Ricetta per un pane con la macchina del pane

Quando si parla di macchina del pane siamo sempre lì attenti a cercare ricette per la macchina del pane che siano facili da usare e che siano tante, così che si possa sfruttare la macchina in tutto e per tutto.

E’ chiaro capire innanzitutto che la macchina del pane è in grado di fare qualsiasi pane e qualsiasi impasto. Se lasciamo il pane cuocere lì dentro la forma del pane sarà sempre quella del pane a cassetta ma nessuno ci vieta di preparare solo l’impasto nella macchina del pane e poi andare a finire la cottura in forno con la forma che abbiamo deciso sia migliore per il nostro pane.

Tutti pensano alla forma, lo so, ma la macchina del pane ci dà il gusto del pane fresco fatto in casa, quella consistenza e quel profumo e questo è in grado di far ricredere anche i più scettici. Anche sul risparmio: perché il pane fatto in casa è in grado di durare più giorni del pane del supermercato.

Moltissime persone, infatti, non hanno più acquistato il pane nei negozi e anche il costo della macchina viene ammortizzato facilmente dopo i primi 30 chili di farina. Ma poi non è sempre così, eh, i prezzi delle macchine non sono tutti uguali, bisogna informarsi per acquistare quello che è meglio per noi. Poi è anche vero che per fare ricette migliori bisogna stare attenti.

In primis bisogna controllare bene le dosi per la macchina del pane e poi controllare bene programmi, istruzioni e timer così da non incappare in errori grossolani.

Anche il fatto di poter scegliere sempre ingredienti di alta qualità permette di avere prodotti migliori e quindi di poter anche sperimentare con altre ricette. Ma prima di scoprire i tanti alimenti che si possono provare a fare nella macchina del pane abbiamo voglia di presentarvi una ricetta di un pane italiano che è famoso in tutto il mondo per la sua bontà e che si può tranquillamente provare con la macchina del pane: il pane di Altamura.

Ingredienti:

  • 600 grammi di farina di semola se possibile rimacinata
  • 400 grammi di acqua (ma si può provare a metterne anche meno)
  • 120 grammi di pasta acida
  • 15 grammi di sale

Si deve iniziare a impastare farina e pasta acida per 7 minuti, poi continuare ad impastare con il sale per circa 5 minuti. A quel punto lasciamo l’impasto a lievitare per circa 3 ore nel cestello, se possibile accanto a una fonte di calore. Dopo stendiamo l’impasto facendo alto tipo 2 cm, lo si spolvera di farina e poi lo si arrotola facendo 2 grossi tagli diagonali sulla superficie. Lasciamo riposare un’altra mezz’ora e poi inforniamo nella macchina del pane per circa 1 ora e mezza controllando se la crosta si sta scurendo (sempre che la macchina abbia un oblò).

Che cosa puoi fare con una macchina del pane che non sia il pane?

Se abbiamo una macchina del pane a casa e abbiamo voglia di sfruttarla il più possibile adesso vi spiegheremo quante e quali cose possiamo fare con quell’elettrodomestico. Innanzitutto i tempi sono cambiati e ora il nuovo trend è cucinare sano e cucinare a casa.
Infatti è proprio in cucina che il bio e il ritorno alle origini sono ciò a cui aspiriamo, proprio per non mangiare cibi precotti o troppo lavorati che ci fanno stare peggio.

Ovviamente alcuni di noi si chiederanno: ma dove lo trovo io questo tempo per fare tutte queste cose? Adesso, però, ci sono un sacco di strumenti automatizzati che ci aiutano con le preparazioni di base. Uno di questi prodotti è la macchina del pane ma oltre al classico pane ci sono un sacco di preparazioni che possiamo fare con uno strumento del genere.

Essendo macchina impastatrice possiamo fare quasi tutti i tipi di impasto e non solo il pane. Infatti il cestello può accogliere quantità più o meno importanti di ingredienti solidi e liquidi. Quindi dobbiamo sfruttare la possibilità di fare impasti nella macchina e non a mano. Prima di tutto possiamo fare la pizza! Anche se poi dobbiamo stenderla ed infornarla impasto e lievitazione si possono fare lì dentro. E poi possiamo pensare di fare plumcake salati, rustici, torte rustiche, trecce. In tutti i casi si può scegliere se cuocere il nostro impasto lì dentro o estrarlo dopo la lievitazione e poi lavorarlo e cuocerlo da un’altra parte. Si può anche fare impasti con farine più particolari, quindi senza glutine, con più cereali, con la farina di grano duro.

Ma questa è solo una parte, perché la macchina del pane può preparare un bel po’ di dolci, alcuni di queste macchine anche marmellate, yogurt e tortine. Gli impasti per i dolci non sono simili a quelli dei lievitati proprio perché non devono lievitare e sono molto più liquidi.
Basterà scegliere il programma a loro dedicato per decidere anche di cuocere, se vogliamo, la torta stesso all’interno della macchina del pane.

Anche per yogurt e marmellate se c’è il programma sarà molto facile programmare la macchina per cuocere a puntino anche questi dolci liquidi.

Credo che si debba sottolineare l’estrema versatilità della macchina che ci permette, appunto, di provare e riprovare tanti tipi di pane differenti ma che ci può far esplorare anche tutto un mondo fatto di pizze, rustici e dolci a cui neppure pensiamo, probabilmente, prima dell’acquisto dell’elettrodomestico.

Invece un acquisto del genere, a volte importante se la macchina ha un sacco di funzioni, si ammortizza proprio così provando a fare un bel po’ di ricette differenti che variano dal pane al salato fino alla marmellata. E non si può non fare subito un po’ di conti e pensare che anche l’acquisto più costoso possa essere ammortizzato con una certa facilità risparmiando sui cibi da supermercato.