Che cos’è un’idropulitrice?

Sarà capitato a tutti di vedere un’idropulitrice al centro commerciale o in uno spot alla tv, e aver desiderato di comprarla. Ma prima di fare questo acquisto è importante capire cos’è e come funziona una idropulitrice, in modo da prendere in considerazione un modello adatto alle proprie esigenze.

Con il termine idropulitrice si indica in genere una macchina che può essere utilizzata per pulire vari tipi di superficie, grazie a un getto d’acqua a forte pressione. Cerchiamo di capire di più di una idropulitrice e come funziona. E di rispondere alle varie domande che affollano la nostra mente, in modo semplice.

Come funziona una idropulitrice?

L’idropulitrice funziona con un motore, che può essere alimentato in vari modi, e che fa girare una pompa. In questo modo si mette a pressione l’acqua, che fuoriesce attraverso una valvola. La valvola permette di regolare la portata dell’acqua in uscita, e di conseguenza anche la sua pressione. L’acqua viene convogliata in un tubo e poi generalmente attraverso una pistola che permette di utilizzarla per diverse funzioni. Il getto che fuoriesce, infatti, proprio grazie alla pressione avrà la potenza di rimuovere lo sporco anche molto ostinato.

Il motore dell’idropulitrice può essere alimentato da energia elettrica, oppure si tratta di un motore a scoppio, alimentato da un combustibile come il gasolio o la benzina.

Gli elementi fondamentali dell’idropulitrice, sono dunque il motore, una pompa, un tubo, una pistola, una lancia e un ugello finale. Vi sono inoltre macchine con serbatoio interno per l’acqua, e altre che si attaccano direttamente alla sorgente. Le prime sono generalmente più voluminose.

Alcune idropulitrici hanno anche la funzione di riscaldare l’acqua, mentre altre invece possono essere alimentate con acqua calda o fredda in base alle esigenze, ma non possono riscaldarla. Nelle idropulitrici che riscaldano è possibile anche la produzione di vapore.

A cosa serve l’idropulitrice

Le idropulitrici trovano largo impiego sia in molti ambienti industriali e professionali, sia in casa e fuori casa. Si tratta di una macchina che consente di trasformare l’acqua in uno strumento molto potente, grazie alla pressione, dunque è molto utile in una serie di circostanze. Nei vari utilizzi è fondamentale l’ugello. Questo infatti quando è puntiforme può rendere il getto d’acqua davvero potente: può essere in grado anche di tagliare determinate superfici. In genere l’idropulitrice viene utilizzata per la pulizia delle strade, delle automobili, per la rimozione di sporco difficile.

A livello professionale le idropulitrici sono utilizzate nei centri di lavaggio di automobili e tir, macchine idropulitrici vanno in giro lasciando linde strade e piazze.

Ma a cosa serve un’idropulitrice in casa? Le risposte a questa domanda sono molte, e se decidiamo di acquistare un’idropulitrice, troveremo sicuramente molti impieghi.

Usare l’acqua per lavorare meno

Indubbiamente l’utilizzo dell’idropulitrice può risolvere vari problemi, consentendoci di faticare molto meno, e ottenere risultati in tempi rapidi. Se abbiamo terrazze e balconi, pulirli con l’idropulitrice sarà una passeggiata, rispetto ai classici metodi. Il getto d’acqua direzionato e preciso sarà utile per pulire infissi, persiane e finestre, anche negli angoli in si annidano i residui di sporco e polvere. Amiamo la nostra auto e la moto più di noi stessi? Con una idropulitrice a disposizione potremo dire addio all’autolavaggio e lavare facilmente, anche senza impiegare detergenti, tutta la carrozzeria. Avete mai lavato le pareti esterne di casa e il tetto? Con questa macchina sarà possibile farlo, e anche eliminare eventuali muffe che si formano all’esterno. Anche la pavimentazione in cemento del vialetto, difficile da pulire con altri mezzi, cederà alla pressione della nostra idropulitrice.

Utilizzi alternativi dell’idropulitrice

Oltre che per pulire, l’idropulitrice potrà venire in nostro soccorso in altre situazioni. Ad esempio il potente getto d’acqua potrà essere utilizzato per sturare dei tubi otturati. Molte macchine prevedono anche un accessorio apposito per questo scopo. Parimenti questo strumento potrà essere utilizzato anche per pulire o sturare le grondaie.

Ci stiamo preparando a dipingere il cancello di casa? Grazie alla nostra idropulitrice potremo procedere alla sabbiatura del metallo, rimuovendo rapidamente e senza fatica la vecchia vernice. Anche in questo caso servirà un elemento aggiuntivo, una sorta di tubo per l’idrosabbiatura, attraverso cui si miscelano acqua e sabbia, che grazie alla pressione elevata fanno il loro lavoro.

Come scegliere l’idropulitrice

Abbiamo capito cos’è l’idropulitrice e come funziona. Ma una volta in negozio ci troviamo davanti numerose opzioni che possono confonderci. L’ideale sarebbe scegliere un’idropulitrice adatta alle nostre esigenze. Acquistarne una eccessivamente potente, non solo ci farebbe spendere di più, ma porterebbe a consumi elevati anche dove non ce n’è bisogno. Inoltre un’idropulitrice più potente è anche più ingombrante, il che significa che occuperà moto spazio in garage, e sarà poco maneggevole. Con il risultato probabile che la utilizzeremo meno del previsto.

Anche l’idropulitrice poco potente potrebbe sembrarci inefficace e quindi sarebbe inutile. L’ideale è un buon compromesso tra i due estremi.

Dovendole utilizzare in casa e in giardino, sarebbe preferibile scegliere idropulitrici con motore elettrico. Più comode da usare, meno soggette a manutenzione, e facili da portare anche dentro casa. Ma attenzione alla lunghezza del filo. Propendiamo per una idropulitrice con motore a scoppio, se sappiamo che dovremo usarla in luoghi privi di prese di corrente elettrica. Per quanto riguarda la potenza, in linea di massima un’idropulitrice piccola o leggera, ha una pressione fino a 110 bar, ed è in grado di pulire superfici fino a 40 metri quadri. Se abbiamo un bel terrazzo grande o un giardino potrebbe essere insufficiente. Un’idropulitrice media, con pressione fino a 140 bar, è adatta anche a pulire ambienti fino a 80 metri quadri. Un modello di questo tipo può soddisfare tutte le esigenze che si possono avere in casa. Anche la presenza, nel luogo in cui la utilizzeremo, di una fonte d’acqua è un fattore di scelta. Se non è disponibile dovremo senz’altro scegliere una idropulitrice con serbatoio interno.

Suggerimenti per l’acquisto dell’idropulitrice

Ecco alcuni suggerimenti per fare la scelta giusta.

  • Controlliamo il peso e la dimensione dell’idropulitrice: dovremo essere in grado di manovrarla comodamente, per utilizzarla al meglio e ovunque.
  • Valutiamo la presenza degli accessori forniti in dotazione: strumento lava pavimenti, spazzola rotante, accessorio per tubi e grondaie, lance.
  • Prestiamo attenzione alla capienza del serbatoio per l’acqua, se presente.
  • Accertiamoci della facilità nel reperire pezzi di ricambio.