Cos’è il passapomodoro elettrico?

Avete presente il passapomodoro elettrico? Vi siete mai trovati nella casa di campagna dei vostri nonni, da piccini, mentre erano intenti a fare le conserve per l’inverno con il passapomodoro? Lo spremipomodoro, che ricordo felice, quel passapomodoro manuale con cui vedevamo i nostri parenti anziani faticare per tirare fuori, dalla macchina per pomodori, quel fiume rosso di sapore, una vera bontà verace italiana. La vera svolta degli ultimi anni è lo spremipomodoro elettrico, attrezzo che ha completamente soppiantato la macchina per passata di pomodoro a mano, lo spremipomodoro manuale. La macchina passapomodori elettrica riesce a farci risparmiare tempo e denaro e proprio spulciando tra questi attrezzi super moderni riusciremo a scovare il miglior passapomodoro elettrico.

 ImmagineNomeValutazioneControlla il prezzo

1 di 5

Reber 8013152900809

4.5

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

2 di 5

passapomodoro

MED-JUNIOR 17400JI

4.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

3 di 5

RGV Duetto Plus

4.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

4 di 5

TRE SPADE III

4.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

5 di 5

Montini 9512010

4.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

Tra tanti il miglior passapomodoro elettrico per il 2018 verrà scelto tra 5 prodotti diversi, tutto nuovi modelli di passapomodoro elettrico scelti per i prezzi.

Un vero passapomodoro elettrico ha prezzi adeguati a quelli che sono le sue funzioni e, soprattutto, non servirà a spremere solo pomodori.
Adesso, però, andiamo con calma e vediamo insieme cosa siano i passapomodori elettrici e a cosa servano.

Vi ho fatto ritornare indietro nel tempo, vero? Vi è venuto in mente il sole che sferza i vostri visi e quello dei vostri nonni, quell’odore acido e fresco dei pomodori pronti per la passata, l’estate sotto i nostri piedi e tanto amore nel passare a mano questo nettare antico e buonissimo.

Il pomodoro è l’alimento principe di qualunque tipo di dieta, soprattutto quella mediterranea, la nostra. Immagino che tutti voi sappiate, ma ve lo ripeto volentieri, che un bel piatto di pasta al pomodoro, qualunque tipo di pasta preferiate da integrale a quella senza glutine, è un primo che non farà mai male, anche a chi ha appena corso una maratona o deve giocare la finale di Champions League e ha bisogno di energia.

Quindi il pomodoro c’è sempre, ogni giorno, certamente. E un attrezzo che aiuti a scegliere la genuinità in tavola è sempre un prodotto ben accetto. Le immagino già le vostre facce quando mangiate una passata acquistata al supermercato. Sono sicura che ognuno di voi avrà pensato che non c’era, in quella passata, quella genuinità che vi aspettavate e che ricordavate nelle conserve di quella estate dai nonni.

Sapete bene che questa cosa, grazie a un prodotto che il passapomodoro elettrico, può restare non soltanto un ricordo, quindi direi che tutte le informazioni che riusciamo ad immagazzinare ci permetteranno di farci comprare il migliore tra gli spremipomodoro. La macchina a manovella è diventato un pensiero lontano, ora nelle nostre case e nei ristoranti ci sono i passapomodoro elettrici.

Innanzitutto dobbiamo dividere il prodotto in due categorie: c’è quello che verrà usato in casa che è più semplice, più compatto, ha solo il corpo che macina e una bocca da cui fuoriesce l’ortaggio o il frutto. Poi abbiamo il prodotto, invece, più grande che ha la sua vaschetta dove la polpa va a finire e che è usato in ristoranti o bar dove il consumo è più ampio, quindi ci vuole una macchina più grande che gestisca un carico di lavoro maggiore.

Queste macchine, se sono di ottima qualità, hanno il corpo in acciaio inox, la meccanica è in ghisa e poi hanno un circuito elettrico che permette loro di funzionare senza farci dannare come per la manovella degli anni passati. Ci sono, però, delle macchine altrettanto valide che hanno dei comparti in termoplastica e che sono altrettanto buone e resistenti.

I costi, ovviamente, variano in base al materiale. Abbiamo degli spremipomodoro tutti in acciaio che costano più di 200 euro e altri, che hanno il corpo in plastica, che costano meno di 100 euro.

La mia idea è sempre quella di portarsi a casa un passapomodoro che sia di ottima qualità, che sia, oltretutto, versatile e che permetta di poter passare anche frutta e verdura diversa per diversificare anche la nostra dieta. Abbiamo delle macchine che permettono anche di tritare la carne cambiando solo l’ingranaggio che serve a passare, a tagliare, a sminuzzare. La versatilità è importante, così come è certamente fondamentale portarsi a casa una macchina sicura, che possa essere utilizzata per avere una conserva di qualità. Alcune volte, immagino che sia capitato anche a voi, se usiamo macchinari scadenti non solo la polpa non è abbastanza fluida ma incorpora anche odori dello spremipomodoro che rende molto più sgradevole la passata finale. Quindi stiamo sempre molto attenti a quello che ci compriamo, a quello che usiamo per cucinare. Siamo diventati, abbiamo finalmente imparato, ad essere attenti agli alimenti. Dovremmo essere altrettanto attenti con gli strumenti da cucina. Trovo sempre molto divertente chi compra tutti alimenti bio, giustissimo, poi non ha il coltello adatto per tagliarli, non ha la pentola giusta per cucinarli, non ha il passapomodoro adeguato per quei magnifici pomodori San Marzano che abbiamo comprato a un giusto prezzo per un prodotto di qualità. Seguitemi nella scelta dei migliori passapomodoro, sono convinta del fatto che forse qualcuno di voi non aveva neppure pensato alla scelta di un attrezzo del genere nella propria cucina. Ma se cerchiamo la qualità dei prodotti abbiamo bisogno della qualità degli elettrodomestici da cucina. E se dobbiamo metterci in gioco facciamolo fino in fondo preparando noi stessi la conserva di pomodoro o la marmellata da dare ai nostri piccini.

Come funziona il passapomodoro elettrico?

Il passapomodoro elettrico funziona più o meno come un tritatutto, ha solo un ingranaggio diverso nel meccanismo che taglia che permette di dividere la buccia dalla polpa che poi va passata e infine cucinata.

Sapete quali siano le proprietà di un pomodoro e perché sono così felice di parlarvi del passapomodoro?

Prima di ogni cosa io sono per il mangiare sempre cibo fresco, non mi piacciono le conserve industriali e non mi piace che nelle conserve industriali ci siano i conservanti, appunto. Visto che negli ultimi anni non siamo in grado di capire il grado di imbroglio che ci sia nelle catene alimentari e che quindi molti prodotti si presentino nelle nostre case con certificazioni farlocche che quasi mai ci danno la vera entità di ciò che c’è all’interno di un barattolo di qualcosa di alimentare, ho ripreso l’idea di iniziare a cucinare anche le preparazioni e non solo i piatti.

Parliamo del pomodoro come alimento per farvi poi capire il perché di tutto questo interesse in una conserva che sia completamente pura e a chilometro zero.

La pianta del pomodoro è arrivata in Europa con gli spagnoli conquistatori ed è originaria del Sudamerica. Interessante l’idea che, nonostante fosse conosciuto già nell’epoca pre-colombiana, per millenni è stato considerato solo una pianta ornamentale velenosa, per il ricco contenuto di solanina che all’epoca era considerata sostanza dannosa per l’uomo.

Da un certo punto in poi, probabilmente proprio con gli spagnoli, il pomodoro diventa commestibile. E diventa alimento usatissimo dappertutto nel mondo. E anche un ortaggio che fa molto bene: vitamina A, vitamina C, potassio, calcio, fosforo, ferro, zinco e il licopene.

Il licopene merita un paragrafetto a parte perché è un antiossidante naturale e protegge le cellule dal naturale invecchiamento. Mangiare abitualmente un piatto di pasta o una pizza riduce, in maniera evidente, la possibilità di sviluppare un tumore.

Capite perché, secondo me, è così importante avere in casa uno strumento che permetta di farmi mangiare un pomodoro buono così per com’è senza aggiunta di null’altro che non sia naturale?

E non dimentichiamo che una macchina del genere non serve solo per il pomodoro ma per tutta la frutta e la verdura che vogliamo ridurre in purea. La bellezza della nostra dieta mediterranea è nella varietà e nella freschezza di ciò che mangiamo. E noi proprio questa freschezza stiamo conservando intatta.

Da quali parti è costituito un passapomodoro elettrico?

Un passapomodoro elettrico, che decidiamo di usare in casa, ha un voltaggio di circa 220 volt ed è composto da un imbuto in cui vanno inseriti i frutti, un filtro che blocca il passaggio successivo alla buccia e ai semi, quello che viene chiamato gocciolatoio ed è lo spazio in cui finisce la polpa e il motore elettrico che gestisce la potenza cui si spremono i frutti. Tutti i componenti dovrebbero essere smontabili e lavabili, anche perché è importante che tutti gli elementi siano perfettamente lavati prima di usare la macchina per la prima volta.

Dimensioni medie di un passapomodoro elettrico

Ci sono prodotti in acciaio che sono professionali, o semi-professionali, tutti in acciaio inox che pesano circa 8 chili e sono 35 x 24 x 24, quindi anche piuttosto compatti ma parecchio potenti. Alcuni di questi prodotti, che costano circa 150-250 euro hanno una potenza che va dai 220 v ai 400 v, quindi anche parecchio potenti per passare un quantitativo pazzesco di pomodori, circa 140 chili all’ora.

Abbiamo, poi, dei passini elettrici, molto più economici, anche di marche piuttosto famosa Italia, che sono in plastica, con un pulsante elettrico che serve ad avviare il motore e che è molto più veloce di un passino a mano. Per chi non ha voglia di piazzarsi in casa un passapomodoro di acciaio professionale parecchio pesante questa del passino di plastica può essere certamente una bella idea. Un passino elettrico, appunto, con il manico che è dotato di un pulsante è la soluzione ideale per una scelta casalinga per nulla ingombrante.

In quali situazioni il passapomodoro elettrico è più utile?

Il passapomodoro elettrico è sempre utile, è utile se vogliamo mangiare cibo di cui conosciamo la provenienza e se vogliamo insegnare ai nostri bambini quanto possa essere più interessante mangiare qualcosa che ci faccia bene. Torniamo a quel ricordo, lo sentite ancora, vero? Le nostre nonne, le mamme e le zie, messe insieme in quella che sembrava essere una vera e propria catena di montaggio del gusto. I pomodori freschi, quell’odore che riempiva la stanza, le mani nodose delle nostre anziane di famiglia che giravano la manovella spolpando il pomodoro dalla buccia. Questo è quello a cui abbiamo pensato quando abbiamo avuto per la prima volta voglia di un passapomodoro. Poi è chiaro che se parliamo di situazioni reali sarebbe ottimo avere uno spremipomodoro semi-professionale o professionale in un ristorante o in un pub gourmet che voglia dare ai propri clienti un prodotto sempre di qualità.

Io penso davvero che possa essere la qualità a cambiare il nostro mondo in meglio, che dobbiamo acquistare elettrodomestici in casa che facciano al caso nostro e che non siano mai prodotti scadenti, così come scadente non deve mai essere il cibo che portiamo sulle nostre tavole.

Ho davvero bisogno di un passapomodoro elettrico?

Ripetiamo la domanda insieme e chiediamoci se ne abbiamo davvero bisogno. Questione di qualità, direi io. E questione di qualità dovrebbe essere la vostra risposta. Perché è giusto insegnare ai nostri piccoli a mangiare meglio, è giusto anche per noi risalire la china o cambiare percorso se non abbiamo mai pensato di mangiare bene o di smetterla con quel cibo raffinato da industria alimentare. Abbiamo la possibilità di usare un passino, più o meno professionale lo decidiamo noi, per mangiare, in casa nostra o nel nostro ristorante, prodotti freschi, a chilometro zero, casomai li abbiamo scelti proprio perché conosciamo già quanto possano essere buoni. E grazie al passapomodoro questi alimenti resteranno perfettamente integri, senza essere edulcorati in nessun modo.

Siete dei salutisti? Questo è l’oggetto che fa al caso vostro. Siete degli sportivi? Certamente questo è l’oggetto per voi. Siete della mamme? Degli uomini single? Siete dei ragazzi che amate la cucina e volete riscoprire i sapori veri della vostra terra? Non c’è mica uno standard di clienti per questo prodotto, c’è però uno standard a cui sottostare per scegliere un buon elettrodomestico e per mangiare bene.

A un certo punto, nella storia più recente, qualcuno ha iniziato a ragionare sul perché noi non dovessimo più faticare nel fare le cose. Diciamo, se vogliamo essere più precisi, che dagli inizi del 1900 in poi tutte le invenzioni sono state indirizzate verso il facilitare la nostra esistenza. Proprio per questa ragione, nell’arco degli ultimi 30 anni, anche quegli oggetti che ci sembravano intoccabili, sono diventati di uso quotidiano. Eliminata l’odioso macinino o la manovella per i pomodori è bene pensare, ognuno di noi, di avere in casa il passino elettrico, così che si possa mangiare ogni giorno qualcosa di sano e di fresco.

Qual è la fascia di prezzo media di un passapomodoro elettrico?

La fascia di prezzo media di un passapomodoro elettrico, come già vi avevo accennato in precedenza, varia molto in base a quella che è la qualità e la professionalità del passapomodoro elettrico. Ma non solo, in verità: il passapomodoro varia il suo prezzo anche in base al voltaggio più alto e anche in base alla velocità con cui vengono passati chili e chili di pomodori, ortaggi o frutta che siano.

I prezzi più bassi, quelli del passino elettrico in plastica, vanno dai 35 ai 40 euro.

Più il passapomodoro si fa compatto, d’acciaio, con vari meccanismi, diversi ingranaggi, più sono potenti, capienti e veloci e più il prezzo sale. Un modello professionale, tutto d’acciaio e ghisa, costa dai 150 ai 200 euro.

Ovviamente dobbiamo sempre capire l’uso che ne vogliamo fare. Se siamo una famiglia di 2 o 4 persone e vogliamo mangiare una passata fresca non c’è bisogno di acquistare uno strumento in grado di passare centinaia di chili di pomodoro all’ora, anzi molto probabilmente andrà benissimo un passino in plastica elettrificato.

Il passapomodoro elettrico è coperto da garanzia?

Come tutti gli elettrodomestici che acquistiamo, tranne che non vengano presi di seconda mano da un rigattiere, è compreso all’acquisto una garanzia che duri un tot, ora che sia un anno o cinque anni nella maggior parte dei casi si basa su quella che è la garanzia standard dell’azienda che produce l’elettrodomestico. Anche in questo caso, quindi, il passapomodoro sarà coperto da garanzia se ci sono dei difetti di fabbrica, se non si inserisce bene nella presa, se nonostante la presa sia stata inserita il passino non si accenda, questo è chiaro.

Così come è altrettanto chiaro che il passino non rientri in garanzia se è una nostra colpa. Se per un’assurda follia, ad esempio, noi volessimo passare nel passino dei bulloni e quindi ci trovassimo a rovinare gli ingranaggi questo di certo non rientrerebbe nella garanzia, così come se nell’eventualità ci trovassimo a far cadere il passapomodoro e questo si rompesse, comunque non ci verrebbe garantito nulla.

Tutti i difetti di fabbrica o di funzionamento, che non c’entrano con noi, rientrano perfettamente in qualsiasi garanzia.

Come scegliere un passapomodoro elettrico?

La qualità rende la nostra vita migliore. Un passapomodoro elettrico non può essere un elettrodomestico da comprare in un posto di cui non ci fidiamo, un posto che vende elettrodomestici scadenti. Prima di tutto perché ci sono delle lame, c’è bisogno di ingranaggi e meccaniche che funzionino alla perfezione. E non vogliamo farci male, non vogliamo perdere pezzi nel frattempo e nel cibo, non vogliamo che questo tipo di oggetto possa contaminare, in qualche modo, il cibo. Affidiamoci, allora, ad articoli come questo che ci spiegano tutte le caratteristiche dell’oggetto in questione, ragioniamo su quello che ci piace di più e su quello che ci serve. Anche questo è fondamentale: quanti di voi vorrebbero avere in casa un oggetto troppo ingombrante, troppo pesante, di cui non abbiamo davvero bisogno in quelle dimensioni big?

Ma se invece avessimo un’attività commerciale allora sì che sarebbe diverso avere un oggetto in grado di passare quintali di cibo in un’ora.

Alcuni di questi oggetti, oltretutto, grazie al cambio di ingranaggio nel filtro, possono anche diventare dei fenomenali tritatutto.

Chiaramente ragioniamo sempre sul fatto di poter scegliere un elemento che sia il più versatile possibile, anche se poi la qualità principale dovrebbe essere sempre quella di passare il pomodoro. Perché il pomodoro? Non lo immaginate? La nostra dieta, la dieta mediterranea e un piatto di spaghetti al pomodoro, ecco a cosa dovete pensare. Alla qualità che volete ottenere cucinando un solo, unico, piatto di pasta.

Suggerimenti sull’utilizzo del passapomodoro elettrico

Tornando a noi, sapete come utilizzare davvero un passapomodoro elettrico? Sapete cucinare un piatto di spaghetti al pomodoro? Questo è quello che io penso essere il piatto perfetto per chiunque e questo è l’utilizzo vero che io farei di uno spremipodoro: per lo sportivo, per il manager, per la nonnina, per il nostro cucciolo di uomo, per chi ha bisogno di perdere peso. E cosa c’è di meglio che pensare di mangiare una passata di pomodoro appena fatta?

Allora prendiamo l’elettrodomestico appena acquistato, poniamo i pomodori nell’imbuto e aspettiamo che i pomodori scendano (aiutati anche da una nostra leggera pressione) in quello che è il filtro e che lascia scivolare via la polpa nell’apposita vaschetta fermando e filtrando, appunto, i semi e la buccia.

Questa polpa fresca va messa con uno spicchio d’aglio o mezza cipolla in una pentola, appena la cipolla o l’aglio si siano indorati grazie a un goccio d’olio come fondo. Saliamo, aggiungiamo un pizzico di zucchero per togliere l’acidità al pomodoro e poi aggiungiamo una foglia di basilico.

Avete letto bene, sì, è davvero così semplice. E per anni, pensando a chissà quale lavoraccio, abbiamo comprato sughi già pronti e molto più costosi. Perché la cosa certamente interessante è che con questo tipo di acquisto si spende molto meno. Seguiamo le tradizioni popolari e modernizziamole al punto giusto per non farci fatica. La nostra vita è stressante, è articolata, è scandita da un sacco di appuntamenti a cui non possiamo dire di no. Proprio per questo quella che vi sembrava essere una fatica inutile, come la passata di pomodoro, può diventare una cosa divertente da fare in pochi minuti. Vogliamo conservare la passata? Questo anche si può fare. Vogliamo mangiare il sugo subito? Altrettanto. Vogliamo far mangiare una buona purea di frutta a nonna o ai bimbi? Vogliamo preparare una bella marmellata senza tagliare a pezzettini la frutta? E il passato di verdure che tanto d’inverno è una bontà? Tutto si può fare, tutto. Basta solo comprare il passino giusto per quelle che sono le nostre esigenze e quelle della nostra famiglia, per quelle che sono le quantità di cibo che consumiamo.

Come curare adeguatamente un passapomodoro elettrico?

Un passapomodoro elettrico è un elettrodomestico che è a stretto contatto con il cibo e proprio per questo avrebbe bisogno di essere lavato in tutte le sue parti. Molti di questi elettrodomestici, ed è giusto che sia così, sono completamente smontabili. Alcuni professionisti consigliano di lavare adeguatamente il passino anche prima di cominciare ad usarlo, per togliere qualsiasi residuo di fabbrica o di sporco accumulato nella scatola. Dopo un primo lavaggio è chiaro che nel momento in cui viene utilizzato il passino diventi completamente sporco, in ogni parte. Allora è proprio qui che si nota la qualità del passino: se il passino si smonta in tutte le sue parti, tranne la parte del corpo dove c’è il motore elettrico, allora parliamo di un buon prodotto. Poi si può decidere se mettere i pezzi in lavastoviglie o se si vuole lavarli a mano, con attenzione e un detergente delicato. Il corpo quello in cui c’è il motore elettrico può essere pulito con un panno morbido umido con una goccia di detergente, senza nessuna immersione miracolosa.

Spero di avervi fatto venire voglia di acquistare un passapomodoro elettrico perché questo viaggio tra antico e moderno vi ha portato a ricordare qualcosa che, a volte, nella nostra vita da adulti abbiamo dimenticato: il buon sapore del cibo e il cibo come conforto. Quando eravamo piccini o quando eravamo malati il cibo ci veniva donato, dalle nostre mamme e dalle nostre nonne, come panacea di tutti i mali, come conforto assoluto dalle malattie o dai nostri affanni quotidiani. Credo che anche le nostre famiglie moderne e noi stessi dovremmo di nuovo pensare al cibo come compagno che ci aiuti a stare meglio e non solo nutrimento fine a se stesso. E proprio questa sarà la ragione che seguirò e ho seguito anche nella ricerca dei 5 prodotti che ho scelto come miglior passapomodoro elettrico.

Sono cinque prodotti differenti ma altrettanto validi qualitativamente che possono cambiare la nostra vita in meglio. Perché questo è quello che vogliamo dalla tecnologia, vogliamo essere coccolati come bambini ma in maniera più veloce e con maggiore comodità. Cinque passapomodoro che possono permetterci, ogni giorno a quasi, di cucinare il meglio per noi e per la nostra famiglia. E questo è davvero quello che ci poniamo come obiettivo per migliorare la nostra vita in ogni campo. Non c’è solo il lavoro da portare avanti, il successo sociale, vogliamo essere grandi e felici nel nostro corpo e nella nostra cucina, questo è più che evidente. I tempi sono maturi per avere il meglio a poco prezzo, come per questi fantastici 5 passapomodoro elettrici di nuovissima generazione e di marche più che conosciute nel settore.

 

1. Reber 8013152900809 Revisione

Informazioni sul produttore

Reber nasce come azienda a Luzzara, nella Pianura Padana, nel 1964 e da subito si impegna come leader del settore di elettrodomestici sostenibili anche dal punto di vista ecologico. Parliamo di macchine professionali, semi-professionali e domestiche che servono in cucina. Dalle macchine sottovuoto, alle insaccatrici, dalle affettatrici ai tritacarne e ai passini leader del settore da cinquant’anni.

passapomodoro elettricoInformazioni sul prodotto

Questo è un passino semi- professionale che serve per passate e marmellate, quindi sia frutta e verdura e ha un corpo tutto in ghisa e un’elica che serve a filtrare alimenti ed è certificata per questo scopo. Il costo di una macchina compatta come questa è di circa 150 euro.

Come utilizzare correttamente il prodotto

Il prodotto va lavato prima del primo utilizzo con detergenti delicati e poi va usato una prima volta. Tutto in acciaio inossidabile, funziona inserendo gli alimenti in un apposito imbuto. Qualità superiore per un prodotto che permette di lavorare grosse quantità di alimenti grazie ai 230 volt di potenza.

Informazioni sulla costruzione e sulla qualità del prodotto

Prodotto top di un’azienda leader nel settore degli elettrodomestici per cucina. Pesa più di 10 chili ed è tutto in acciaio inossidabile. Design molto semplice per un passino che fa il suo mestiere a dovere, con un ingranaggio in ghisa davvero indistruttibile.

Vantaggi

Moltissimi commenti parlano di un prodotto straordinario, molto facile da utilizzare e perfetto per ottenere un’ottima salsa con cui condire la pasta o la pizza.. Molto poco rumoroso e molto resistente, è consigliatissimo anche per il prezzo adeguato all’oggetto

Svantaggi

Qualcuno sostiene che il prodotto non sia del tutto di acciaio inox e che provando con una calamita si noti che in alcune zone la calamita venga attratta dal ferro semplice. Altri commenti negativi parlano di mancanza di cura nei dettagli costruttivi.

CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

2. MED-JUNIOR 17400JI Revisione

Informazioni sul produttore

Tre Spade, che produce Med-Junior, è un’azienda italiana che nasce nel 1894 costruendo i primi macina-caffè e in tutto questo percorso, lungo più di un secolo, non ha mai dimenticato la sua vera anima amica della cucina diventando leader del settore con 3 elettrodomestici sempre al top: tritacarne, spremipomodoro e insaccatrici. Negli ultimi 30 anni a quelli che erano prodotti manuali si sono aggiunte queste macchine elettriche top.

passapomodoroInformazioni sul prodotto

Questo passapomodoro può essere considerato un top di gamma: 209 euro per un passino elettrico industriale praticamente indistruttibile e tutto in acciaio e ghisa. Una macchina imponente, spreme circa 100 chilogrammi di pomodoro all’ora. Può essere utilizzata in un ristorante per grossi quantitativi di salsa.

Informazioni sulla manutenzione / pulizia del prodotto

Sempre parliamo di un prodotto alimentare e quindi ci vuole massima pulizia e grande attenzione nella manutenzione. Tutte la parti staccabili vanno lavate ed asciugate per bene prima di essere reinserite. Questo è quello che si può definire un lavoro fatto bene per mantenere un prodotto integro a lungo.

Informazioni sul valore del prodotto in denaro

La macchina è professionale, vale tutti i soldi del costo (non economico) e anche di più. Consigliata a chi ha una mole di lavoro potente tutti i giorni.

Vantaggi

Una macchina eccellente, così viene definita, un vero e proprio gioiello di tecnologia e velocità. Macchinario molto potente, veloce e silenzioso per tutta la potenza che ha, quindi veramente un buon acquisto da prendere in considerazione.

Svantaggi

Qualcuno lamenta un po’ di difficoltà nel passare i pomodori a freddo, pare che l’ingranaggio rallenti molto il lavoro della macchina bloccandosi spesso, quindi alcuni consigliano sì il prodotto ma per passare i pomodori a caldo.

CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

3. RGV Duetto Plus Revisione

Informazioni sul produttore

Rvg è un’azienda che nasce in Italia, in provincia di Como, nella metà degli anni 80 e diventa subito un nome noto nel mondo delle affettatrici professionali. Dopo quel successo l’azienda ha cercato di sviluppare altri rami degli elettrodomestici da cucina aggiungendo garanzia e professionalità Rvg anche a prodotti che sono scelti per uso domestico. Rvg ha una diffusione mondiale, è presente in molti paesi orientali e anche americani.

spremipomodoroInformazioni sul prodotto

Questo è un prodotto versatile, che viene usato come spremipomodoro ma anche come tritacarne. Basta cambiare l’ingranaggio del filtro per questo modello casalingo che ha un doppio senso di rotazione ed è anche grattugia. Molto piccolo, di circa 5 chili, è molto maneggevole e facile da usare a un costo molto basso, di circa 60 euro.

Principali caratteristiche che differenziano il prodotto da altri simili

Molto interessante, certamente, la versatilità del prodotto che permette a questo piccolo oggetto di essere usato in molti modi. C’è anche un accessorio all’interno che serve a fare il Kubbe, che è una preparazione mediorientale, una sorta di polpetta di carne e bulgur molto tradizionale.

Informazioni sulla progettazione del prodotto

L’oggetto è in acciaio e in plastica, è compatto e ha un wattaggio di 500 w che lo rende anche molto veloce. La compattezza dello stile è certamente un punto a favore che rende l’oggetto molto pratico da usare e poi da riporre.

Vantaggi

Prodotto ottimo per il suo costo, migliore come tritacarne, compatto e veloce, facile da pulire, con la parte in acciaio e gli ingranaggi molto resistenti.

Svantaggi

Alcuni sostengono che i pomodori non vengano spremuti a dovere ed esca troppo poco liquido e zero polpa. La rumorosità sembra essere un altro problema piuttosto fastidioso per chi usa questo oggetto nello spazio di una casa.

CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

4. TRE SPADE III Revisione

Informazioni sul produttore

Tre Spade, di cui abbiamo già parlato in questo articolo grazie al brand Med-Junior, è un’azienda italiana leader del settore dell’alta cucina. Stiamo parlando di un’azienda produttrice di spremipomodoro, insaccatrici e affettatrici di livello super professionale, proiettata dal 1894, nel soddisfare i palati più fini con macchine davvero imponenti.

passapomodoro manualeInformazioni sul prodotto

Questa è una macchina compatta, tutta in acciaio inox e ghisa, con filtro, elica e tramoggia che sono standard e sono certificati per passare alimenti anche in esercizi commerciali che sono considerati idonei per far da mangiare. Testato per lavorare lungamente, riesce a passare cento chili di pomodoro in un’ora di tempo grazie all’elica che gira 160 volte al minuto. Il motore può essere 220 o 240 volt.

Informazioni sulle dimensioni e il peso del prodotto

Il passapomodoro elettrico è 33 x 53 x 23 con un peso di 9 chili. Macchina imponente ma compatta, molto veloce nello svolgere il proprio lavoro, consigliata come macchina industriale per ristoranti o esercizi commerciali.

Informazioni sul valore del prodotto in denaro

Il prezzo è piuttosto consistente, circa 165 euro ma è assolutamente considerabile che accettabile se pensiamo a come funziona la macchina e per quanto tempo il passapomodoro elettrico possa restare praticamente intatto, grazie all’acciaio e alla ghisa.

Vantaggi

La macchina è piccola e al tempo stesso potente. Molte persone parlano di una macchina spremipomodoro che è eccezionale, un acquisto molto interessante, con corpo in acciaio ed ingranaggi in ghisa certificati per alimenti.

Svantaggi

Alcuni commenti sostengono che la macchina sia troppo rumorosa e che questo a lungo andare annoi parecchio. Altri invece sostengono che se i pomodori vengono spremuti a freddo resti il problema del filtro che resta spesso intasato quindi rallentando parecchio il lavoro e quindi fermando la produzione per il tempo che serve nel ripulire il filtro dalle bucce che restano incastrate all’interno danneggiando l’ingranaggio.

CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

5. Montini 9512010 Revisione

Informazioni sul produttore

Il produttore dello spremipomodoro elettrico Montini resta la casa produttrice Imperia, marchio storico degli elettrodomestici per la casa in Italia, dal 1932 leader del settore macchine manuali, elettriche poi, per la pasta fatta in casa. Negli anni il business si è differenziato creando vari gruppi satelliti come Montini per i passapomodoro.

macchina per pomodoriInformazioni sul prodotto

Questa macchina è molto essenziale e molto efficiente, non ha fronzoli, fa il suo dovere in senso stretto ed è molto veloce nel lavorare. Avere in casa un passapomodoro del genere, a circa 115 euro, permette di fare un lavoro pulito con una macchina molto compatta.

Principali caratteristiche che differenziano il prodotto da altri simili

La macchina fa il suo dovere con una velocità mai vista prima e un consumo anche più basso, come volt, delle altre macchine di cui abbiamo parlato. I volt di questo passapomodoro sono 170 anche se la macchina è considerata da tutti una vera macchina da guerra.

Informazioni sulla progettazione del prodotto

Lo stile è spartano, così come è chiaro da parte dell’azienda di non cedere a nessun fronzolo e di vendere un prodotto che non sia tanto accattivante dal punto di vista del design ma sia molto funzionale. Ragioniamo sempre in base ai canoni estetici Montini punta alla qualità.

Vantaggi

La macchina è piccola e velocissima, i commenti considerano questo passapomodoro una vera e propria sorpresa. Visto il design essenziale molti hanno trovato il passapomodoro addirittura sorprendente per prestazioni.

Svantaggi

Alcuni sostengono che la macchina sia difficile da montare, altri che alla lunga perda velocità per il passaggio di alcune bucce che intasano il filtro, quindi bisogna fermarsi, pulire il filtro e poi riprendere il lavoro. Sono pochi i commenti negativi, la macchina sembra essere molto buona.

CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT