Le migliori lavastoviglie 2020

Cucinare a casa è un’attività rilassante e divertente, ma lavare i piatti una volta finito di mangiare lo è molto meno. È l’incubo di ogni chef: una volta terminate tutte le prelibatezze, vi aspetta un mucchio di pentole e piatti nel lavandino. Ripulire non deve essere necessariamente uno stress; in nostro soccorso ci viene una delle grandi invenzioni dell’era moderna: la lavastoviglie. I modelli di ultima generazione sono silenziosi, economici e igienizzeranno a fondo le vostre stoviglie senza lasciare tracce. Inoltre, salveranno le vostre mani, la schiena (e il matrimonio!) da stress inutili.

Va detto che trovare la lavastoviglie giusta è un altro compito arduo, con così tante tipologie e funzionalità tra cui scegliere. Ma niente paura: dopo aver ricercato e confrontato più di 50 modelli di lavastoviglie tra i modelli di prim’ordine, abbiamo messo insieme questa guida approfondita. Sia che vogliate acquistare questo elettrodomestico per la prima volta o trovare una degna sostituta per mandare la vostra lavastoviglie in pensione, vi riveleremo tutto ciò che c’è da sapere. Abbiamo anche selezionato i nostri cinque modelli preferiti per tutti i budget e le dimensioni della cucina. Continuate a leggere per scoprire quali sono le migliori lavastoviglie attualmente sul mercato e perché sceglierle.

1. Siemens iQ300 SN236I17NE – La migliore sul mercato

Siemens iQ300 SN236I17NE

La lavastoviglie Siemens SN236I17NE è facile da amare: è spaziosa, silenziosa e comoda. La sua finitura in acciaio inossidabile anti-impronte garantisce che l’apparecchio sia sempre come nuovo. Il display nero con i suoi pulsanti sottili completa la sua immagine sofisticata.

Dal punto di vista della capacità, la SN236I17NE può occuparsi di 14 coperti alla volta, il che la rende una scelta perfetta per una famiglia di 4-6 persone. Il consumo annuo è stimato intorno ai 266 kWh per l’energia e 2.660 l per l’acqua, corrispondenti alla Classe A++. Sebbene queste non siano cifre incredibili, considerando quanti piatti possono essere contenuti al suo interno, il consumo è soddisfacente. Questo modello non è dotato di asciugatura Zeolith®, che alcune lavastoviglie Siemens più recenti (e più costose) hanno; tuttavia, gli utenti sono entusiasti dei risultati di asciugatura e l’efficienza riguardo a quest’ultima le vale ancora una A. Durante il funzionamento, la SN236I17NE emette solo 46 dB; questo è un livello discreto che non si sentirà, quando sarete nella stanza accanto.

Riguardo alle prestazioni di lavaggio, non c’è davvero nulla di cui lamentarsi; gli utenti affermano che la loro Siemens si occupa anche di piatti molto sporchi e cibi cotti al forno. Sono disponibili sei programmi principali: Intensivo, Auto, Eco, 1 ora, Rapido e Pre-Risciacquo. Se selezionate il ciclo Automatico, i sensori Siemens regolano la temperatura e il consumo dell’acqua a seconda di quanto sia sporco e pesante il carico, proteggendo l’ambiente e il vostro portafoglio. Questo modello ha anche un ciclo di manutenzione speciale per la pulizia interna.

Inoltre, è possibile selezionare tre funzionalità extra, che offrono agli utenti la possibilità di personalizzare ogni ciclo. VarioSpeedPlus è utile quando avete bisogno di piatti puliti rapidamente, in quanto può ridurre i tempi fino al 66%. IntensiveZone è ideale per piatti molto sporchi: aumenta la pressione e la temperatura del getto nella parte inferiore. HalfLoad aiuta se si desidera eseguire un ciclo a mezzo carico; è infatti possibile abilitarlo per eseguire il lavaggio in un solo ripiano.

La Siemens SN236I17NE è eccellente anche quando si tratta di facilità d’uso e sicurezza. Gli interni sono in acciaio inossidabile e la lavastoviglie ha una garanzia di 10 anni. Grazie al sistema rackMatic®, l’altezza del cestello superiore può essere regolata fino a 5 cm, offrendo una maggiore flessibilità. Questo modello ha un terzo cestello per le posate, che garantisce migliori risultati di lavaggio e lascia più spazio nella parte inferiore. Il sistema AquaStop elimina il rischio di trasformare la vostra cucina in un acquario e il blocco bambini impedisce ai più piccoli di interferire con il dispositivo. Degli indicatori informano quando è necessario rabboccare il sale o il brillantante.

La SN236I17NE non ha molti difetti, a parte il prezzo. Questo modello non dispone di un’app; tuttavia, non la riteniamo essenziale, dal momento che questa non può comunque caricare e svuotare le lavastoviglie al posto vostro. Come accennavamo in precedenza, il consumo di energia potrebbe essere leggermente inferiore. Inoltre, gli amanti del vino potrebbero apprezzare il programma dedicato ai loro preziosi calici, sebbene anche il ciclo rapido possa essere utilizzato per lo stesso scopo. Nel complesso, la gamma di caratteristiche e la costruzione di alta qualità giustificano il prezzo. Questo modello elimina tutte le preoccupazioni legate ai piatti sporchi, permettendovi di godervi le vostre cene, e i momenti successivi.

Pro

  • Eccellenti prestazioni di lavaggio e asciugatura
  • Capacità elevata
  • Silenziosa
  • Finitura in acciaio inossidabile con rivestimento anti-impronte
  • I tempi possono essere ridotti fino al 66%
  • Altezza del cestello superiore regolabile
  • Dispone di un vassoio per le posate
  • Sensori di controllo

Contro

  • Costosa
  • Il consumo potrebbe essere inferiore
  • Nessun programma particolare per bicchieri

Specifiche tecniche

  • Tipologia: Libera installazione
  • Capacità: 14 coperti
  • Efficienza energetica: A++
  • Consumo annuale (elettricità): 266 kWh
  • Consumo annuale (acqua): 2.660 l
  • Rumorosità massima: 46 dB
  • Efficienza di asciugatura: A
  • Numero di programmi: 7
  • Avvio ritardato:
  • Aqua Stop:
  • Blocco bambini:
  • Portaposate:
  • Dimensioni (A x L x P): 84,5 x 60 x 60 cm
  • Peso: 50,6 kg
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

2. Electrolux ESF8635ROX – L’ideale per famiglie numerose

Electrolux ESF8635ROXLa lavastoviglie Electrolux ESF8635ROX è un elettrodomestico XXL a libera installazione. È spaziosa, economica e silenziosa, il che la rende una scelta eccellente per famiglie di più di 5 persone. Grazie alle finiture in acciaio inossidabile anti-impronte, il suo design è tanto impressionante quanto performante.

La capacità dell’Electrolux è di 15 coperti. Il consumo annuo resta comunque contenuto ed è stimato in 241 kWh di energia e 3.080 l di acqua, che la collocano tra i modelli A+++. Anche l’efficienza di asciugatura è ai massimi livelli. Grazie alla tecnologia AirDry, lo sportello si apre di circa 10 cm alla fine del ciclo, lasciando uscire l’aria calda e l’umidità. Gli utenti segnalano che la ESF8635ROX lava con successo anche i contenitori di plastica. Un altro vantaggio di questo modello è il suo funzionamento silenzioso. Con il livello di rumorosità massimo di soli 44 dB, è una delle lavastoviglie più silenziose sul mercato.

La lavastoviglie ESF8635ROX offre sei diversi programmi. Auto, Eco, Intensivo e il ciclo rapido di 30 minuti sono tra questi. C’è anche un programma Flexiwash per carichi misti con diversi livelli di sporco, così come un ciclo a 45° C per bicchieri e stoviglie delicate. La funzione XtraDry può essere selezionata per eliminare ogni goccia d’acqua, ad esempio, quando si lavano i piatti di plastica. L’abilitazione dell’opzione TimeManager consente di ridurre la durata del ciclo fino al 50%.

Entrambi i cestelli principali hanno delle parti pieghevoli e c’è un terzo cestello separato per le posate. Inoltre, il cestello superiore ha un’altezza regolabile e le caratteristiche SoftSpikes e SoftGrips amate dagli utenti. I gambi dei bicchieri da vino possono essere fissati saldamente in un supporto apposito, mentre dei perni in gomma li supportano delicatamente. Questo doppio fissaggio garantisce protezione dagli urti durante il lavaggio. La ESF8635ROX ha anche un girante extra a doppia rotazione che fornisce una migliore distribuzione dell’acqua e una pulizia più accurata in tutte le parti della lavastoviglie.

Il modello ESF8635ROX è dotato di un timer di 24 ore, protezione contro le perdite e indicatori di sale e brillantante. Sfortunatamente, manca il blocco bambini, il che la rende meno attraente per le famiglie. L’esperienza complessiva è positiva, con ottime recensioni per il lavaggio e l’asciugatura. Tuttavia, alcuni riferiscono che rimane poco spazio per i bicchieri se si utilizza il terzo vassoio, e lo sportello è difficile da aprire. Un altro svantaggio da menzionare è che la maggior parte dei cicli tende ad essere piuttosto lungo; soprattutto la modalità Eco, che dura quasi quattro ore. Tuttavia, la lavastoviglie ESF8635ROX ha molto da offrire e, se cercate un modello veramente spazioso, è un’opzione ideale.

Pro

  • Ottima esperienza di lavaggio
  • Capacità elevata
  • Silenziosa
  • Efficienza energetica
  • I tempi possono essere ridotti del 50%
  • Finitura anti-impronte
  • Altezza del cestello superiore regolabile
  • Contenitore per posate e bicchieri
  • Sensori di controllo

Contro

  • Costosa
  • Assenza del blocco bambini
  • Secondo alcuni lo sportello risulta difficile da chiudere

Specifiche tecniche

  • Tipologia: Libera installazione
  • Capacità: 15 coperti
  • Efficienza energetica: A+++
  • Consumo annuale (elettricità): 241 kWh
  • Consumo annuale (acqua): 3.080 l
  • Rumorosità massima: 44 dB
  • Efficienza di asciugatura: A
  • Numero di programmi: 6
  • Avvio ritardato:
  • Aqua Stop:
  • Blocco bambini: No
  • Portaposate:
  • Dimensioni (A x L x P): 85 x 60 x 61 cm
  • Peso: 42,2 kg
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

3. Hotpoint Ariston HSFC 3T127 C – La migliore per rapporto qualità prezzo

Hotpoint Ariston HSFC 3T127 C

La Hotpoint Ariston HSFC 3T127 C è una lavastoviglie compatta, affidabile e ha anche alcuni extra che la rendono la migliore per rapporto qualità prezzo. Questo modello è largo solo 45 cm; tuttavia, può contenere 10 coperti, il che è l’ideale per famiglie da 3 a 4 persone.

Con un punteggio A ++, la HSFC 3T127 C non è il modello che offre il maggior risparmio energetico, ma decisamente nemmeno il peggiore. Il consumo annuo è stimato in 212 kWh per l’energia e 2.520 litri per l’acqua. Anche l’efficienza di asciugatura riceve una A, mantenendosi in linea con i modelli più costosi. I livelli massimi di rumorosità possono raggiungere i 47 dB. Questo valore non è considerato fastidioso; tuttavia, il ciclo silenzioso/notte potrà essere utilizzato dalle persone sensibili al rumore.

Potete scegliere tra 8 programmi di lavaggio: Auto Normal, Auto Intensive, Eco, Delicate, Express 30-minutes, Night, Sanitizing e Pre-wash. Un timer è utile per impostare l’avvio dell’operazione fino a 24 ore prima e due funzioni aggiuntive consentono di personalizzare il programma selezionato. Zone Wash è essenzialmente una funzione di mezzo carico che consente di selezionare un solo cestello quando la macchina non è piena. Extra Dry aumenta la durata e la temperatura della fase di asciugatura. Questo modello ha anche sensori che misurano la quantità di particelle di sporco nell’acqua, regolandone di conseguenza il consumo, oltre alla temperatura.

Per quanto riguarda l’utilizzo e la manutenzione, l’HSFC 3T127 C ha alcune funzioni tipiche dei modelli di fascia alta. L’altezza del cestello superiore è regolabile ed il cestello stesso dispone di ripiani che possono essere impostati su tre diverse posizioni. Inoltre, il cestello inferiore è dotato di parti estraibili che consentono di fissare in posizione oggetti più grandi come le pentole. Gli indicatori informano quando la macchina sta esaurendo il sale o il brillantante. Infine, è presente una protezione contro le perdite e il pannello di controllo può essere bloccato durante l’operazione. Tuttavia, questo modello non dispone di un vassoio per posate.

Per quanto riguarda altri svantaggi, alcuni utenti ritengono che alcuni cicli siano troppo lunghi. Ad esempio, il programma Eco dura 4 ore e l’Auto Normal può impiegarne fino a 3,5. Visivamente, la lavastoviglie HSFC 3T127 C non dà la stessa sensazione di sofisticatezza dei modelli di fascia alta e alcuni utenti hanno osservato che i materiali sembrano un po’ economici. Alcuni dicono anche che, dopo il breve ciclo di 30 minuti, i piatti non vengono asciugati completamente. Sebbene l’Hotpoint Ariston HSFC 3T127 C non sia certamente impeccabile, nessuno dei suoi punti deboli è così tremendo. Questo modello si avvicina a diversi dei suoi concorrenti più costosi grazie alle sue prestazioni di lavaggio e alla gamma di funzionalità.

Pro

  • Buone prestazioni di lavaggio e asciugatura
  • Economica
  • Buona capacità in rapporto alle dimensioni contenute
  • Relativamente silenziosa
  • Altezza del cestello superiore regolabile
  • Sensori di controllo intuitivi

Contro

  • I consumi potrebbero essere inferiori
  • Manca un contenitore per posate
  • Alcuni cicli sono troppo lunghi
  • Il ciclo di 30 minuti non asciuga bene

Specifiche tecniche

  • Tipologia: Slim
  • Capacità: 10 coperti
  • Efficienza energetica: A++
  • Consumo annuale (elettricità): 212 kWh
  • Consumo annuale (acqua): 2.520 l
  • Rumorosità massima: 47 dB
  • Efficienza di asciugatura: A
  • Numero di programmi: 8
  • Avvio ritardato:
  • Aqua Stop:
  • Blocco bambini:
  • Portaposate: No
  • Dimensioni (A x L x P): 85 x 45 x 59 cm
  • Peso: 39,5 kg
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

4. Bosch SMS46NW03E – Ideale per piatti perfettamente igienizzati

Bosch SMS46NW03E

La lavastoviglie Bosch SMS46NW03E consente di aumentare la temperatura durante le fasi di lavaggio e asciugatura. Ciò garantisce eccellenti standard igienici e pulisce a fondo articoli come biberon o taglieri. Dal punto di vista della capacità, questo modello può occuparsi di 14 coperti alla volta, il che lo rende una scelta perfetta per 4-6 persone. La SMS46NW03E condivide diverse caratteristiche della nostra prima scelta, la Siemens SN236I17NE, poiché entrambi i marchi fanno parte del gruppo BSH. Anche la Bosch consuma 266 kWh di elettricità e 2.660 l di acqua all’anno; tuttavia, è leggermente più silenziosa, poiché i livelli massimi di rumore raggiungono solo 44 dB.

Ovviamente, queste specifiche avrebbero poco valore se l’SMS46NW03E non lavasse a fondo i vostri piatti; la buona notizia è che lo fa. Questa lavastoviglie riesce a rimuovere lo sporco più ostico, compresi residui induriti dai piatti e il vino rosso rappreso sui bicchieri. La gamma di programmi è molto simile a quella Siemens, inclusi 6 cicli di lavaggio principali: Auto, Intensivo, Eco, 1 ora, Pre-risciacquo e Bicchieri. Quest’ultimo merita una menzione speciale, in quanto utilizza una temperatura di lavaggio più bassa (40° C) e tempi di asciugatura più lunghi, per garantire risultati perfetti e lucentezza impeccabile. Parlando di bicchieri, la Bosch regola automaticamente anche la durezza dell’acqua. Se quest’ultima è troppo dolce corroderà il vetro e potrà far sembrare i vostri calici opachi. La SMS46NW03E risolverà il problema. Infine, questo modello ha un ciclo di manutenzione per la pulizia interna.

È possibile selezionare tre funzionalità aggiuntive per modificare ulteriormente i programmi standard. VarioSpeedPlus è un’opzione identica a quella di Siemens e può ridurre il tempo di funzionamento fino al 66%. HygienePlus aumenta la temperatura dell’acqua e la mantiene per un tempo extra-lungo così da igienizzare gli oggetti a fondo. Sebbene la maggior parte dei modelli abbia al massimo un ciclo di sanificazione, la SMS46NW03E offre questa opzione in tre diversi cicli. La funzione ExtraDry aumenta il calore e la durata della fase di asciugatura, ed è utile per piatti di plastica e oggetti simili, più difficili da asciugare.

La Bosch si distingue anche per la facilità d’uso e la sicurezza. Questo modello è dotato del sistema rackMatic® che permette di regolare l’altezza del cestello superiore e include un terzo vassoio per le posate. Sono presenti anche le funzioni AquaStop e Blocco bambini e gli indicatori segnalano quando la macchina necessita di sale, brillantante o di un ciclo di manutenzione. Proprio come con la Siemens, questo modello ha una garanzia di 10 anni. La SMS46NW03E è progettata come lavastoviglie a libera installazione; tuttavia, il pannello superiore può essere rimosso per integrarla nel mobile della cucina (questo ridurrà l’altezza da 84,5 a 81,5 cm).

Sebbene la maggior parte degli utenti sia entusiasta della lavastoviglie SMS46NW03E, una piccola critica da fare a questo modello è la mancanza di un ciclo rapido per articoli leggermente sporchi. Ammettiamo anche che la Bosch SMS46NW03E non è una lavastoviglie economica; tuttavia, la qualità corrisponde al prezzo. Bisogna dire che eccelle in diversi compiti, dalla sanificazione alla pulizia efficace dei piatti più sporchi, al trattamento delicato dei bicchieri più delicati.

Pro

  • Pulizia e asciugatura eccellenti
  • Ampia capacità
  • Silenziosa
  • Tempi riducibili fino al 66%
  • Opzione per aumentare la temperatura durante il lavaggio
  • Cestello superiore regolabile
  • Cestello per posate incluso
  • Sensori di controllo

Contro

  • Costosa
  • I consumi potrebbero essere inferiori
  • Nessun ciclo inferiore ai 60 min.

Specifiche tecniche

  • Tipologia: Libera installazione (può essere incassata nei mobili)
  • Capacità: 14 coperti
  • Efficienza energetica: A++
  • Consumo annuale (elettricità): 266 kWh
  • Consumo annuale (acqua): 2.660 l
  • Rumorosità massima: 44 dB
  • Efficienza di asciugatura: A
  • Numero di programmi: 7
  • Avvio ritardato:
  • Aqua Stop:
  • Blocco bambini:
  • Portaposate:
  • Dimensioni (A x L x P): 84,5 x 60 x 60 cm
  • Peso: 51,8 kg
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

5. Klarstein Amazonia 6 – La miglior lavastoviglie compatta

Klarstein Amazonia 6

Se la vostra famiglia non produce abbastanza stoviglie da tenere occupata una lavastoviglie di dimensioni standard, sappiate che ci sono alternative più piccole. L’Amazonia 6 di Klarstein è grande la metà di un modello standard e può essere comodamente posizionata sotto un bancone o incassata in un mobile. Come suggerisce il nome, va bene per sei coperti, il che la rende un assistente perfetta per 1-3 persone.

Dal punto di vista dei consumi, la Klarstein riceve A+; le stime annuali si attestano sui 174 kWh per l’elettricità e 1.820 litri per l’acqua. Considerata la sua capacità limitata, avremmo preferito che questi dati fossero leggermente più bassi. Anche il livello massimo di rumorosità di 49 dB è leggermente superiore alla media; tuttavia, non è eccessivamente fastidiosa.

Gli utenti ammettono che la qualità e il funzionamento vanno oltre le aspettative per un elettrodomestico così piccolo. Ci sono 6 programmi tra cui scegliere, tra cui Intensivo, Normale, Eco, Due cicli rapidi (30 e 90 min) e persino un programma per bicchieri. Se la lavatrice è stata avviata di recente, potrà essere messa in pausa per aggiungere altri piatti. La capacità di asciugatura dell’Amazonia 6 è classificata A e gli utenti riferiscono che i risultati di asciugatura sono generalmente buoni per un modello così economico. Tuttavia, dopo il ciclo più breve di 30 minuti, i piatti escono ancora bagnati. Questo modello è dotato di timer di 24 ore e spie luminose per sale e brillantante. Per quanto riguarda le caratteristiche di sicurezza, l’Amazonia 6 non è da meno rispetto alle lavastoviglie più grandi: ha la funzione AquaStop per evitare allagamenti e il pannello può essere bloccato durante il funzionamento.

Un difetto di questo modello è il suo cestello, relativamente stretto. Si tratta di un unico ripiano dove i piatti fino a 26 cm si adatteranno bene, ma gli oggetti più grandi potrebbero stare stretti. Va detto che le stoviglie di grandi dimensioni, in generale, possono dare problemi con qualsiasi lavastoviglie. Inoltre, il programma di 30 minuti non è efficientissimo dal punto di vista dell’asciugatura, e alcuni utenti si lamentano anche della durata di altri programmi: il ciclo Normale dura due ore e l’Eco sarà in funzione per 180 minuti. Nel complesso, l’Amazonia 6 non ha la stessa capacità e gamma di funzionalità dei migliori modelli full-size; tuttavia, si comporta bene ed è una gioia per coloro che non sono disposti a sacrificare troppo spazio in cucina.

Pro

  • Buona efficienza di lavaggio e asciugatura
  • Economica
  • Molto compatta
  • Relativamente silenziosa

Contro

  • Capacità ridotta
  • Non adatta a stoviglie ingombranti
  • Consumi migliorabili
  • Il ciclo da 30 minuti non asciuga bene i piatti

Specifiche tecniche

  • Tipologia: Libera installazione (può essere incassata nei mobili)
  • Capacità: 6 coperti
  • Efficienza energetica: A+
  • Consumo annuale (elettricità): 174 kWh
  • Consumo annuale (acqua): 1.820 l
  • Rumorosità massima: 49 dB
  • Efficienza di asciugatura: A
  • Numero di programmi: 6
  • Avvio ritardato:
  • Aqua Stop:
  • Blocco bambini:
  • Portaposate: No
  • Dimensioni (A x L x P): 43,5 x 55 x 49 cm
  • Peso: 21 kg
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

Guida all’acquisto di una lavastoviglie

lavastoviglie

L’acquisto di una lavastoviglie è un vero impegno finanziario. Scegliendo con attenzione, potrete risparmiare tempo, fatica e persino denaro, riducendo le vostre bollette. Le moderne lavastoviglie sono più intelligenti e più ricche di funzionalità che mai e possono durare dai 6 ai 10 anni. Ma come trovare la migliore tra gli innumerevoli modelli con dimensioni, design e funzionalità quasi identici? In questa parte del nostro articolo, vedremo le differenze tra le diverse tipologie e spiegheremo come confrontare le lavastoviglie e le loro specifiche. Elencheremo anche le funzionalità essenziali e quelle che sembrano più utili di quanto non siano in realtà.

Tipologie di lavastoviglie

Se avete intenzione di acquistare una lavastoviglie, dovrete porvi alcune domande. Ad esempio, quanto spesso la userete? Quante persone siedono di solito a tavola? Dove sarà posizionata la lavastoviglie e quanto spazio avete a disposizione?

Questi quesiti contano, perché i modelli a libera installazione (i più tradizionali) e quelli da incasso non sono le uniche opzioni sul mercato. Sebbene possano essere le scelte più popolari, esistono anche altre tipologie che potrebbero adattarsi meglio alla vostra situazione.

Le lavastoviglie da incasso sono progettate per inserirsi al meglio nella vostra cucina, proprio sotto il bancone. Richiedono una connessione indipendente all’impianto idraulico e di solito possono avere capacità pari a 12-15 coperti. Le dimensioni tipiche sono di circa 80 x 60 x 55-60 cm; tuttavia, alcuni modelli sono più alti e offrono dunque più spazio per pentole, padelle e piatti di grandi dimensioni.

Le lavastoviglie a libera installazione hanno un aspetto simile a quelle da incasso, ma non necessitano di essere supportate da mobili e possono essere installate ovunque ci siano opzioni per l’approvvigionamento idrico e il drenaggio. I colori più comuni sono il bianco, il nero e l’acciaio inossidabile.

Anche le lavastoviglie integrate hanno dimensioni simili; la differenza principale è che potrete avere un pannello di controllo personalizzato che si abbinerà perfettamente al vostro arredamento domestico. Il pannello di controllo è solitamente nascosto nella parte superiore della lavastoviglie, ed è visibile solo quando è aperto (da qui, il nome inglese di lavastoviglie “top-control”). Tale design consente all’elettrodomestico di integrarsi nella cucina; tuttavia, sarà necessaria un’assistenza professionale per l’installazione, le riparazioni e la rimozione dell’unità, se deciderete di spostarla. Alcune persone preferiscono anche un pannello di controllo più visibile, in quanto questo mostra il tempo di funzionamento rimanente. Se questa è anche la vostra preferenza, considerate di acquistare una lavastoviglie semi-integrata. Si tratta fondamentalmente di un mix ibrido. In questo modo, avrete un pannello personalizzato, ma più piccolo, con i controlli frontali accessibili attraverso un display.

Le lavastoviglie a cassetto sono meno comuni ma stanno guadagnando popolarità. Sono disponibili in unità singole o doppie, consentono una grande flessibilità di installazione e possono essere comodamente estratte (proprio come un cassetto), per caricare i piatti più facilmente. Se scegliete un modello a due cassetti, potrete comunque azionarli separatamente risparmiando acqua ed energia. Lo svantaggio delle lavastoviglie a cassetto è che tendono ad essere costose e posizionare oggetti più ingombranti può essere difficile.

Se avete poco spazio, una lavastoviglie slim vi offrirà un’alternativa compatta. Questi modelli più stretti misurano solitamente circa 45 cm di larghezza e possono contenere 8-10 coperti. La maggior parte delle lavastoviglie slim (o slimline) ha però meno funzioni rispetto ai modelli a grandezza naturale.

Le lavastoviglie portatili sono un’altra opzione per chi ha poco spazio in cucina, soprattutto se usa la lavastoviglie con parsimonia. Questi modelli hanno le ruote e possono essere rapidamente tirati fuori dall’armadio dopo una festa. Non è nemmeno richiesta nessuna installazione complicata: potrete semplicemente collegare la vostra lavastoviglie a un rubinetto e riporla una volta terminato il lavoro.

Infine, le lavastoviglie da bancone sono un’opzione per famiglie poco numerose (1-2 persone) che avrebbero difficoltà a riempire un modello con capienza standard. Questi modelli hanno all’incirca le dimensioni di un microonde e sono dotate di un solo ripiano che può contenere circa 6 coperti. Analogamente ai modelli portatili, potrete comodamente agganciarle ad un lavandino.

Leggere le etichette energetiche

Nell’Unione Europea, tutte le lavastoviglie vengono classificate in base all’efficienza energetica da A +++ a D, con A +++ che indica il maggior risparmio. Inoltre, a marzo 2021 arriveranno nuove etichette energetiche con classi dalla A alla G. I modelli più grandi generalmente tendono a ottenere punteggi più alti, ma anche A ++ e A + sono opzioni accettabili, soprattutto se cercate un modello compatto o da bancone. Tuttavia, non consigliamo di scegliere una lavastoviglie con classe energetica inferiore. Per sfruttare al meglio l’efficienza energetica del vostro elettrodomestico, ricordatevi di caricarlo completamente prima di iniziare un ciclo.

L’etichetta fornisce anche una stima del consumo annuo di acqua (l/anno) ed energia (kWh/anno). Queste cifre si basano su 280 cicli standard (circa 5 cicli a settimana). Moltiplicandoli per il costo dell’energia per kWh e per il costo dell’acqua nella vostra zona, avrete idea di quanto la lavastoviglie inciderà sulla bolletta. È possibile ridurre tale valore utilizzando principalmente il ciclo Eco, invece di quello standard.

Allo stesso tempo, modelli con consumo simile possono avere capacità differenti; quest’ultima si misura in numero di coperti. Un coperto indica stoviglie, bicchieri e posate per ciascuna persona; quindi, solitamente un piatto da portata, un piatto da dessert/snack, un bicchiere singolo, una ciotola per la zuppa, una tazza da tè/caffè, un piattino e le posate. Una lavastoviglie a grandezza naturale da 12 a 14 coperti è l’ideale per una famiglia da 4 a 6 persone. Per unità familiari più piccole una macchina da 8 a 10 coperti andrà bene e i single o le coppie non avranno bisogno di una lavastoviglie da più di 6 coperti. Naturalmente, se vi piace avere ospiti puntate al numero di coperti più alto.

Analogamente all’efficienza energetica, anche l’efficienza dell’asciugatura viene classificata su una scala da A a G e mostra quanto sia efficiente il modello in questione quando si tratta di asciugare. La maggior parte delle lavastoviglie lascia una goccia d’acqua qua o là, soprattutto su bicchieri o oggetti di plastica. Se però non vi piace pulire le stoviglie dopo averle rimosse dalla lavastoviglie, cercate un modello classificato A.

Infine, l’etichetta energetica vi informerà anche sulle emissioni di rumore. I vecchi modelli potevano arrivare fino a 80 dB, mentre le lavastoviglie moderne scendono anche al di sotto dei 40 dB (la “rumorosità” di una biblioteca). Qualunque valore al di sotto di 45 dB può essere considerato super silenzioso e non vi disturberà, anche se vi trovate in cucina. I modelli sotto i 50 dB sono ancora relativamente silenziosi, e probabilmente non li sentirete dalla stanza accanto. Una conversazione regolare è di circa 60 dB: meglio che una lavastoviglie non sia più rumorosa di questo valore.

Funzionalità

Un’occhiata all’etichetta energetica può farvi capire subito se una particolare lavastoviglie merita ulteriore considerazione, anche se i modelli efficienti sono tanti, e quest’unica caratteristica non basta. Il passaggio successivo consiste nel verificare quali sono le funzionalità extra da ricercare. In questa sezione, abbiamo elencato e spiegato le caratteristiche comuni offerte dalle moderne lavastoviglie. Certamente, non tutte sono essenziali per tutti, ma è meglio essere informati sugli optional essenziali.

Funzione anti-allagamento: spesso chiamata anche AquaStop, questa caratteristica indica che la lavastoviglie è in grado di rilevare perdite, scaricare l’acqua in eccesso e spegnersi prima che si verifichino danni significativi.

Blocco bambini: se la vostra lavastoviglie ha un pannello di controllo frontale, è altamente raccomandato un blocco bambini. La maggior parte dei modelli, al giorno d’oggi, possiede tale caratteristica; tuttavia, le famiglie con bambini piccoli dovrebbero porvi particolare attenzione prima dell’acquisto.

Interni in acciaio inossidabile: i modelli più economici utilizzano ancora la plastica, ma non è l’opzione migliore. I cestelli in acciaio inossidabile durano più a lungo e offrono una migliore insonorizzazione e asciugatura. Si noti che una lavastoviglie potrebbe avere i ripiani in acciaio inossidabile, ma non necessariamente anche tutte le superfici interne dello stesso materiale.

Finitura anti-impronte: se preferite le lavastoviglie in acciaio inossidabile, potreste volerne una con protezione anti-impronte. Il prezzo salirà, ma l’apparecchio avrà sempre un aspetto impeccabile.

Cestelli regolabili: alcune lavastoviglie hanno la possibilità di spostare i cestelli verso l’alto o verso il basso. Questa opzione è comoda, in quanto potreste aver bisogno di spazio aggiuntivo sul fondo in alcune occasioni, o trarre vantaggio dallo spazio in alto per riporre bicchieri più lunghi.

Stecche pieghevoli: questa è un’altra opzione per liberare spazio aggiuntivo per oggetti più grandi. Come suggerisce il nome, alcuni cestelli sono flessibili e si adattano alle esigenze dell’utente.

Avvio ritardato: la maggior parte dei modelli è dotata di un timer che consente di impostare l’inizio del ciclo della lavastoviglie diverse ore in anticipo.

Contenitore per posate: le lavastoviglie più economiche di solito hanno un contenitore per posate nel ripiano inferiore, mentre i modelli di fascia alta hanno un vassoio apposito, montato sopra gli altri due. Il terzo vassoio richiederà più tempo per il caricamento; tuttavia, consente di lavare più accuratamente le posate e libera spazio per stoviglie più grandi nel cestello inferiore.

Contenitore per posate del lavastoviglie

Sensori di lavaggio: questa funzione (chiamata anche fuzzy logic) si trova solo nelle lavastoviglie più avanzate. Speciali sensori misurano la quantità e il livello di ogni carico, regolando di conseguenza la temperatura e la durata del ciclo. Questo si traduce non solo in piatti più puliti, ma previene anche lo spreco di acqua ed energia.

Apertura automatica dello sportello per l’asciugatura: se solitamente lasciate aperto lo sportello della lavastoviglie una volta terminato il ciclo per asciugare i piatti, sappiate che alcuni modelli lo faranno per voi, lasciando così uscire l’aria calda e umida. Se avere piatti ultra-asciutti è importante, potete anche considerare un modello che utilizza gli zeoliti. Questi minerali assorbono efficacemente l’umidità e la convertono in calore, offrendo un risultato impeccabile.

Indicatori di sale e brillantante: il sale è necessario per proteggere la macchina dal calcare e ammorbidire l’acqua, mentre il brillantante consente un’asciugatura senza macchie e aloni. Dal momento che potreste dimenticarvi di aggiungerli, molte lavastoviglie dispongono di indicatori utili che avvisano in anticipo quando è necessario rimboccarli.

Funzioni smart: alcune lavastoviglie possono essere collegate al Wi-Fi e controllate a distanza. Altre possibili funzioni smart includono il download di programmi aggiuntivi, la regolazione dell’intensità di lavaggio e l’esecuzione di diagnosi in caso di errore. Tuttavia, anche la lavastoviglie più intelligente non sarà in grado di caricarsi o svuotarsi da sola; quindi, il prezzo aggiuntivo per l’app potrebbe non valere la spesa. Inoltre, dal punto di vista della sicurezza, non è consigliabile far funzionare la lavastoviglie quando nessuno è in casa.

Getti specializzati: alcuni produttori installano getti “speciali” per lavare a fondo le bottiglie (o anche le pentole). Se è necessario pulire spesso questi oggetti, tale funzione può essere utile.

Portabicchieri: la maggior parte dei modelli possiede un qualche tipo di struttura per mantenere i bicchieri in posizione. Alcune lavastoviglie hanno un design apposito per fissare ad esempio lo stelo dei calici, aggiungendo una protezione extra.

Filtri lavabili: uno dei motivi per cui le vecchie lavastoviglie erano così rumorose è che avevano un filtro (chiamato anche masticatore) incorporato. Al giorno d’oggi, la maggior parte dei modelli ha invece dei filtri molto più silenziosi. L’estrazione, il risciacquo e il riposizionamento del filtro richiedono generalmente solo pochi minuti; il manuale vi informerà su quanto spesso questa operazione deve essere fatta. Se invece cercate un vecchio modello con masticatore, questi possono ancora essere trovati sul mercato, ma stanno diventando sempre più rari.

Infolight: dal momento che alcune lavastoviglie sono così silenziose che potreste dimenticarvi che sono in funzione, diversi produttori hanno aggiunto la funzione Infolight ai loro modelli. Si tratta di una luce che viene proiettata sul pavimento durante il lavaggio e si spegne una volta che questo è terminato.

E tutti quei programmi?

Le lavastoviglie più semplici di solito hanno da 3 a 6 programmi, mentre i modelli più costosi ne hanno di più. Sebbene la maggior parte delle persone non abbia bisogno di una così vasta selezione, a seconda del vostro stile di vita, alcuni programmi extra possono fare comodo; per esempio, gli amanti del vino apprezzeranno un ciclo più delicato per i bicchieri. Ecco un elenco di programmi che si trovano spesso sulle lavastoviglie e a cosa servono.

Normale: questo è il ciclo predefinito per la maggior parte delle lavastoviglie, e di solito funziona a 60-65° C. È pensato per un carico completo di piatti con una normale quantità di sporco. Il consumo di energia e acqua, nonché i livelli di rumore elencati nelle specifiche, vengono generalmente misurati in fase di test durante questo ciclo (a meno che il produttore non abbia specificato diversamente).

Eco: utilizza meno acqua ed è perfetto per oggetti leggermente sporchi. In genere viene utilizzata una temperatura di 50-55° C e il tempo di esecuzione può essere più lungo rispetto al programma standard. Se risparmiare è importante, cercate una lavastoviglie con il ciclo Eco e controllate la sua durata.

Rapido: questo ciclo è utile per pulire più rapidamente le stoviglie leggermente sporche o carichi più contenuti. Va detto, però, che i consumi sono maggiori. Alcuni modelli hanno un programma specifico, mentre altri hanno un’opzione per abbreviare alcuni o addirittura tutti i cicli.

Auto: si trova solitamente sulle lavastoviglie di fascia alta e utilizza dei sensori per adattare il tempo di ciclo ad ogni carico, in base allo sporco rilevato.

Bosch lavastoviglie control panel

Intensivo: questi cicli vengono eseguiti a una temperatura più elevata e sono adatti per stoviglie con sporco incrostato, ad esempio pentole o padelle. Poiché richiedono più energia, sarebbe meglio utilizzarli solo quando ce n’è davvero bisogno.

Igienizzante: questa è un’altra modalità ad alta temperatura, ideale per gli articoli che devono essere sterilizzati, ad esempio biberon o taglieri in legno. I programmi ad alta temperatura possono essere utilizzati anche per igienizzare la lavastoviglie stessa, se il vostro modello non ha un ciclo specifico per lo scopo.

Delicato: utilizzando una pressione e una temperatura dell’acqua inferiori, questo ciclo è consigliato per piatti più fragili in vetro o porcellana (spesso, il programma si chiama come il materiale).

Solo risciacquo: si tratta di un modo rapido per pulire i piatti che non richiedono un lavaggio accurato.

Silenzioso: riduce il rumore di funzionamento e permette di avviare la lavastoviglie di notte, ma di solito la durata del programma aumenta.

Mezzo carico: se avete difficoltà a riempire la lavastoviglie, cercate un modello con l’opzione di mezzo carico, che riduce il consumo di acqua lavando gli oggetti solamente nel cestello superiore o inferiore.

Dilemmi comuni legati alle lavastoviglie

Molte persone hanno idee sbagliate sul corretto utilizzo di una lavastoviglie. Abbiamo deciso di sfatare i luoghi comuni più diffusi, così che possiate utilizzare il vostro elettrodomestico nel modo giusto.

Il risparmio prima di tutto

È opinione diffusa tra gli scettici della lavastoviglie che questi elettrodomestici sprechino troppa acqua. Tuttavia, gli studi dimostrano che nella maggior parte dei casi le lavastoviglie hanno un minore impatto ambientale e possono utilizzare fino a 9 volte meno acqua rispetto al lavaggio a mano. Usando la lavastoviglie solo quando è piena, sfruttando principalmente il programma Eco ed evitando di risciacquare a mano (ne parleremo più avanti) probabilmente noterete che la bolletta dell’acqua si ridurrà. D’altra parte, chi difende il lavaggio a mano sarà felice di apprendere che esiste un metodo che può far risparmiare ancora di più.

Sciacquare o non risciacquare, questo è il problema

I modelli di lavastoviglie più vecchi potrebbero beneficiare del risciacquo manuale, mentre le lavastoviglie moderne possono farcela da sole. Se utilizzate programmi automatici, il pre-risciacquo può far sì che la lavastoviglie sottovaluti i livelli di sporco e interrompa il ciclo in anticipo. Il risciacquo o il prelavaggio, inoltre, incideranno sul risparmio energetico finale. Ovviamente, non caricate nella lavastoviglie piatti che ancora contengono avanzi; vi basterà gettarli via e la lavastoviglie farà il resto, soprattutto se si utilizzano detersivi e brillantanti di buona qualità.

Caricamento

Una lavastoviglie riempita in modo errato non porterà solo a risultati mediocri, ma alcuni oggetti più fragili potrebbero addirittura essere danneggiati. Leggere il manuale è il modo migliore per imparare tutto ciò che c’è da sapere sul vostro elettrodomestico. Ad ogni modo, ecco qualche consiglio utile da tenere a mente:

  • Non posizionate più di un piatto in ogni fessura, né più oggetti accatastati uno sopra l’altro. Non verranno puliti o asciugati correttamente.
  • Tazze, bicchieri, ciotole e oggetti in plastica devono sempre essere collocati nel vassoio superiore, mentre piatti, padelle, pentole e altri oggetti più grandi vanno nel cestello inferiore.
  • Quando si caricano stoviglie o pentole più grandi, verificate che non ostruiscano i getti d’acqua, altrimenti potreste influenzare i risultati del lavaggio.

Ricordatevi di lavare… la lavastoviglie!

Ogni 3-6 mesi circa dovreste eseguire un ciclo di pulizia utilizzando un detersivo per lavastoviglie, così da eliminare grasso, sapone ed eventuali depositi rimasti all’interno. I modelli di ultima generazione ve lo ricorderanno automaticamente. La manutenzione dipenderà anche dalla durezza dell’acqua nella vostra zona: controllate il manuale per consigli più precisi. Se il vostro modello non dispone di un programma di pulizia dedicato, potete utilizzare il ciclo a temperatura più elevata. Anche il filtro della lavastoviglie necessita di una pulizia regolare. Sciacquatelo sotto l’acqua corrente; inoltre, potete strofinarlo con una spazzola morbida e detersivo per piatti, se necessario.

Conclusioni

Scegliere la migliore lavastoviglie può sembrare difficile, soprattutto all’inizio. Tenere sempre a mente il budget, lo spazio in cucina e le caratteristiche che ritenete più importanti: questo è sicuramente il modo giusto per iniziare. Nella Siemens SN236I17NE abbiamo trovato un modello quasi perfetto. Rimuove le macchie di cibo più difficili, elimina efficacemente tutta l’umidità, ha un design elegante, è silenziosa e sorprendentemente facile da usare. Ora che abbiamo trovato la migliore lavastoviglie, rimane solo una domanda. Come trascorrerete d’ora in poi le vostre serate libere?

Clicca per votare questo post!
Totale: 1 Media: 5
Back to top button
Close