaggi

  • Sono i modelli meno costosi disponibili in commercio
  • Sono molto veloci, di solito sterilizzano in meno di 5 minuti

Svantaggi

  • Le bottiglie devono essere asciugate, ma si asciugano anche da sole se lasciate all’aria

Sterilizzatore UV

Uno degli sterilizzatori più moderni e a mia opinione, presto anche tra i più popolari, sono quelli UV. Sono eccellenti soprattutto per chi viaggia. A differenza delle altre due opzioni qui sopra descritte, questi sterilizzatori utilizzano la luce ultravioletta, non il vapore, per uccidere germi e batteri.

È di gran lunga il miglior sterilizzatore per il viaggio, perché piccoli, leggeri e non hanno bisogno di un’alimentazione esterna per funzionare. Siccome sono molto piccoli, spesso alcuni modelli richiedono di smontare la bottiglia per iniziare la sterilizzazione, a volte, anche solo per sterilizzare il ciuccio.

Tuttavia, sono la migliore opzione per viaggiare. Siccome non necessitano di un’alimentazione di rete (o di un forno a microonde), sono ottimi per chi viaggia, ma anche solo per chi esce fuori casa. Sono l’ideale per chi ama le attività all’aperto.

Vantaggi

  • Sono leggeri, piccoli e compatti, perfetti per viaggiare
  • Il prezzo è ragionevole, spesso costano meno di quelli elettrici

Svantaggi

  • Alcuni sterilizzano solo il ciuccio o bisogna smontare la bottiglia per sterilizzare
  • Non sono molto veloci nel processo

È necessario utilizzare lo sterilizzatore?

Ovviamente no. Molti genitori al giorno d’oggi, lavano ancora bottiglie e ciucci in modo “tradizionale”, in un recipiente con del sapone. Anche se nella maggior parte dei casi non c’è niente di male nel fare questo, ci sono alcuni motivi per cui gli sterilizzatori vengono visti come apparecchi molto vantaggiosi.

Innanzitutto, per lavare le bottiglie con acqua e sapone, è necessario acquistare un detergente speciale, che sia allo stesso tempo efficace nell’uccidere germi e batteri, ma non pericoloso per il bambino (cosa pensavi, di utilizzare il sapone per i piatti?). Anche così facendo, dovrai utilizzare molta acqua per sciacquare la bottiglia e molta, ne verrà sprecata. Il vantaggio di uno sterilizzatore, è che utilizzano poca acqua. Inoltre, non devi nemmeno preoccuparti di aver lasciato sulle bottiglie o sui ciucci, qualche traccia di sapone.

Altro aspetto da prendere in considerazione, è la quantità di bottiglie che dovranno essere lavate. Per la maggior parte dei genitori, questo significa lavare più di due o tre bottiglie. Ci può volere molto tempo per questa operazione se svolta a mano, piuttosto che mettere tutto nello sterilizzatore e attendere che lui faccia tutto il lavoro al posto tuo!

Come scegliere lo sterilizzatore

Uno sterilizzatore, così come qualsiasi altro elettrodomestico, va scelto in base alle proprie esigenze. Come visto in precedenza, possiamo scegliere principalmente tra tre grandi tipologie di apparecchi. Quelli elettrici, sono ideali per chi in casa ha molto spazio e deve sterilizzare più prodotti per il neonato, in una volta sola, non avendo il tempo di farlo manualmente.

Poi ci sono quelli per il microonde. Sono sicuramente meno comodi di quelli elettrici, ma possono anche essere lasciati nel fornetto quando non sono in uso. Se in casa non hai molto spazio e sul piano di lavoro hai già decine di elettrodomestici, microonde compreso, allora questa potrebbe essere l’opzione migliore.

Questi due, non escludono a priori l’acquisto di uno sterilizzatore UV. Essendo il più compatto e leggero dei tre, e non richiedendo una fonte di alimentazione esterna per funzionare, è l’ideale per viaggi o uscite fuori casa. Se adori passeggiare col tuo bambino e nel bel mezzo della strada gli cade il ciuccio e inizia a piangere, uno sterilizzatore UV ti donerà un ciuccio pronto, in pochi minuti.

Indipendentemente da quella che sarà la tua scelta, dai un’occhiata a tutti i modelli che abbiamo testato per te, che sono stati selezionati secondo i gusti più comuni dei consumatori.

 

1. Nuvita NU-ALST0001 1085 Recensione

Oggi è possibile liberarsi di germi e batteri dagli accessori per l’allattamento in pochi minuti e semplicemente acquistando uno sterilizzatore per il microonde. Ti stai chiedendo quanto sia efficace? Se è il modello giusto per le tue esigenze? Se si adatta al tuo microonde? Ma soprattutto, se dal punto di vista economico conviene? Scopriamolo nella nostra recensione. Il Nuvita NU-ALST0001 1085 è uno sterilizzatore poco ingombrante, compatto e leggero, facile e comodo da utilizzare anche in viaggio, in quanto si adatta perfettamente a qualsiasi tipologia di microonde, anche quelli più piccoli.

sterilizzatore

Quanto impiega a sterilizzare

I tempi di sterilizzazione, dipendono dalla potenza del forno a microonde. Solitamente, la potenza di un microonde varia tra gli 800 e i 2000 watt. Più è potente il microonde e meno tempo ci vorrà per sterilizzare. Solitamente, ci vogliono circa 5 minuti. Siccome sterilizzerai la bottiglia per dare il latte al bambini, puoi star certa che al termine della preparazione del latte, avrai una bottiglia perfettamente sterilizzata e pronta per l’uso. Inoltre, questo prodotto è dotato anche di una buona capacità, in quanto può contenere agevolmente, fino a 3 biberon.

Facile da utilizzare

Lo sterilizzatore Nuvita NU-ALST0001 1085 dispone di manici laterali e una chiusura a clip, che lo rendono pratico e facile da usare. Il procedimento di igienizzazione, garantisce l’uccisione efficace di germi e batteri, ed una profonda pulizia degli accessori per l’allattamento. Siccome si tratta di un prodotto BPA free, non rilascia alcuna sostanza chimica e non lascia spiacevoli odori nelle bottiglie. Inoltre, se il contenitore non viene aperto subito per l’uso immediato delle bottiglie, possono restare al suo interno, perfettamente sterilizzate, per un massimo di 24 ore.

Vantaggi

  • Sterilizza 3 biberon per volta
  • Sterilizzazione efficace
  • Prezzo molto vantaggioso

Svantaggi

  • Poco adatto per forni grandi

 

2. Chicco 00065846500000 Recensione

Acquistando questo nuovo sterilizzatore ciuccio e biberon della Chicco, ogni genitore può godere dell’efficacia e della sicurezza di una sterilizzazione rapida e funzionale, attraverso l’uso del forno a microonde. Per sterilizzare al meglio i prodotti per l’allattamento del bambino, è necessario scegliere un apparecchio facile da utilizzare e pratico, compatibile con le dimensioni del vostro forno a microonde e che non costi nemmeno un occhio della testa, senza per questo rinunciare ad un prodotto sicuro e di buona qualità. Grazie alle sue dimensioni compatte, questo sterilizzatore per microonde della Chicco, si adatta perfettamente con qualsiasi tipo di forno.

sterilizzatore biberon

La capacità dello sterilizzatore

Questo sterilizzatore, è praticamente un contenitore facile da pulire e con una buona capienza. Infatti, può sterilizzare fino a un massimo di 5 biberon di diverse forme e dimensioni. È chiaramente perfetto se in casa avete dei biberon della Chicco, tuttavia, se avete bottiglie di un’altra marco, non vi dovete preoccupare, svolgerà comunque un ottimo lavoro. Questo sterilizzatore, garantisce l’uccisione del 99,9% di germi e batteri, e non sarà mai necessario utilizzare prodotti contenente sostanze chimiche per la pulizia dei prodotti di alimentazione del neonato.

Funzionalità extra

Nella confezione, oltre allo sterilizzatore, si trovano anche un paio di pinze, che aiutano a prendere le parti sterilizzate ed assemblarle con facilità. Utilizzando le pinze, si evita anche il rischio di scottarsi. Inoltre, mantenendo il coperchio chiuso dopo la sterilizzazione, i prodotti al suo interno resteranno sterili e pronti all’uso per 24 ore. Grazie alle sue dimensioni compatte, è lo sterilizzatore migliore per chi dispone di poco spazio in cucina. L’unico neo, volendo cercare proprio il classico pelo nell’uovo, è la mancanza di manici laterali, che ne favorirebbero la presa quando lo si inserisce ed estrae dal microonde.

Vantaggi

  • Facile da usare
  • Contiene fino a 5 biberon
  • Ottima qualità dei materiali

Svantaggi

  • Mancano dei manici

 

3. Philips Avent SCF281/02 Recensione

Utilizzare uno sterilizzatore per il microonde è necessario per sterilizzare tutti i prodotti per l’allattamento dei neonati. Si tratta di uno strumento praticamente indispensabile per qualsiasi neo genitore, in grado di soppiantare per sempre la sterilizzazione a bagno maria, che porta via tempo e gas. In questa recensione, ci siamo occupati dello sterilizzatore Philips Avent SCF281/02. Se desideri conoscere subito dello sterilizzatore prezzi e offerte, non esitare a cliccare sui link che trovi su questa pagina, ma se vuoi scoprirne di più, non ti resta che continuare a leggere!

sterilizzatore microonde

Avent: un marchio, una garanzia

L’Avent è lo storico marchio della Philips, che realizza moltissimi prodotti per bambini e neonati. Questo sterilizzatore, in particolare, è stato progettato per poter essere utilizzato in qualsiasi microonde. Sfruttando la potenza di quest’ultimo e la forza del vapore, è in grado di sterilizzare tutti i prodotti per l’alimentazione del bambino inseriti al suo interno, uccidendo fino al 99,9% di germi e batteri. Si tratta di un prodotto dalla forma intelligente, capace di adattarsi anche nei microonde più piccoli, inoltre, la sua forma lo rende estremamente leggero e compatto, nonostante la buonissima capacità.

Caratteristiche dello sterilizzatore

Questo Philips Avent SCF281/02 si caratterizza soprattutto per un’ampia capacità, dato che è possibile inserire al suo interno, fino a 4 bottiglie contemporaneamente. La rapidità di sterilizzazione, dipende anche dalla potenza del microonde, ma con un forno di ultima generazione, il processo dura appena 2 minuti e mantenendo chiuso il suo coperchio dopo l’uso, è possibile tenere i prodotti sterili e pronti all’uso, per 24 ore. In questo sterilizzatore, non possiamo inserire solo biberon e ciucci, ma anche piccole posate, tiralatte e altri prodotti per l’allattamento del neonato, che vanno sterilizzati dopo l’uso. In definitiva, si tratta di uno strumento indispensabile, dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Vantaggi

  • Leggero e maneggevole
  • Design compatto
  • Contiene fino a 4 biberon

Svantaggi

  • Prezzo leggermente più alto

 

4. Philips Avent SCF284/02 Recensione

In questa nostra ennesima recensione, ci occuperemo di uno sterilizzatore elettrico, dal design moderno e le dimensioni ridotte, ovvero il Philips Avent SCF284/02. Questo apparecchio, è stato progettato appositamente per tutti coloro che non hanno molto spazio sul piano da lavoro, ma non vogliono rinunciare alla comodità e alla praticità di uno sterilizzatore elettrico. Nonostante le dimensioni compatte, inoltre, il design regolabile di questo apparecchio, gli consente di contenere fino a 6 biberon della Avent per volta! Desideri conoscere subito dello sterilizzatore prezzi e offerte? Allora clicca sui link che trovi in questa pagina, altrimenti, continua a leggere.

sterilizzatore a vapore

Le caratteristiche tecniche

Questo apparecchio, grazie alla sterilizzazione a vapore e alla sua notevole capienza, è in grado di sterilizzare biberon, tiralatte, ciucci e molti altri accessori per l’allattamento del bambino. Grazie alla sua notevole potenza, è in grado di uccidere il 99% di germi e batteri, senza essere costretti ad utilizzare prodotti chimici, come sapone o detergenti. Questo sterilizzatore, utilizza una piastra riscaldante sul fondo, che può essere rimossa facilmente, per un lavaggio più semplice e veloce. Il ciclo di sterilizzazione, inoltre, dura appena 6 minuti, giusto il tempo di preparare il latte per il vostro bebè.

Come funziona

Al termine del ciclo di sterilizzazione, questo apparecchio si spegne in modo del tutto automatico, per consentire di risparmiare energia elettrica. Tenendo chiuso il suo coperchio ermetico, inoltre, è possibile mantenere sterili e pronti per l’uso i prodotti al suo interno, fino a un massimo di 24 ore. Il prezzo di questo sterilizzatore 3 in 1, è un’altra delle sue caratteristiche più interessanti. Nonostante appartenga ad una fascia di prezzo medio-bassa, è realizzato comunque con ottimi materiali e sfoggia un design semplice, ma moderno.

Vantaggi

  • Ingombra poco
  • Prezzo vantaggioso
  • Sterilizza fino a 6 biberon Avent

Svantaggi

  • Più costoso di un modello a microonde

 

5. Chicco 00007391000000 Recensione

Non vedi l’ora di saperne di più su questo sterilizzatore elettrico della Chicco 3 in 1? Allora sei nel posto giusto. In questa recensione, metteremo in evidenza pro e contro di questo modello e cercheremo di capire assieme, se sia adatto o meno per le tue esigenze. Pronta? Si parte! Partiamo subito col dire, che questo sterilizzatore fa parte della nuova gamma Sterilnatural della chicco, che sembra progettata appositamente per rispondere alle esigenze sempre più elevate dei neo genitori. La prima cosa che salta all’occhio di questo prodotto innovativo, è il suo particolare design.

sterilizzatore ciuccio

Cosa offre

La sua configurazione, è stata appositamente pensata per sfruttare al meglio ogni singolo spazio. Proprio come dice il suo nome, infatti, questo Chicco 3 in 1, si può sfruttare in tre differenti configurazioni. La prima, è detta full size. In pratica, in questa modalità, è possibile inserire al suo interno, fino a 6 bottiglie per il latte, con una capacità massimo di 330 ml per ciascuna. Nella configurazione compact, invece, è possibile inserire 2 bottiglie da 330 ml, ciucci e un tiralatte. Infine, abbiamo la configurazione per il microonde, che ci permette di sfruttarlo col nostro elettrodomestico preferito.

Unico nel suo genere

Si, è proprio così. Si tratta di uno sterilizzatore unico nel suo genere, poiché nessun altro prodotto simile, è in grado di funzionare anche al microonde. Il vantaggio? La facilità di poterlo portare in giro con voi. Inoltre, se il microonde ha una potenza di almeno 1200 watt, la sterilizzazione durerà appena 3 minuti! Se utilizzato in configurazione classica, invece, il processo di sterilizzazione dura 5 minuti. In poche parole, giusto il tempo di scaldare il latte per il vostro bambino. Davvero ottimo dal punto di vista tecnico ed economico.

Vantaggi

  • Facile da usare
  • 3 configurazioni in 1
  • Sia elettrico che a microonde

Svantaggi

  • Dimensioni non proprio compatte