La tua piastra per capelli ha esalato il suo ultimo respiro, oppure è troppo anziana per rinnovare il suo permesso di guida? Ad ogni modo, hai bisogno di un nuovo attrezzo per i tuoi capelli, ma qual è quello che funziona meglio per la tua tipologia di chioma?

 ImmagineNomeValutazioneControlla il prezzo

1 di 5

piastra per capelli professionale

GHD Piastra V Gold Max

5.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

2 di 5

migliore piastra per capelli

KIPOZI GD-EU137

5.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

3 di 5

piastra professionale

KIPOZI BK-EU139

5.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

4 di 5

migliore piastra capelli

Remington S5525

4.5

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

5 di 5

piastra capelli migliore

Remington S8590

4.5

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

La tecnologia in questo campo ha fatto passi in avanti enormi negli ultimi anni, offrendo ai consumatori una serie vertiginosa di opzioni tra cui scegliere. Abbiamo scritto questo articolo, per fornirti una guida su quali marchi, materiali e funzionalità possono andare bene per i tuoi capelli e il tuo budget.

Innanzitutto, devi conoscere il momento in cui hai bisogno dell’upgrade

Uno strumento fidato dovrebbe semplificarti la vita, non renderla più difficile. Inoltre, la piastra per capelli dovrebbe creare risultati splendidi, riducendo al minimo fastidi, tempo di realizzazione e danni da calore.

Quindi, se mentre cerchi di raddrizzare i tuoi capelli ogni mattina, senti un senso di inadeguatezza, che proviene dalla tua vecchia piastra e non dalla tua scarsa abilità, significa che è decisamente arrivato il momento di acquistare un nuovo strumento.

Quelli con il cartellino del prezzo più alto, non sempre denotano il prodotto migliore, pagare di più infatti, generalmente significa ottenere una qualità migliore, dal momento che le società produttrici, hanno impiegato maggiori risorse economiche nella progettazione e realizzazione di una piastra. Però con questo, non vogliamo dire che hai bisogno di una piastra di 200 euro per ottenere buoni risultati, ma è ovvio che spendere qualcosa in più di 20 euro, ti farà ottenere risultati migliori in meno tempo.

Le basi: cosa deve fare una piastra per capelli

A seconda delle dimensioni della piastra e dal modo in cui la usi, con questo strumento a caldo, puoi realizzare una tonnellata di stili differenti.

Ma prima di entrare nei dettagli, diamo un’occhiata a tutto ciò che una piastra capelli dovrebbe offrire di base. Innanzitutto, le piastre dovrebbero riscaldarsi in modo rapido e uniforme, senza punti caldi o freddi evidenti.

Sicuramente, uno degli accessori più importanti da avere a disposizione sulla piastra, è il regolatore di temperatura. Nessuno Hair Stylist si sognerebbe mai di acquistare una piastra che non abbia una funzione di base come questa.

Perché il controllo della temperatura è così importante?

Indipendentemente dal tipo di piastra che sceglierai di acquistare, è necessario assicurarsi che il prodotto scelto fornisca la possibilità di regolare la temperatura, per evitare di danneggiare i capelli. Tutti gli stilisti, concordano sul fatto che coloro che usano le piastre per capelli a casa, hanno la brutta abitudine di alzare la temperatura in modo eccessivo, soltanto per velocizzare i tempi di acconciatura, tuttavia, questa pratica fa molto male ai capelli.

Ma scegliendo una piastra i cui ferri si riscaldano in maniera uniforme e che abbia il controllo della temperatura, quali sono le altre funzioni rimaste che rientrano nella categoria Must Have?

Suggeriamo che qualsiasi piastra degna di nota, debba possedere le seguenti caratteristiche:

  • Cavo girevole a 360°: raddrizzando i capelli in modo corretto, significa fare con mano e polsi una quantità di gesti e torsioni incredibile. Un cavo che resta fermo nella sua posizione, può rendere questi movimenti molto scomodi, oltre a limitare le posizioni in cui poter girare la piastra in alcune circostanze. Cerca un cavo che possa girare a 360° senza problemi, ti darà sicuramente maggiore libertà nei movimenti e migliorerà la maneggevolezza dell’attrezzo
  • Indicatore luminoso: la piastra dovrebbe sempre essere dotata di una luce a LED, che indichi che il ferro è in funzione. Inoltre, alcuni modelli più recenti arrivati sul mercato, presentano anche un LED o un display, che indicano anche quando la piastra ha raggiunto la temperatura desiderata
  • Spegnimento automatico: le mattinate frenetiche sono un dato di fatto, come lo sono le nostre dimenticanze. Quel che è peggio, è stare tutto il giorno fuori caso con il dubbio che ci frulla per la testa: “ho spento oppure no la piastra per capelli in bagno?”. Troveremo i vigili del fuoco fuori al nostro appartamento al nostro ritorno? Dopotutto, alcune piastre raggiungono temperature altissime, come quelle di un forno da cucina e non è un qualcosa che vorresti tenere sul tuo lavabo acceso per tutto il giorno. Pur non essendo considerata una caratteristica indispensabile, avere lo spegnimento automatico fa stare molto più tranquille. Quindi, prima dell’acquisto, assicurati che la tua piastra preferita ne sia provvista

Approfondiremo le funzioni extra in seguito. Ma, quando si tratta di scegliere quale piastra per capelli sia più adatta per qualsiasi stile, non consigliamo alcun modello che non includa le caratteristiche sopra elencate.

Scegliere tra le diverse tipologie di piastra

Per molto tempo, i ferri per capelli, sono stati disponibili solo in alluminio. Questo metallo è economico ed è un buon conduttore di calore. Si scalda rapidamente, ma alcuni punti possono essere più caldi di altri. Questa caratteristica fa due danni in uno, scalda troppo certe aree e lascia altre disfatte, per cui sarà necessario passare la piastra più del dovuto. Come se tutto questo non fosse già abbastanza, bisogna anche ricordare che le piastre in alluminio hanno una superficie ruvida e abrasiva, che causa attrito, danneggiando ulteriormente i capelli.

Per fortuna, i produttori hanno aggiornato le loro piastre, offrendo ai consumatori un prodotto con piastre in ceramiche. La ceramica è un cristallino solido che non contiene metallo, ed è in uso da oltre un decennio in questo campo. La ceramica, oggi come oggi, è sinonimo di piastra professionale per capelli e di fascia medio-alta.

Piastra per capelli in ceramica

I migliori stilisti per capelli, utilizzano piastre in ceramica sia nei loro saloon di bellezza che a casa, indistintamente. Le piastre in ceramica distribuiscono il calore in modo uniforme e ti impediscono di bruciare i capelli.

Un altro vantaggio? Quelle minuscole particelle creano una piastra super liscia, che non cattura i tuoi delicati capelli, non li strappa e non li rovina, come accade con le piastre in alluminio.

Gli acquirenti però, devono anche sapere che la qualità delle piastre in ceramica cambia. Nonostante quello che potresti leggere sulle confezioni, le piastre per capelli non sono sempre al 100% in ceramica, in quanto la ceramica da sola, sarebbe troppo morbida. La ceramica, infatti, viene sempre mescolata con altri elementi, come il titanio, che l’aiuta a mantenere la giusta forma.

Tuttavia, c’è una differenza tra materiali misti e rivestimenti. Chi è interessato a una piastra per capelli in ceramica, deve assicurarsi che le piastre siano in ceramica (almeno in una certa percentuale) e non in alluminio rivestite con ceramica, che sono di qualità inferiore e non trattengono il calore come dovrebbero.

Cos’altro c’è da dire sulle piastre in ceramica? Questo materiale è adatto a tutti i tipi di capelli, si riscalda rapidamente e offre una distribuzione uniforme del calore. Ma assicurati di controllare che il tuo ferro in ceramica non sia solo un rivestimento prima dell’acquisto.

Piastra con rivestimento in tormalina

La tormalina non è un materiale per le piastre a sé stante, ma è un rivestimento fatto di gemme schiacciate, che possono poi essere distribuite sulle piastre in ceramica.

I rivestimenti in tormalina aiutano a proteggere i capelli e mantengono le temperature costanti dove serve. La superficie viene costantemente riscaldata e intrappola l’umidità per mantenere i tuoi capelli sani.

Questo effetto lucido e idratato viene creato dalla presenza degli ioni negativi nelle piastre rivestite in tormalina, che possono contenere fino a sei volte il numero di ioni negativi delle loro controparti in ceramica. Mentre gli ioni negativi in tormalina offrono una protezione extra per i capelli, creano anche una finitura più elegante.

Questo risultato è ottimo per chiunque cerchi di contrastare l’effetto crespo o ottenere uno stile lucido e super liscio.

Tuttavia, coloro che vogliono donare corpo e volume ai propri capelli, dovrebbero tenere lontano dalla propria chioma le piastre rivestite in tormalina.

Piastre in titanio

Il titanio mantiene la massima quantità di calore senza creare punti caldi che potrebbero danneggiare i capelli. Aiuta a creare un look elegante e liscio, senza danneggiare la chioma. Il materiale è leggero, presenta una superficie liscia e riscalda i capelli in modo uniforme.

Tutti e tre questi materiali (il titanio, la ceramica e la tormalina) sono simili e hanno i vantaggi per cui sono noti e vengono utilizzati nei migliori saloni di bellezza. Indipendentemente dal tipo scelto, è necessario assicurarsi di regolare la temperatura in base al tipo di capelli, per evitare di danneggiare la chioma.

Per capelli fini e sottili, ti consigliamo di stirare a meno di 175 gradi centigradi. Per capelli medio-normali, una temperatura tra 175 e 200 gradi centigradi, funzionerà alla grande; e per capelli grossi e spessi, dovresti alzare la temperatura tra 200 e 230 gradi.

Detto questo, bisogna anche ricordare che il titanio potrebbe diventare troppo caldo per coloro che hanno capelli molto fini o danneggiati, e non si consiglia a nessuno di vedere oltrepassare i 230 gradi sul quadrante della temperatura.

A prescindere dal tipo di capelli, gli esperti concordano sul fatto che si dovrebbe utilizzare un protettore di calore, prima di iniziare il processo di stiramento.

Quale dimensione scegliere?

Quando ti metterai alla ricerca della migliore piastra per capelli, ossia quella più adatta alle tue esigenze, noterai che in commercio sono disponibili piastre di varia larghezza. È opinione diffusa, che più lunghi sono i capelli e più larghe dovrebbero essere le piastre. Ma a meno che tu non abbia capelli molto lunghi e hai intenzione di mantenerli così lunghi per molto tempo, dovresti orientarti sempre su piastre larghe circa 2,5 cm.

Il motivo, sta nel fatto che le piastre realizzate con materiali di ottima qualità, si riscalderanno velocemente e faranno un ottimo lavoro, indipendentemente dalla lunghezza dei capelli, mentre le piastre più sottili ti permetteranno di avvicinarti alle tue radici per un raddrizzamento completo.

Cos’altro dovrebbe avere la migliore piastra capelli?

Tutti gli esperti, concordano sul fatto che le piastre dovrebbero sempre avere un bordo smussato, una caratteristica importante per aiutarti a realizzare la maggior parte degli stili. Anche i bordi smussati sono un must have se utilizzerai la piastra per creare ricci o onde, poiché questa tipologia di bordo, consente un movimento più fluido mentre fai scorrere la piastra tra i capelli.

La forma leggermente arrotondata è particolarmente importante per chiunque abbia i capelli estremamente ricci o che si piegano, poiché è necessario avvicinarsi il più possibile al cuoio capelluto per ottenere un aspetto uniforme.

Gli esperti suggeriscono anche a tutti coloro che lottano con i capelli lisci fino alla radice, per un ferro piatto con pettine integrato. Ad eccezione di quelli con i capelli fini, danneggiati o fragili, che potrebbero essere stressati fino al punto di romperli a causa dalla tensione extra.

Un elemento di tendenza, sono i ferri che ti permettono di cambiare le piastre, offrendoti più opzioni e maggiore versatilità con i tuoi strumenti.

Oppure che dire della nuova linea di piastre per capelli che emettono oli o vapori idratanti? Gli esperti suggeriscono che, anche se potrebbero avere buone intenzioni, questi prodotti si rivelano ingannevoli. C’è troppo per proteggere i capelli a questo punto. Non solo tutto quel prodotto extra va sprecato, ma può anche finire per accumularsi tra le piastre e far sì che i capelli si friggono!

Guida alla temperatura della piastra, per tipologie di capelli

Abbiamo visto quali sono le tipologie di piastre disponibili in commercio e quali dovresti utilizzare per i tuoi capelli. Ora, è arrivato il momento di chiarire una volta per tutte, come regolare la temperatura della piastra, in base alle varie tipologie di capelli.

Molte piastre di prezzo economico, permettono soltanto una regolazione parziale della temperatura, tra bassa, media o alta. Alcune hanno una temperatura prestabilita e una volta accesa, non avremo alcuna possibilità di regolazione. La migliore piastra per capelli però, è certamente quella che dona maggior controllo sulle temperature.

Ecco la nostra guida alla temperatura che dovresti scegliere per il tuo tipologia di capelli:

  • Capelli spessi, ruvidi o ricci: 190 – 210°C
  • Capelli normali, medi o ondulati: 180 – 190⁰C
  • Capelli danneggiati, sottili o fini: <180 °C

Come puoi vedere, coloro che hanno capelli spessi o estremamente ricci, dovranno acquistare la migliore piastra capelli che gli consenta di scegliere impostazioni di temperatura molto alte.

Altrimenti, passerai più tempo a cercare di raddrizzare i capelli a temperatura bassa, e quel tempo in più trascorso sotto la pressione del calore è anche dannoso per i tuoi capelli. Allo stesso modo, anche quelli con capelli sottili o fini avranno bisogno di impostare la temperatura – a un livello basso. Quelli con onde normali vanno sul sicuro con la piastra di valore medio.

Posso utilizzare la piastra sui capelli bagnati?

A volte, semplicemente non abbiamo il tempo di asciugare i capelli al 100% e stirarli con la piastra. Quindi, la possibilità di saltare un passaggio e sfruttare il calore delle piastre per ottenere un risultato 2 in 1 (asciugare e raddrizzare i capelli), può essere davvero un’opzione allettante. Sfortunatamente, la stragrande maggioranza delle piastre non è pensata per essere utilizzata su capelli bagnati o umidi. In effetti, farlo è un ottimo modo per incidere seriamente sulla chioma e danneggiare i capelli.

Ci sono alcuni modelli detti “wet to dry” sul mercato e, sebbene possano essere ritenuti abbastanza buoni, non è comunque consigliabile stirare i capelli umidi laddove è possibile asciugarli con il phon. Questi sono fatti solitamente di piastre di ceramica e raddrizzano usando il vapore.

Per concludere: cose da ricordare prima di procedere all’acquisto

Ormai dovresti sapere quali caratteristiche sono indispensabili per i tuoi capelli (regolazione della temperatura, cavo girevole, indicatore luminoso e spegnimento automatico), nonché quali materiali sono più adatti alla tua chioma.

Ma cos’altro c’è da prendere in considerazione prima dell’acquisto, in modo da portarsi a casa la piastra capelli migliore e maneggiarla come un vero professionista?

La cosa migliore che vi possiamo suggerire di fare, è verificare la qualità delle piastra e i materiali utilizzati per la realizzazione. Altro aspetto importante, è l’ergonomia dello strumento, che si suppone dovrete tenere tra le mani per molto tempo. Se hai bisogno di ulteriore aiuto, non esitare a leggere le nostre recensioni che trovi qui di seguito.

Se vai dal parrucchiere e ami la sua messa in piega, potresti anche chiedere a lui che tipo di ferro usa per i tuoi capelli e scegliere se non lo stesso (sicuramente costerà un botto), almeno uno con caratteristiche simili (selezione della temperatura giusta per te e materiale delle piastre).

Gli esperti suggeriscono che un ferro di qualità, debba costare attorno ai 100 euro. Per una piastra per capelli professionale, bisogna senza dubbio spendere di più e andare oltre i 150 euro. Ma ciò che è più importante, è capire se ciò che si sta acquistando, vale il prezzo a cui viene venduto, oppure si sta acquistando un prodotto con campanelle e fischietti che non utilizzeremo mai.

E come fare per ottenere uno stile proprio come quello di un salone di bellezza? Gli esperti consigliano sempre di utilizzare una protezione per i capelli prima dell’uso della piastra e di asciugare la chioma perfettamente prima di procedere con le operazioni di messa in piega. La piastra deve essere il passo conclusivo verso il tuo nuovo look!

 

1. GHD Piastra V Gold Max Revisione

Se stai cercando una piastra per capelli professionale, proprio come quelle che il tuo parrucchiere utilizza nel suo saloon di bellezza, allora questa GHD Piastra V Gold Max potrebbe essere ciò che fa al caso tuo. La piastra è caratterizzata da una struttura bella ed elegante, e vanta caratteristiche da top di gamma. È l’ideale soprattutto per chi ha capelli mossi, ricci, lunghi e voluminosi. Non è indicata, invece, per chi ha capelli molto corti. Ma prima di vederla in funzione, passiamo in rassegna le sue caratteristiche, che sono più uniche che rare.

piastra per capelli professionale
Le caratteristiche della piastra

Sono principalmente 3 le caratteristiche per cui questa piastra si contraddistingue dalla concorrenza. La prima è la piastra in ceramica extra liscia. In pratica, le piastre sono realizzate con materiali di elevata qualità, con rivestimento in ceramica, estremamente lisce, che scorrono facilmente sulla chioma, senza tirare i capelli. Altra caratteristica, sono le piastre larghe, adatte per i capelli lunghi e ribelli. In questo modo, si accorciano i tempi di acconciatura e si possono realizzare anche capelli mossi o fare i boccoli. Infine, abbiamo la regolazione automatica della temperatura, che avviene tramite dei sensori, che analizzano il capello, scegliendo in automatico la temperatura ideale.

Il suo funzionamento

Innanzitutto, la piastra è molto semplice da utilizzare, in quanto, come accennato nel paragrafo precedente, è dotata di selezione automatica della temperatura, il che significa che non dovrai più preoccuparti di danneggiare i capelli. Inoltre, le piastre sono realizzate con materiali solidi, ma molto leggeri, per cui è facile da maneggiare. È dotata anche di caratteristiche extra come il cavo girevole, lo spegnimento automatico dopo 30 minuti ed è fornita di un pratico cappuccio per proteggere le piastre.

Vantaggi

  • Piastre in ceramica di qualità
  • Design bello ed elegante
  • Regolazione della temperatura automatica

Svantaggi

  • Prezzo più alto della media
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

2. KIPOZI GD-EU137 Revisione

KIPOZI non è certamente uno dei marchi più famosi nel campo della bellezza, almeno non in Italia, tuttavia, abbiamo deciso di recensire questa piastra perché oltre alle ottime caratteristiche di cui è dotata, ultimamente ha subito anche un taglio di prezzo da renderla ancora più appetibile per tutte coloro che cercano una piastra non solo dall’aspetto professionale, ma senza spendere un occhio della testa. Partiamo proprio analizzando il suo aspetto, che assieme al colore, ricordano senza ombra di dubbio, le piastre per capelli dei marchi più blasonati. Il materiale utilizzato è plastica di buona qualità, mentre le piastre sono in titanio.

migliore piastra per capelli
Per chi è adatta

La piastra per capelli KIPOZI GD-EU137 è caratterizzata da ferri abbastanza larghi e quindi ideali per chi ha i capelli lunghi. Hanno i bordi smussati e quindi sono perfetti per ottenere qualsiasi tipo di acconciatura. Sull’impugnatura, troviamo anche un piccolo display, con cui possiamo visualizzare la temperatura, che si regola tramite la pulsantiera, con un intervallo compreso tra 80°C e 230°C. Il pulsante di accensione e spegnimento, invece, si trova proprio di fianco a quelli di regolazione della temperatura.

Cosa si trova nella confezione

Partiamo proprio dal packaging, che è curato fin nei minimi dettagli. La scatola, costruita ovviamente in cartone, dispone di un ottimo sistema di chiusura a calamita e all’interno, oltre alle istruzioni e alla piastra, troveremo anche un ottimo sacchetto da viaggio in cui inserire lo strumento di bellezza. Cosa ci è piaciuto di più di questa piastra? Senza dubbio la sua scorrevolezza sui capelli, la facilità d’uso, il cavo girevole, il display per la regolazione della temperatura e il sacchetto per il trasporto. Per le sue caratteristiche, consigliamo la piastra a chi ha capelli grossi, ma anche sottili.

Vantaggi

  • Prezzo economico
  • Facile da utilizzare
  • Materiali di buona qualità

Svantaggi

  • Esternamente si scalda un po’
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

3. KIPOZI BK-EU139 Revisione

Altro giro altra corsa per le piastre della KIPOZI. In questa recensione però, abbiamo recensito il modello BK-EU139. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche. Una, e forse quella più importante, che notiamo subito ad un primo sguardo, è il fatto che le piastre di questo attrezzo siano molto larghe, ben 4,4 cm. Questo significa che la piastra è perfetta per chi ha capelli molto lunghi e desidera tenerli tali. Questa sua larghezza, si adatta perfettamente anche a chiome voluminose, mosse e ricce, poiché semplifica e velocizza il lavoro, senza impigliare i capelli, grazie all’ottima scorrevolezza.

piastra professionale
I materiali

Le piastre di questa KIPOZI BK-EU139 sono realizzate in titanio. Questo materiale favorisce la distribuzione uniforme del calore sui capelli e lavora in modo molto scorrevole. Al termine del lavoro, i capelli risulteranno certamente più lisci, setosi e splendenti. Il tutto, coadiuvato da un ottimo display, tramite il quale potremo anche regolare la temperatura, fino ad un massimo di 230°C. La temperatura si regola tramite i due pulsanti posti sul lato dell’impugnatura, dove si trova anche il tasto per lo spegnimento. Rispetto al modello recensito precedentemente, questa piastra non soffre nemmeno del problema del surriscaldamento del manico, quindi un netto passo avanti.

Stili diversi

Nonostante le piastre molto larghe, i bordi arrotondati, permettono di creare molti stili differenti, tra cui i capelli mossi e wave beach. Il cavo di alimentazione è di ottima lunghezza, arrivando a quasi due metri e mezzo, inoltre sembra molto resistente, oltre ad essere girevole a 360°. Nella confezione, oltre alla piastra e al classico manuale delle istruzioni, troviamo anche un comodo sacchetto in velluto per il trasporto o che possiamo utilizzare per mettere via la piastra quando non è in uso.

Vantaggi

  • Prezzo vantaggioso
  • Ottimi materiali
  • Piastre larghe

Svantaggi

  • Non adatta a tutti i capelli
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

4. Remington S5525 Revisione

Remington è senza ombra di dubbio, uno dei marchi di bellezza più famosi in Italia. In questa recensione, ci siamo occupati della sua piastra per capelli S5525. Partiamo analizzando il suo aspetto. La sua struttura è classica, tondeggiante ed affusolata, di colore nero, molto bella ed elegante. Bello anche il display digitale, colorato di un futuristico blu, con il quale possiamo visualizzare il livello di temperatura scelto. Le piastre sono abbastanza lunghe, 110 mm, ed anche piuttosto larghe, 45 mm. Aspetto che rende la piastra ideale soprattutto per chi ha una chioma folta.

migliore piastra capelli
Facile da usare

Nonostante le sue dimensioni, non è certo classificabile come mini piastra per capelli, è anche facile da utilizzare e da maneggiare, grazie ad un peso estremamente contenuto. Le piastre sono rivestite in ceramica, di ottima qualità, che consente una distribuzione del calore perfetto, nonché una scorrevolezza invidiabile sulle ciocche. Tornando al discorso della temperatura, ricordiamo che essa è regolabile tramite i pulsanti che troviamo sull’impugnatura, acconto a quello di accensione/spegnimento, con un intervallo compreso tra 150 e 230°C. È disponibile anche la funzione Boost, che permette alla piastra di riscaldarsi in pochi secondi, anche alla temperatura più elevata.

Caratteristiche extra

Se fosse tutto qui, potremmo dire che questa piastra per capelli sia un buon prodotto, ma nulla di eccezionale. Quello che ne aumenta il rapporto qualità/prezzo però, sono le sue caratteristiche extra. Innanzitutto, è dotata di cavo girevole, quindi niente più attorcigliamenti e piastra più facile da usare. Il voltaggio è universale, il che significa che se amate viaggiare, potrete sempre portarla con voi e utilizzarla in tutto il mondo. Dispone di spegnimento automatico dopo 60 minuti di inattività e dispone anche di una custodia termoresistente, per poggiarla sul lavabo con estrema sicurezza.

Vantaggi

  • Piastre oscillanti
  • Regolazione della temperatura
  • Piastre larghe e lunghe

Svantaggi

  • Non per i capelli corti
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

5. Remington S8590 Revisione

Per questa nostra ultima recensione, ci siamo occupati di un’altra piastra per capelli della famosa Remington, caratterizzata da un prezzo estremamente abbordabile, ma comunque in possesso di caratteristiche di tutto rispetto. Partiamo dalla sua struttura e dai materiali utilizzati per la costruzione delle piastre. Abbiamo un ottimo mix di ceramica e cheratina, che permette una distribuzione del calore ideale e fornisce un’ottima scorrevolezza sui capelli. Per queste caratteristiche e come vedremo, anche grazie alla regolazione della temperatura, ci sentiremmo di consigliare questa piastra un po’ per tutti i tipi di capelli.

piastra capelli migliore

Dimensioni Large

Le piastre di questo attrezzo sono più lunghe del normale, arrivando fino ad 11 cm. Questo significa che la piastra è particolarmente adatta per chi ha i capelli lunghi. Meno bene, invece, per chi ha i capelli corti. Le piastre poi, sono di tipo oscillante, il che significa che si adattano anche ai capelli più folti, offrendo in ogni circostanza un’ottima aderenza. Come accennato in precedenza, questa piastra ci permette anche un discreto controllo sulla temperatura, con un intervallo compreso tra i 160 e i 230°C. Un range che ci consente di stirare un po’ qualsiasi tipo di capello.

Protezione assicurata

Chi ha i capelli fragili, può stare assolutamente tranquilla. Questa piastra è dotata della funzione Heat Protection, ossia una tecnologia che ottimizza la temperatura costantemente, al fine di non danneggiare i capelli. Tra le funzioni extra, ricordiamo la presenza dell’auto-spegnimento dopo 60 minuti di inattività, blocco per le piastre, riscaldamento rapido, che avviene in circa 15 secondi e display per la visualizzazione del livello di temperatura scelto. Il cavo è abbastanza lungo e girevole, mentre peso ed ingombro sono ridotti all’ossicino. Le punte sono isolate termicamente e trovargli un difetto è proprio il voler cercare il pelo nell’uovo.

Vantaggi

  • Delicata sui capelli
  • Spegnimento automatico
  • Pochette elegante per il trasporto

Svantaggi

  • Non si possono ondulare i capelli
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT