Imiglioriprodotti.com dedica molte ore alla ricerca e ai test per aiutarti a trovare i prodotti migliori da acquistare. Ogni prodotto viene selezionato in maniera indipendente dal nostro team. Se acquisti qualcosa tramite i link dei nostri contenuti, possiamo guadagnare una piccola commissione.

Miglior ripetitore Wi-Fi 2021

In questa guida all’acquisto andremo alla scoperta di uno strumento tecnologico che sta diventando sempre più importante nelle case degli italiani: il ripetitore Wi-Fi. Vedremo cos’è, come funziona e le sue caratteristiche principali. Alla fine di questa guida, saprete sicuramente trovare il miglior ripetitore WiFi per la vostra casa e ufficio.

Conoscere tutti gli elementi importanti quando si vuole acquistare un modello disponibile sul mercato vi aiuterà sicuramente a trovare quello giusto, e soprattutto ad evitare di spendere soldi inutili per un ripetitore che poi potrebbe non soddisfare le vostre esigenze. Nei prossimi paragrafi ci soffermeremo su diversi aspetti fondamentali tra cui le caratteristiche tecniche, la distanza che può raggiungere, i migliori brand sul mercato e i prezzi. Alla fine di questo approfondimento saprete tutto sui ripetitori e non avrete problemi ad acquistarne uno.

“Abbiamo racchiuso questa incredibile tecnologia in un design discreto e dalle dimensioni contenute, così potrete migliorare la vostra rete wireless nel rispetto dell’estetica”: questo il concetto alla base del ripetitore WiFi D Link che stiamo andando a presentare, così come afferma la stessa casa produttrice. Si tratta di un dispositivo Powerline che, quindi, utilizza la rete elettrica per migliorare le connessione ad internet, e allo stesso tempo, ha anche un’opzione per essere utilizzato come Mesh, e quindi creare più punti di accesso in diversi punti.

Parliamo di un modello completo sotto tanti punti di vista. Ha tre porte Ethernet velocissime ed è compatibile con tutti gli standard, tra cui ovviamente l’Ac, quindi la migliore sul mercato. È un modello dual band (con frequenze da 2,4 e 5 GHz). È dotato di due antenne esterne molto duttili, visto che possono anche essere indirizzate come meglio preferite. Ci sono poi tre porte Ethernet per collegarlo direttamente al modem con il cavo Lan, assicurando stabilità e velocità.

Per quanto riguarda l’installazione, poi, è davvero molto semplice e basta utilizzare l’app D-Link dal proprio smartphone e tablet. È una soluzione adatta a tutte le persone, anche quelle meno esperte. Inoltre, dispone anche di un pulsante WPS e quindi la configurazione è davvero veloce.

Pro

  • Velocità elevata
  • 3 Porte Ethernet
  • 802.11a/b/g/n/ac
  • Opzione Sistema Mesh

Contro

  • Alcune perdite di velocità

Specifiche

  • Tipologia: Powerline adapter
  • Velocità (max): 300 mbps
  • Range: Dipende dalla rete elettrica
  • Dispositivi supportati (max): Non specificato
  • Connettività: 3 porte Ethernet Lan
  • Wi-Fi network standard: 802.11a/b/g/n/ac
  • Frequency: Dual Band – 2.4 and 5 GHz
  • Pulsante WPS (installazione automatica):
Controlla il prezzo

 

2. Tenda Nova MW6FFS017X – Miglior mesh

Il ripetitore di Tenda è sicuramente il miglior range extender che utilizza il sistema Mesh, quindi assicura allo stesso tempo qualità e stabilità del segnale. Sembra essere apprezzato anche dal punto di vista estetico, visto che il kit è formato da tre unità di forma quadrata e davvero belle. Possono essere posizionate sul tavolo dello studio o sulla credenza senza creare alcun problema e questo è sicuramente un punto a favore.

La vera forza di questo sistema Mesh è però la possibilità di coprire aree di circa 500 metri ed è davvero incredibile. Ovviamente parliamo di un prodotto top di gamma, con conseguente prezzo elevato. Tenda poi afferma che: “Grazie al sistema Tenda Mesh MW6 non perderete mai la connessione in nessun angolo della vostra casa e sfrutterete al massimo il servizio a banda larga per guardare filmati in streaming in 4K e giocare on line in maniera fluida!”. Gli acquirenti che lo hanno provato, lo hanno definito il miglior ripetitore WiFi fibra, o comunque tra i più efficienti del mercato.

Il sistema di installazione, poi, è molto rapido, semplice e intuitivo grazie all’utilizzo dell’app apposita, quindi anche i meno esperti non avranno problemi.

Ha una doppia banda di frequenza che riesce a lavorare insieme garantendo un’ottima costanza del segnale che, quindi, non subirà interruzioni. Ha sei porte in totale di cui due ad altissima velocità.

Pro

  • Copertura di 500 m
  • Doppia banda
  • 3 unità
  • 6 porte ethernet in totale
  • Compatibile con Win/MacOS/Linus

Contro

  • Gli utenti esperti ritengono che l’opzione Firewall non sia abbastanza potente

Specifiche

  • Tipologia: Sistema Mesh
  • Velocità (max): 867 mbps
  • Range: 500 metri
  • Dispositivi supportati (max): Non specificato
  • Connettività: 6 porte Ethernet Lan
  • Wi-Fi network standard: 802.11a/b/g/n/ac
  • Frequency: Dual Band simultaneo – 2.4 and 5 GHz
  • Pulsante WPS (installazione automatica): Ha un pulsante Reset
Controlla il prezzo

 

Il ripetitore TP Link extender è sicuramente tra i modelli perfetti per l’esterno. Ha un design molto compatto con due antenne esterne che possono essere spostate e rimosse in caso di trasporto. A fare la differenza, però, è il fatto che sia totalmente impermeabile, che sia protetto dai fulmini e resistente alla polvere. Può quindi essere posizionato all’aperto, in giardino e in qualsiasi altro luogo desideriate, garantendo così una linea efficiente sempre.

A proposito di linea internet, questo sistema utilizza Omada Mesh, che secondo l’azienda è perfetto: “La tecnologia Omada Mesh ottimizza automaticamente i percorsi di connessione scegliendo il collegamento migliore tra i diversi access point EAP Mesh”. Questo significa che il ripetitore, che è sicuramente il miglior WiFi extender per l’esterno, vi garantirà sempre una linea veloce e stabile senza interruzioni.

È un modello Dual Band, con le frequenze che possono lavorare all’unisono. Può essere gestito tutto dall’app di TP Link anche se, a dir la verità, molte persone l’hanno trovato un po’ confuso, ma parliamo comunque di un problema minore che però sarebbe meglio risolvere. Ha anche una porta Ethernet per collegare direttamente il cavo Lan.

Pro

  • Uso interno ed esterno
  • Doppia banda
  • Tecnologia mesh
  • Punto di accesso
  • Velocità gigabit
  • 1 porta ethernet

Contro

  • L’interfaccia di installazione è un po’ confusa
  • Svantaggio di sicurezza minore: quando si cambia la password, la rete ha accesso aperto per un paio di minuti
  • Potrebbe non essere eccezionale con la frequenza di 5 GHz

Specifiche

  • Tipologia: Sistema Mesh
  • Velocità (max): 1.2 Gbps
  • Range: 500 metri
  • Dispositivi supportati (max): Non specificato
  • Connettività: 1 porta Ethernet Lan
  • Wi-Fi network standard: 802.11a/b/g/n/ac
  • Frequency: Dual Band simultaneo – 2.4 and 5 GHz
  • Pulsante WPS (installazione automatica): Ha un pulsante Reset
Controlla il prezzo

 

4. Victure WE300 – Migliore soluzione economica

Questo modello prodotto da Victure, risulta essere, secondo molti, il miglior ripetitore WiFi economico che potrete trovare in circolazione. Effettivamente, il costo è davvero basso ed è quindi accessibile a tutti. Ovviamente non ci si possono aspettare prestazioni come i top di gamma ma, se avete una casa non troppo grande con qualche problema di ricezione, allora può sicuramente tornarvi utile. Sappiate che lavora su una sola banda di frequenza, quella a 2,4 GHz e ha una porta Ethernet per collegare il cavo Lan. La velocità che può raggiungere non è altissima, ovvero 200 mbps ma con una linea internet normale non sarà un problema.

Le dimensioni sono abbastanza ridotte e ha due antenne esterne che possono essere regolate nella direzione che preferite e rimosse in caso di trasporto. Dal punto di vista dell’installazione, non ci sono problemi anche perché ha un comodo pulsante WPS che vi permetterà di configurare il modem in un attimo.

Pro

  • Pulsante WPS per una facile installazione
  • 1 porta ethernet
  • 1 porta USB

Contro

  • 300 Mbps max
  • Solo 2,4 GHz

Specifiche

  • Tipologia: Ripetitore tradizionale
  • Velocità (max): 300 Mbps
  • Range: Non indicato
  • Dispositivi supportati (max): Non specificato
  • Connettività: 1 porta Ethernet Lan
  • Wi-Fi network standard: 802.11a/b/g/n/ac
  • Frequency: 2.4 GHz
  • Pulsante WPS (installazione automatica):
Controlla il prezzo

 

5. AVM Fritz! Ripetitore WLAN 1750E: il migliore in termini di velocità

Il ripetitore AVM Fritz! è un sistema molto semplice che però assicura un miglioramento in termini di velocità davvero importante. Punta molto sul design con i suoi colori bianco e rosso e ha le antenne integrate, quindi dal punto di vista estetico è molto compatto. Ha una Dual Band con frequenze 2.4 GHz e 5 GHz. Grazie a questo può arrivare a 1750 mbps e quindi una velocità molto alta che garantisce standard di linea davvero efficienti e permettere sia la riproduzioni di giochi che di video di alta qualità. Ha diversi sistemi di sicurezza WEP, WPA e WPA2.

Ha anche una porta Ethernet per garantirvi la possibilità di utilizzare direttamente il cavo Lan. L’installazione è molto semplice grazie al tasto WPS e per ogni evenienza e è possibile anche usare una comoda app. L’unico difetto da questo punto di vista è che l’interfaccia è in tedesco, ma si possono scaricare le linee guida in italiano, quindi non dovreste avere alcun problema. Il ripetitore WiFi Fritz risulta quindi uno dei migliori sul mercato, se si considera la velocità.

Pro

  • WLAN AC + N
  • Velocità gigabit alta
  • Doppia banda

Contro

  • Per impostazione predefinita, l’interfaccia di installazione è in tedesco, ma è possibile scaricare le linee guida italiane dal sito ufficiale

Specifiche

  • Tipologia: Ripetitore tradizionale
  • Velocità (max): 1750 Mbps
  • Range: Non indicato
  • Dispositivi supportati (max): Non specificato
  • Connettività: 1 porta Ethernet Lan
  • Wi-Fi network standard: 802.11 ac + n
  • Frequency: Dual band 2.4 GHz- 5 GHz
  • Pulsante WPS (installazione automatica):
Controlla il prezzo

 

Guida all’acquisto

In questa guida all’acquisito approfondiremo un argomento che interessa sempre di più, cioè i ripetitori Wi-Fi. Spiegheremo a cosa servono e quali sono gli utilizzi più frequenti, i vari modelli che potrete trovare sul mercato, le caratteristiche necessarie da conoscere per non sbagliare acquisto, i migliori brand in circolazione e tanto altro ancora. In poche parole, una volta arrivati alla fine di questo articolo conoscerete davvero bene l’argomento e, soprattutto, saprete decidere qual è il miglior ripetitore WiFi per la vostra casa. Iniziamo!

Perché avete bisogno di un ripetitore Wi-Fi?

Sempre più persone decidono di acquistare un ripetitore WiFi per la loro casa e migliorare la ricezione della linea internet. I motivi sono vari e nei prossimi paragrafi approfondiremo i più importanti.

In alcune aree della casa non c’è segnale Wi-Fi. Questo è il tipico imprevisto che si presenta in molte case, soprattutto quelle più grandi e con le mura molto spesse, come si realizzavano un tempo. Il segnale, infatti, non riesce a raggiungere tutte le stanze, e questo crea sicuramente un bel problema a chi, invece, utilizza il PC per studio e lavoro e necessita di una connessione internet. In questo caso c’è bisogno di un potenziamento segnale WiFi, in modo che il ripetitore catturi il segnale che arriva dal router-modem e lo rilanci più lontano permettendo di raggiungere anche quei punti in cui prima non arrivava.

Il Wi-Fi è troppo lento in alcune aree della casa. Questo disagio è molto simile a quello precedente, solo che in questo caso il segnale arriva ma è davvero scadente, impedendo una connessione veloce capace di riprodurre video o particolari programmi. Questo capita quando il segnale è già di per sé abbastanza lento e quindi, man mano che ci si allontana dalla fonte, risulta sempre meno potente. In questo caso il ripetitore WiFi per casa è perfetto, perché garantisce che il segnale in arrivo sia molto più forte e quindi veloce.

La vostra casa è grande o volete che il Wi-Fi arrivi all’esterno. I più fortunati che hanno la possibilità di vivere gran parte della giornata in uno spazio all’aperto vorranno naturalmente anche poter utilizzare il PC o lo smartphone seduti comodamente in veranda. Molto spesso, però, questo è impossibile perché il segnale che arriva all’esterno è scadente, e per questo è molto utile utilizzare un ripetitore WiFi esterno nei pressi della presa di corrente più vicina al giardino, così da permettere di amplificare WiFi segnale che possa raggiungere anche l’area verde della casa, e di avere inoltre una potenza sufficiente allo scopo.

Cos’è un ripetitore Wi-Fi?

Ora che conosciamo i tipici problemi che possono essere risolti con un ripetitore WiFi per la casa, passiamo a vedere invece in cosa consiste un WiFi repeater e come funziona. È uno strumento tecnologico, spesso simile ai consueti router, o con forma e dimensioni più compatte, che permette di estendere il segnale del Wi-Fi anche in quegli angoli della casa, o degli uffici, in cui non arriva. Come vedremo anche dopo, il prezzo non è molto eccessivo, ma ci sono alcune caratteristiche da conoscere prima di procedere all’acquisito. Sappiate che può essere conosciuto anche come estensore, amplificatore o WiFi booster. Sotto questo punto di vista, però, non dovete preoccuparvi, perché vi spiegheremo tutto nel dettaglio.

Come funziona un ripetitore Wi-Fi?

Se non sapete un ripetitore WiFi come funziona, ecco la soluzione ai vostri problemi. Un ripetitore, conosciuto anche come espansore WiFi, è uno strumento tecnologico che funziona seguendo tre procedimenti.

1. Riceve il segnale Wi-Fi esistente proveniente da un modem o router presente in casa

2. Consequenzialmente amplifica questo segnale

3. Infine, lo ritrasmette garantendo che possa arrivare molto più lontano rispetto a quanto faceva prima.

Ovviamente tutto avviene in tempi rapidissimi e non incide granché sulla potenza massima del segnale; anzi, in molti casi vi permetterà di ottenere una linea Wi-Fi di altissima qualità anche in punti davvero lontani dalla fonte originale. In questo modo potrete godervi al massimo la vostra connessione in qualsiasi punto della casa, e funziona sia per gli spazi esterni sia per le abitazioni a due o più piani.

Diversi tipi di ripetitori Wi-Fi

Ora passiamo a un altro punto che cercheremo di spiegare nel modo più semplice possibile, così che anche le persone che non hanno una particolare conoscenza di questo settore possano capire i concetti e trovare i miglior WiFi extender. In giro troverete tantissimi modelli di estensore WiFi, e molti di questi utilizzano una tecnologia diversa. Ovviamente ognuno di essi svolgerà comunque il suo compito, ovvero quello di estendere il segnale il più lontano possibile, ma in modi diversi. Nei prossimi paragrafi analizzeremo i principali router extender WiFi in circolazione.

Ripetitore wireless

Parliamo del primo modello arrivato sul mercato, quindi tecnicamente detto di prima generazione. Il ripetitore Wireless cattura il segnale della fonte e lo ritrasmette facendolo arrivare più lontano. Ovviamente, essendo il primo modello nato, la portata non è altissima e quindi potrebbe non arrivare negli angoli più lontani della casa, soprattutto se avete un’abitazione grande.

Non c’è alcuna perdita del segnale, quindi ritrasmette un segnale che ha la stessa forza di quello che ha ricevuto. Potrebbe però esserci qualche piccolo ritardo sulla linea, e inoltre, qualora ci siano più dispositivi collegati, il segnale del trasmettitore WiFi potrebbe perdere d’intensità. Questo significa che non è il miglior modello di amplificatore di segnale WiFi, quando avete bisogno di una linea sempre stabile e potente.

Range extender wireless (adattatore Powerline)

A differenza del modello precedente, un powerline WiFi è più forte. Inoltre, a dispetto di un tradizionale ripetitore, questo sistema è composto da due pezzi. C’è una prima parte che va posizionata in una presa della corrente che si trova nei pressi della fonte primaria del segnale, quindi un modem o un router, e l’altra unità che, invece, deve essere posizionata sempre in una presa tra il modem e il luogo in cui volete ottenere il segnale.

La linea internet, quindi, viene trasmessa attraverso la rete elettrica e, una volta raggiunto il secondo ripetitore, viene poi trasmessa in casa. In questo caso, però, il problema è riuscire a individuare la giusta distanza tra i due strumenti e il posto in cui si vuole utilizzare la rete internet. Bisognerà quindi fare qualche prova e vedere quali sono i risultati. Il rischio è quello di avere una rete poco soddisfacente e dei ritardi nella trasmissione. Inoltre, questo meccanismo crea una rete internet diversa da quella originale, quindi con un altro nome e una password nuova.

Considerate, infine, che se volete utilizzarlo su più piani, è necessario che abbiate una rete elettrica condivisa. Se ad esempio non c’è una specifica rete per ogni piano, il ripetitore WiFi rete elettrica sarà praticamente inutile.

Estensore di rete Wi-Fi (rete Mesh)

I ripetitori WiFi Mesh sono quelli di ultima generazione e, ovviamente, hanno un sistema all’avanguardia che permette di eliminare ogni tipo di problema, e garantire allo stesso tempo un risultato praticamente eccezionale. In pratica il ripetitore non cattura il segnale del Wi-Fi, né utilizza la rete elettrica, ma si allaccia direttamente al router. Questo è ripetitore WiFi potente e può fornire un’ottima ritrasmissione del segnale.

Questo extender si collega direttamente al gateway Internet o al router Wi-Fi tramite un filo (un cavo). Ci sono poi altri ripetitori, chiamati anche “nodi” che potete posizionare in più punti della casa o dell’ufficio. I nodi, in questo caso, non sono più dei semplici ripetitori, ma dei veri e propri punti di accesso, e in pratica non avrete più un solo router, ma ne avrete diversi posizionati dove volete. Tra i vantaggi principali di questo sistema c’è il fatto che la rete Wi-Fi sarà estremamente stabile e potente, anche se ovviamente costa di più.

Cose da considerare prima quando si acquista un ripetitore Wi-Fi

Ora sapete cos’è un ripetitore Wi-Fi, come funziona e per quali problemi può essere utilizzato. In questo paragrafo, andremo a prestare attenzione ad alcune considerazioni da fare per evitare di acquistare un modello che risulterà poco efficiente o addirittura inutile. Assicuratevi, prima di effettuare l’acquisto, che tutto sia nella norma, e poi potrete procedere.

Il vostro router

Il ripetitore si collegherà al vostro router e quindi dovete assicurarvi che utilizzino lo stesso meccanismo. Con questo non vogliamo dire che dovrete acquistarne uno della stessa marca, ma solo che siano compatibili. È giusto però sottolineare che alcuni ripetitori potrebbero avere delle caratteristiche extra quando si collegano a un router dello stesso brand, e quindi funzionare in maniera leggermente migliore.

Detto questo, però, non vi soffermate troppo sulla marca, ma assicuratevi semplicemente che utilizzino la stessa banda e frequenza, così da poter essere connessi l’uno all’altro.

Quale banda userete?

Un router, e di conseguenza anche il ripetitore, utilizzano una banda di frequenza per collegarsi tra loro. Il tuo extender WiFi potente potrebbe utilizzare la banda da 2,4 Ghz, quella da 5 Ghz o entrambe. Ecco le caratteristiche principali di queste due frequenze:

  • 2,4 Ghz: ha una copertura più larga e quindi raggiunge luoghi più lontani, ma trasmette i dati con meno velocità.
  • 5 GHz: a differenza della precedente, ha una copertura più ridotta ed è molto più sensibile agli ostacoli, come i muri di casa, ma garantisce una velocità di trasferimento dei dati sicuramente superiore.

I modelli di ripetitori di ultima generazione che le avranno entrambe si dividono tra Dual Band o Tri Band. Vediamo in breve le loro caratteristiche:

  • Dual Band. Parliamo di ripetitori che hanno entrambe le bande e quindi, all’occorrenza, è possibile utilizzare sia l’una che l’altra.
  • Trial Band: questo sistema ha una banda a 2,4 GHz ed ben due reti a 5GHz, che tra l’altro sono quelle principalmente usate per smartphone e PC portatili. Ovviamente il ripetitore WiFi 5Ghz permette di collegare un numero maggiore di dispositivi, ma è non forse adatto a un utilizzo domestico, visto anche il prezzo più alto.

Standard e protocolli

Un altro importante aspetto da tenere in considerazione è quello riguardo agli standard di rete usati. Per usare parole da profano, possiamo dire che si tratta di una sorta di lingua utilizzata dai modem. Se il router e il modem parlano la stessa lingua, e quindi hanno lo stesso standard, allora si capiranno e il sistema funzionerà. Se invece, al contrario, parlando due lingue diverse, ovvero hanno due standard diversi, allora il segnale non verrà captato dal ripetitore e quindi sarà del tutto inutile.

Gli standard sono identificati con numeri e lettere, come vedrete di seguito. Ecco quelli più frequenti sul mercato:

  • Wireless 802.11 b – È il primo standard di rete utilizzato, e quindi anche quello meno efficiente. Arriva fino a 11 Megabit per secondo.
  • 802.11 g – Con questo sistema è possibile arrivare fino a 54 Mbps.
  • Classe 802.11 n – È lo standard più diffuso sul mercato e arriva fino a 450 Mbps.
  • Wireless 802.11 ac – È un sistema di ultimissima generazione e la sua velocità può arrivare fino a 1.3 Gbps (o 1331 Mbps). Ovviamente è supportato solo dai più recenti modelli di ripetitori.

Sicurezza

Ovviamente dovete considerare anche l’aspetto della sicurezza, anche se a dir la verità un Wi-Fi extender ha praticamente lo stesso livello di un router e un modem. In ogni caso, il livello di sicurezza è definito secondo alcuni parametri e standard che sono: WPA, WPA2, WEP.

  • WEP. È il primo standard di sicurezza e significa “privacy equivalente cablata”.
  • WPA e WPA2. Questo acronimo sta per “Wi-Fi protected access” e, così come per WPA2, si parla di standard più moderni e quindi anche più sicuri.

Se vi serve un ripetitore per un uso prettamente domestico, allora lo standard WPA sarà sufficiente. Ovviamente il WPA2 è ancora più sicuro, ma non è un obbligo, quando non andate incontro a particolari rischi.

Di che distanza avete bisogno e quanto può raggiungere un extender Wi-Fi?

Questo è un aspetto a cui naturalmente le persone sono molto interessate, anche perché è alla base dell’acquisto di un ripetitore Wi-Fi. Ovvero: a che distanza può arrivare il segnale? Ovviamente dare una risposta certa non è sempre possibile, anche perché dipende da alcune variabili, tra cui ad esempio lo spessore delle mura e anche l’interferenza di altri elettrodomestici che funzionano con la stessa banda di frequenza.

In linea generale, però, possiamo dire che il tradizionale ripetitore che cattura il segnale del Wi-Fi per poi ritrasmetterlo garantisce un raggio di circa 25 metri. Tenete presente però, che se l’abitazione è disposta su due o più livelli sarà molto difficile ottenere questa distanza.

Avrete una maggiore distanza, fino anche a cento metri su due o più piani, con il powerline extender, sempre a patto che sui diversi piani ci sia lo stesso impianto elettrico.

Il migliore, e ovviamente anche quello con il prezzo più alto, è il ripetitore WiFi Mesh, che crea vari punti di accesso che garantiscono una copertura davvero ampia.

Pulsante WPS

Un pulsante WPS (“Wi-Fi protected setup”) è una comoda funzionalità del ripetitore. In poche parole si tratta di un pulsante che permette al ripetitore di collegarsi in maniera automatica al router senza bisogno di installazioni varie o CD. Ovviamente, quando state per premere il pulsante WPS, assicuratevi che il router sia nelle vicinanze, altrimenti rischierà di non catturare il segnale. Questa funzione è sicuramente utile per le persone che non ne capiscono molto di tecnologia e segnali interni, e quindi necessitano di un sistema molto semplice e intuitivo.

Porte Ethernet

Non è sempre detto che un ripetitore di segnale Wi-Fi, soprattutto quelli capaci di creare un access point, debbano per forza funzionare solo catturando il segnale del router. Possono anche predisporre di una loro linea e quindi devono essere dotati di porte Ethernet, anche definite LAN o porta WAN.

In pratica, si tratta di una porta in cui si inserisce un cavo Ethernet, la cui altra estremità si trova nel router. Il segnale che arriverà dal ripetitore WiFi con cavo Ethernet, quindi, sarà molto più potente e soprattutto stabile. Se avete intenzione di utilizzare anche questo meccanismo, tenete presente che ci sono diverse porte Ethernet, e ognuna supporta una diversa velocità massima. Per la precisione ci sono quelle che possono sostenere: 10 Mbps, 100 Mbps, 1000 Mbps (porte gigabit), e altre ancora maggiori. Se non siete degli esperti, sappiate che la velocità incide sulla potenza del segnale e la qualità della navigazione. Insomma, maggiore è la velocità e più veloce funziona Internet, più possibilità avrete di riprodurre video, guardare film e usare programmi.

La velocità del ripetitore Lan che andrete ad acquistare dovrebbe essere la stessa dell’altra porta, altrimenti il segnale arriverà comunque ridotto. In tutte le case italiane una velocità di 100 Mps sarà comunque molto soddisfacente. Il nostro consiglio è di scegliere sempre un Wi-Fi extender con almeno una o due porte Ethernet, anche se pensate di non utilizzare questo sistema.

Antenne

Tra le variabili di cui vi parlavamo prima, riguardo alla distanza che può raggiungere il segnale trasmesso dal ripetitore, ci sono anche le antenne. Ogni ripetitore le ha, anche se in alcuni casi sono integrate e quindi non visibili. In altri modelli invece sono esterne, e si possono spostare sia per puntarle verso la direzione in cui vi serve il segnale, sia rimuovere per rendere più semplice un eventuale trasporto.

Sappiate che nei modelli con due antenne, una delle due serve per ricevere mentre l’altra per trasmettere. Alcune tipologie potrebbero anche averne tre, di cui una è utilizzata per la ricezione e le altre due per la ritrasmissione del segnale, e quindi aumentano la portata del segnale e possono essere indirizzate anche verso due zone diverse.

Come installare e configurare un ripetitore Wi-Fi?

Ora, giunti alla fine delle questioni tecniche, vediamo dove installare e come effettuare la configurazione ripetitore WiFi. Prima di tutto dovete posizionarlo non troppo lontano dal router principale. Poi trovate una presa di corrente che si trovi a una distanza media tra il router e l’area che volete coprire con il segnale Wi-Fi. Per installarlo invece, possono esserci diversi sistemi, tra cui quello con il Pulsante WPS che abbiamo visto poco fa.

In alternativa, ecco come fare. Seguite questi semplici passaggi e non avrete problemi per l’installazione ripetitore WiFi:

  1. Scegliete un luogo in cui avete già un segnale Wi-Fi
  2. Collegatelo a un alimentatore e attendete un paio di minuti affinché tutte le funzionalità siano attive e inizi la ricerca del segnale.
  3. Accedete al ripetitore Wi-Fi attraverso il tuo computer, inserendo il login e la password che usate normalmente dal vostro Wi-Fi esistente. Se non dovesse entrare correttamente nel sistema, allora provate a cercare se sulla scatola c’è un altro nome utente e una password apposita per il ripetitore.
  4. Una volta dentro al sistema il ripetitore dovrebbe essere attivo. A questo punto provate a collegarvi con uno smartphone o un portatile e controllate se la linea sta raggiungendo luoghi in cui prima non arrivava.

Se il segnale non dovesse arrivare troppo lontano, provate a sostituire la posizione del ripetitore o a modificare la posizione delle antenne, qualora le abbia esterne.

Migliori brand

Ci sono alcune marche che riescono ad assicurare una maggior funzionalità e un’ottima qualità rispetto a tante altre. Conoscerle vi aiuterà nella ricerca perché saprete già se quel prodotto può essere affidabile o no. Ecco le principali aziende da tenere sempre a mente considerando che possono anche influire sul ripetitore WiFi prezzo.

Fondata a Taiwan nel 1986, quest’azienda è uno dei leader mondiali nello sviluppo e nella produzione dei prodotti di rete. Ha uffici in 64 Paesi e i suoi prodotti sono venduti in oltre 100 nazioni. Insomma, il livello dei modelli prodotti da quest’azienda è davvero alto, e questo vale anche per i ripetitori D-Link.

Tenda

Tenda Technology è una società cinese fondata nel 1999 e rappresenta uno dei pilastri nella realizzazione di prodotti per la rete internet. Tenda ha puntato molto sullo sviluppo dei suoi prodotti e per questo si è affidata ad alcuni dei migliori laureati al mondo in ambito tecnologico. I ripetitori WiFi Tenda sono molto apprezzati dagli utenti.

È un’azienda cinese il cui marchio è sinonimo di garanzia per i prodotti tecnologici di rete e telecomunicazioni in ben 170 Paesi del Mondo. Ha iniziato la sua attività nel 1996 e in meno di 25 anni ha conquistato il mercato grazie a prodotti di altissima qualità.

Victure

Go Victure è un’azienda leader nel settore della tecnologia e della sicurezza. I suoi prodotti, tra cui allarmi e telecamere, sono utilizzati in gran parte del mondo. Da alcuni anni, poi, si è affacciata anche sul mercato dei prodotti per la rete internet, ottenendo anche in questo caso grandi successi.

AVM

Quest’azienda europea è forse la migliore società in ambito di rete e telecomunicazioni in Europa, e i suoi modelli sono davvero molto apprezzati. Tra i modelli di punta ci sono anche le FritzBox e i ripetitori WiFi Fritz AVM.

FAQ

Quali sono i prezzi di un extender Wi-Fi?

I prezzi di un ripetitore Wi-Fi cambiano abbastanza in base al modello che scegliete e alle sue caratteristiche. In linea generale, comunque, si parte dai 25 euro per un modello semplice, fino agli oltre 100 euro se invece scegliete un prodotto Mesh. Per rendervi più semplice la ricerca, ecco alcune fasce di prezzo:

  • A partire da 25 euro: sono i modelli tradizionali che catturano il segnale e lo ritrasmettono allungandone quindi la distanza.
  • A partire da 50 euro: sono i modelli semplici ma di ultima generazione, e anche quelli powerline, utilizzati con la rete elettrica.
  • Oltre i 100 euro: tra questi ci sono i modelli Mesh e diversi powerline di ultimissima generazione.

Quali sono gli ostacoli negativi per un extender Wi-Fi?

Ci sono diversi ostacoli in una tradizionale casa che possono interferire con il segnale del Wi-Fi. I mobili sono tra questi insieme alle pareti, soprattutto quando di parla di muri spessi come quelli portanti. Forse non sapevate, però, che anche l’acqua può interferire, ad esempio gli acquari o i vasi di fiori. Cercate quindi di non posizionarlo proprio tra il router e l’area che volete coprire.

Gli extender Wi-Fi fanno male alla salute?

I ripetitori segnale WiFi lunga distanza, così come quelli a breve distanza, non fanno altro che ritrasmettere un segnale. Quindi la vera domanda è se fa male il Wi-Fi. A questo quesito, però, ha risposto l’Organizzazione Mondiale della Sanità, stabilendo che non c’è alcuna prova che la linea internet possa creare danni alla salute dell’uomo.

Il ripetitore Wi-Fi fornisce una rete sicura?

Assolutamente sì, visto che lo stesso sistema è utilizzato da modem e router. Sappiate che al momento esistono tre sistemi di sicurezza: WEP, WPA e WPA2. L’ultimo è quello più sicuro, forse anche troppo per un uso tradizionale domestico o da ufficio.

Un ripetitore Wi-Fi causa una perdita di velocità di Internet?

Ovviamente potrebbe avvenire sia se ci sono ostacoli sia se il router extender WiFi non è di ultimissima generazione. In generale, però, dovrebbe andare tutto liscio.

Il mio laptop/smartphone rileverà automaticamente il segnale dal ripetitore Wi-Fi?

Se il ripetitore utilizza la stessa linea allora sì. Se invece crea degli access point, ovvero una sorta di nuova rete internet, dovrete prima trovarla e poi collegarvi.

Cos'è un router dual band?

Il ripetitore WiFi dual band è un sistema che utilizza due bande di frequenza, quella a 2,4 GHz e quella 5 GHz. Ci sono poi i router Tri Band che hanno tre bande di frequenza, di cui una a 2,4 GHz e altre due a 5 GHz.

Un ripetitore Wi-Fi è abbastanza potente da usarlo per i giochi?

Dipende soprattutto dalla linea principale. Il ripetitore non fa altro che trasmetterla più lontano. Se quindi la rete che proviene dal modem è abbastanza veloce, allora sì, potrete usarlo anche per i giochi.

Potete usare un modem come ripetitore Wi-Fi?

Alcuni modem hanno anche questa funzione, quindi sì, potete farlo.

Conclusione

Giunti alla fine di questa guida all’acquisto siamo certi che ora saprete scegliere il miglior WiFi extender per le vostre esigenze visto che conoscete tutte le caratteristiche essenziali a cui dare uno sguardo. Nell’articolo abbiamo cercato di approfondire tutti i parametri che dovete tenere in considerazione per evitare di acquistare un ripetitore che possa risultare superfluo o, nel peggiore dei casi, inutile. Abbiamo anche visto le principali WiFi booster recensioni così da darvi un’idea anche del miglior amplificatore WiFi per ogni tipologia di sistema utilizzato.

Sul mercato troverete tantissimi modelli ognuno diverso dall’altro per caratteristiche e prezzo, ma trovare una quadra della situazione può, talvolta, essere complicato, soprattutto se non si è particolarmente esperti. Ora però saprete come muovervi nel settore e trovare il modello perfetto per voi.

Clicca per votare questo post!
Totale: 0 Media: 0
Back to top button