Non so se avete mai pensato che il modo più salutare di cucinare i fritti fosse avere in casa una bella friggitrice, una friggitrice senza olio, una friggitrice professionale che fosse in grado di rendere il fritto croccante e meno dannoso di quello che facciamo con la padella di casa che non è proprio quello che è giusto da usare per il cibo. A volte mi sono informata sul comprare una friggitrice elettrica, una friggitrice anche piccola che però fosse in grado di friggere in poco tempo e non cucinasse il cibo trattenendo tanto l’olio. Abbiamo avuto in casa una frigitrice che non riusciva a friggere alimenti senza inondarli di olio. E neppure questo va bene, anzi è proprio quello che stiamo rifuggendo. C’è chi allora pensa di risolvere il problema comprando una friggitrice elettrica professionale che sia in grado di rendere il fritto leggero e croccante. O chi pensa alla friggitrice solo basandosi sui prezzi ma l’idea di prezzi e friggitrice come unico termine di paragone non mi piace mai. Perché non si possono scegliere delle friggitrici elettriche o una mini friggitrice basandoci solo sul prezzo come termine di paragone. La miglior friggitrice è certamente quella per cui riusciamo a rendere felici noi e la nostra famiglia, la miglior friggitrice è quella che è in grado di risolvere tutte le nostre esigenze. Quello che cercheremo di fare in questo articolo sarà trovare la miglior friggitrice in offerta e la miglior friggitrice in offerta sarà quella che renderà credito a una serie di parametri differenti. La friggitrice che troviamo da Expert probabilmente non riuscirà mai a rendere credito a tutti i parametri che vogliamo perché la friggitrice di Expert, per quanto vogliamo dire, non avrà mai gli stessi prezzi bassi delle friggitrici che si trovano sul web. Il prezzo della friggitrice si abbassa di molto sul web e il prezzo di una friggitrice buona di qualità può fare la differenza. In questo articolo cercheremo offerte per una friggitrice di ottima qualità, sceglieremo le 5 offerte migliori per una friggitrice davvero al top. Non è stato facile e non lo è trovare una pentola friggitrice che sia davvero speciale, anche perché un elettrodomestico buono fa salire il costo di una friggitrice, quindi bisogna controllare molto bene quello che è il rapporto tra qualità e prezzo. Una friggitrice economica non sarà la scelta giusta quasi sempre, bisogna informarsi sulla friggitrice e su quale scegliere. Per scegliere la friggitrice leggeremo, poi, le 5 recensioni che ci faranno rendere conto di quale possa essere l’elettrodomestico migliore. Noi siamo qui per capire la vendita della miglior friggitrice online e questo è quello che faremo in questo articolo informativo che vi darà tutte le possibilità di scegliere il miglior acquisto possibile.

Ma che cosa sono le friggitrici e quali sono i modelli principali?

Quello che voglio farvi capire è che, nella maggior parte dei casi, questo articolo servirà proprio per indirizzare la vostra vita su quelle che sono le vostre esigenze e le vostre esigenze sono sicuramente quelle di comprare un buon elettrodomestico per la vostra casa. Negli ultimi anni sono usciti un bel po’ di modelli diversi tutti che tecnologie differenti. Ricordiamo che la frittura non è proprio la cosa più salutare che si possa mangiare e, infatti, un conto è non eccedere con le porzioni e d’altro canto è bene anche immaginare che mangiare un fritto migliore grazie a una friggitrice che faccia il suo dovere in toto altrettanto si può. Ci sono friggitrici ad aria, appunto, che sono quelle più salutari tra tutte; ma possiamo parlare anche di friggitrici quelle professionali o quelle semi-professionali, poi abbiamo quelle con il cestello che resta bloccato e quelle che hanno il cestello che gira. Queste qui con il cestello che gira permettono di usare molto meno olio del previsto.

Quella che è la struttura delle diverse friggitrici ad olio già può essere un punto di vista interessante da vedere insieme.

Abbiamo sia le friggitrici classiche, quelle a forma di parallelepipedo che assomigliano a quelle friggitrici che si trovano nei locali, quelle lì che si trovano nei fast food. Non sono macchine facilissime, diciamo che sono quelle che vengono usate da chi ha già usato queste friggitrici in passato, questo è chiaro. E al di là della presenza del termostato la friggitrice classica non ha nulla. Non ci sono filtri per gli odori, non c’è un modo per cambiare l’olio facilmente, non c’è un modo per consumare meno olio o per cercare di non schizzare tutto intorno.

Le friggitrici quelle nuova hanno un coperchio sopra, sono chiuse e hanno un cestino che ruota e che è obliquo. Queste qui sono di forma tonda e friggono anche meno chili di cibo rispetto alle prima di cui stiamo parlando. Ci sono programmi specifici che friggono vari alimenti in maniera differente e poi si può controllare quello che succede all’interno grazie ad un oblò. Non c’è solo il termostato ma anche il filtro per gli odori, vari modi per consumare meno olio, altri comfort che aiutano sia con l’uso della macchina sia per pulirla.

Poi abbiamo quelle friggitrici che hanno la struttura in metallo perché un altro discrimine, sullo scegliere o meno questo o quel modello è quello dell’ingombro. Parliamo di capacità interna, se c’è un coperchio, quanto pesa la struttura, quanto è grande. Poi, come dicevo prima, ammortizzare un bel po’ gli odori è una cosa che non può non fare la differenza.

La capacità interna rappresenta anche, in maniera palese, quanto sia grande l’elettrodomestico da comprare e faccio questo tipo di ragionamento perché so molto bene quanto possa essere importante scegliere prima la grandezza e quanto olio farci entrare dentro per farlo funzionare. Ricordo coppie di amici con friggitrici giganti mai utilizzate perché troppo grandi e che avevano bisogno di troppo olio. O famiglie di 5 persone, con figlioletti maniaci per le patatine, che perdevano ore a cucinare questi fritti in aggeggi minuscoli che forse non avrebbero accontentato neppure un single.

Quello a cui dovete pensare, quindi, prima di comprare la friggitrice è quale tipo di capacità è quella che pensate possa servire per le vostre esigenze.

Abbiamo:

  • friggitrice piccola, cioè quella che arriva fino a 1,2 litri d’olio. Questo tipo di friggitrice va benissimo per una famiglia di 4 persone
  • friggitrice media, cioè quella che arriva fino a 3 litri d’olio. Questo tipo di oggetto va bene per 6 persone.
  • friggitrice grande, cioè fino a 4 litri d’olio e che può far felice da 8 persone in su

Dobbiamo ammettere che un friggitrice sarà sempre piuttosto ingombrante in quella che è una cucina casalinga quindi io vi consiglio sempre di non abbondare e di prendere quella che è la friggitrice piccola, che non supera i 40 centimetri di larghezza e che pesa comunque i suoi bei 5 chili. Pensate bene a quello che fate soprattutto se non potete lasciare la friggitrice sul piano della cucina per mancanza di spazio e quindi sarete sempre lì a prendere a riporre il vostro elettrodomestico. Trovate sempre lo spazio per rimettere a posto l’elettrodomestico, non pensate troppo in grande se non avete una posizione sicura dove piazzare la friggitrice.

Altra cosa interessante da scoprire è proprio il cestello. Infatti abbiamo i cestelli statici e quelli rotanti. Il cestello statico è quello tradizionale. Lo si alza e poi lo si immerge durante la cottura. Per muovere il cibo si può usare un mestolo ma il cestello resterà fisso dov’è. Il cestello rotante, invece, è quello di nuova generazione e stiamo parlando di cestelli obliqui che automaticamente spostano i pezzi di cibo che vengono fritti. Proprio per questo motivo, cioè che sono obliqui e al tempo stesso si muove, una friggitrice del genere consuma molto meno olio. Pare che il fritto, però, risulti decisamente diverso tra un cestello statico e uno rotante, quindi poi quello che preferite dovrà anche essere basato sul vostro gusto, pensateci.

Ultimo ma fondamentale per la struttura: il coperchio. Io preferisco nettamente le friggitrici che si richiudono con il coperchio perché così non abbiamo problemi di schizzi e siamo protette durante la cottura. In più il coperchio tiene la struttura più stabile ed è giusto che venga usato. Sempre che poi si possa staccare e lavare così da tenere sempre la friggitrice pulita.

Come funzionano le friggitrici?

Le friggitrici funzionano grazie alla velocità con cui si riscalda l’olio o il grasso che usiamo per friggere (pensiamo allo strutto che viene usato per lo gnocco fritto modenese) e soprattutto se grazie a questa velocità e alla potenza noi siamo in grado di mantenere una costante temperatura alta dell’olio. Se la temperatura perde colpi allora il fritto non sarà buono e se ci mettiamo troppo tempo per riscaldare l’olio non facciamo altro che consumare un bel po’ di elettricità in più. Quindi cerchiamo una friggitrice che sia veloce nel riscaldare ma anche che sia in grado di tenere la temperatura come la desideriamo per quel tipo di alimento. Infatti dobbiamo tutti sapere che ogni tipo di alimento ha la sua temperatura perfetta di frittura. Consiglio, però, per tutti e anni e anni di cucina e programmi di cucina servono sempre: sarebbe bene per controllare la temperatura dell’olio prima di immergerci patatine o quello che vogliamo, provare l’olio con un pezzo di pastella o di patata o anche immergendoci la forchetta. Se l’olio inizia a creare delle bollicine fitte attorno al pezzettino allora l’olio è pronto. Se non sfrigola e non crea quelle bolle l’olio non è ancora pronto. E se l’olio non è pronto allora l’alimento che abbiamo buttato nel cestello si riempirà completamente di olio freddo e non si friggerà attorno, quindi sarà pesante e non fritto. Grazie a questo tipo di considerazioni che ci hanno fatto capire come funzioni una friggitrice abbiamo anche capito che sia meglio scegliere un elettrodomestico che non abbia proprio un wattaggio basso, anzi. Le friggitrici hanno una potenza compresa tra 1400 e poi le 2000 watt. Quelle da 2000 watt ovviamente si riscaldano in una maniera molto più veloce rispetto a una friggitrice che ha meno wattaggio. Altrettanto chiaro è che un wattaggio più importante consuma più energia elettrica. Quindi attenzione sempre alla vostra bolletta e poi pensate a quale tipo di friggitrice vi possa sembrare più interessante. Se poi volete proprio cambiare idea e diventare grandi protagonisti della frittura più moderna che esista allora è bene pensare di comprare una bella friggitrice ad aria che permette di friggere gli alimenti con l’aria e non con la presenza di olio o altro grasso.

Altro consiglio, invece, per chi ha voglia di prendere una friggitrice normale: mi raccomando l’olio non va riutilizzato tante volte, non lasciatelo lì dentro, non combinate pasticci. Il risultato sarà sempre e comunque veramente cattivo se l’olio è vecchio, quindi mi raccomando a voi.

Devo anche ammettere che a me piace moltissimo che sulle friggitrici ci siano tutte le istruzioni possibili.

Lo sapete perché? Perché alcune di queste macchine, soprattutto se parliamo di un elettrodomestico di qualche anno fa, non stiamo parlando di macchine intellegibili. E se non capiamo quale sia il momento giusto o la temperatura giusta per friggere prodotti freschi o surgelati allora diventa un po’ difficile. Ci sono le nuove friggitrici che hanno indicate le temperature a cui friggere gli alimenti. Allora ve ne dico qualcuna random perché mi sembra sia giusto darvi qualche nozione per friggere alla grande: le melanzane vanno fritte a 150 gradi, per patatine e pesce stiamo sui 170 gradi, per le frittelle dolci sui 180. Gli alimenti surgelati devono essere fritti a temperature più alte, sui 190 gradi. Quelle che mi sembrano le friggitrici più interessanti hanno tabelle con le informazioni molto dettagliate. Infatti ogni alimento avrà temperatura e anche il tempo di frittura. Anche se comunque c’è di mezzo un timer il mio consiglio è di non abbandonare la friggitrice e fare altro durante la frittura. Parliamo di temperature super elevate e non è proprio il caso di lasciarle fare tutto da sé senza la vostra presenza. Comunque avremo anche, e certamente:

  • un’apertura a pulsante per il coperchio
  • un pulsante che accenda e spenga la friggitrice
  • spie luminose varie, sia per la temperatura dell’olio che per il tempo di frittura

Parti da cui sono costituite le friggitrici

Abbiamo capito che la friggitrice quella per casa di solito non è tanto grande e, soprattutto, ha una forma cilindrica. Al di là del cestello che è quello dove viene inserito il cibo e del serbatoio dove viene messo l’olio abbiamo un piccolo scolo di drenaggio per l’olio, tubicino che serve sempre e poi dobbiamo, a mio avviso e questo dovrebbe essere l’avviso di tutti, essere sempre in grado di pensare che i materiali usati siano buoni. Mettiamo il caso di essere estremamente distratti o di avere in casa bambini in quell’età infelice in cui toccano tutto. Se la friggitrice in funzione non avesse materiale termoisolante all’esterno rischieremmo di farci tutti molto male. Invece è dannatamente importante che i materiali di cui sono costituiti queste friggitrici siano buoni. E non solo per problemi di sicurezza di cui, ovviamente, parliamo a ragione. Ma anche solo per mangiare cose cucinate bene, che non sappiano di plastica, che non diventino orribili come orribile è la struttura della friggitrice.

Quali sono le caratteristiche principali della friggitrice ad olio

Quando penso al fritto penso a uno sfizio a cui posso rinunciare ma a cui non voglio rinunciare perché comunque è una cosa che mi piace molto penso sempre a come farlo nel migliore dei modi possibili. E questo è possibile solo usando ottimi prodotti e usando una friggitrice di buon livello. Io parto sempre da un presupposto e ho piacere a parlarne con voi: ci sono alcuni momenti nella vita in cui non bisogna fare economia. Non bisogna fare economia sugli oggetti che hanno a che fare con la nostra salute, non bisogna fare economia con quelli che sono gli oggetti che servono per la cucina e con il cibo. Ed è una cosa davvero che credo debba arrivare al cuore e nella testa delle persone. Ma non è solo qui in cucina che dovremmo fare i conti con quelli che sono i nostri limiti economici e anche di interesse. C’è gente che fa acquisti senza sapere neppure di cosa si sta parlando, stiamo ragionando sull’interesse, appunto, che la gente non dà ai propri acquisti e compra cose scadenti. Visto che stiamo parlando di friggitrici e quindi di qualcosa di buono per la nostra cucina e per la nostra bocca, per il nostro organismo, vi prego di farvi informare da articoli come il nostro, onesto come il nostro, così che siate in grado di scegliere non una schifezza di plastica ma un alleato in cucina per piccoli e grandi. La friggitrice deve essere buona, deve avere recensioni buone, può e deve essere di marca o almeno conosciuta e deve avere un prezzo che sia giusto rispetto alla sua qualità.

Cos’altro ti servirà per usare una friggitrice ad olio?

Ci vuole, a mio avviso, l’idea di una scelta di wattaggio adeguata, una rete elettrica a supporto, un bello spazio in cucina o nei pensili per tenerla quando non la usiamo e, soprattutto, l’olio buono. Inutile perdere tempo con chiacchiere inutili quando si parla di cibo. Se siamo qui a parlare di friggitrice da comprare in casa è che forse vogliamo dare ai nostri figli un prodotto migliore da quello che può essere una patatina da fast food. E proprio perché non vogliamo dare ai nostri bambini un prodotto che non conosciamo è bene pensare che anche gli alimenti e l’olio che usiamo in casa dovrà essere una vera e propria eccellenza. Allora sì all’olio buono, a quello che non costa davvero poco, a un olio che conosciamo e a un olio che cambieremo sempre o spesso (devo ammetterlo, quando finisco una sessione di fritto per me è impensabile lasciare l’olio nella cisterna della friggitrice, quindi finito quel giorno di fritto, io l’olio lo metto nell’apposito contenitore e poi lo vado a gettare).

Qual è la fascia di prezzo media delle friggitrici?

Vale sempre il pensiero di che materiale, che potenza e che capienza abbiano. Ci sono modelli semplici che non costano più 30 euro e modelli più sofisticati che costano più di 150 euro. Tranne che non siate dei giovani virgulti fuori sede io vi consiglio di spendere sempre qualche soldo in più e avere qualche optional come il bellissimo filtro anti-odore che lascia trattenere un bel po’ di odori di fritto sgradevoli per noi e per quelli che sono con noi in casa.

Vantaggi e svantaggi delle friggitrici

Io non sono un’amante del fritto a tutti i costi ma ogni tanto, soprattutto ad una festa o se abbiamo dei bambini a cui fare da mangiare, una bella patatina fritta o una bella melanzana a doppia frittura per la parmigiana non è una cosa tanto impensabile. Immaginate solo un bel party e una zeppola da mangiare appena fritta. Insomma non è che uno la frittura non la faccia mai e sarebbe anche molto bello imparare a mangiare cose buone fritte bene che è sempre il grande problema di locali e case mediocri che ci hanno insegnato a mangiare un fritto moscio e pieno d’olio. Il fritto vero è croccante e non è ricco di olio, perché se l’olio è a temperatura l’olio non fa male, non ci fa male, l’olio non penetra l’alimento che stiamo friggendo ma ne fa solo la doratura esterna. Quindi il vantaggio di avere in casa una buona friggitrice è di fare finalmente del buon fritto. Lo svantaggio, a mio avviso, è comprare una friggitrice troppo ingombrante per la propria casa e che sia di materiale scadente, quindi non sia in grado di tenere l’olio alla temperatura giusta e frigga male.

In quali situazioni le friggitrici sono le più utili?

Io trovo la friggitrice utilissima in presenza di bambini e ancora più utile se abbiamo qualche festa in cui vogliamo accontentare grandi e piccini. So che si percepirà il mio essere del sud ma l’idea di una festa di natale con del pesce fritto cucinato da una friggitrice che abbia il filtro anti-odore e che quindi permetta un fritto asciutto e croccante senza quell’odore forte in casa è un vero e proprio miracolo delle feste natalizie.

Come scegliere la friggitrice ad olio giusta per le tue esigenze?

Mi raccomando di scegliere sempre quel tipo di friggitrice che sia grande il giusto, cioè senza esagerare con un serbatoio che ha bisogno di tanto olio per funzionare e che abbia quindi bisogno di tanto spazio in cucina perché non è proprio una grande idea prendere uno spazio così grande in uno spazio come la nostra casa (che è comunque piccola) per prendere una friggitrice grande per due persone.

Come prendersi cura di una friggitrice ad olio?

Il chiodo fisso di prendersi cura degli oggetti che compriamo sul web è quello di capire anche come funzionino questi oggetti e se si scompongono abbastanza bene per essere sciacquati e lavati con la lavastoviglie. Mi raccomando, quindi, perché non è una cosa di cui parliamo abbastanza spesso, di comprare una friggitrice che abbia tutti i pezzi che si staccano così che possano essere lavati ciascuno per sé, anche il coperchio che a volte non stacca e quindi ha nel suo interno un sacco di schizzi di olio.

Suggerimenti sull’utilizzo di friggitrici

Usate prodotti buoni, usate alimenti di alti livello, usate olio di grande qualità, cercate sempre di usarlo in una stanza o in una situazione in cui abbiamo sufficiente corrente elettrica, per non cadere in quelle situazioni poco piacevoli in cui abbiamo poca elettricità e quindi poca possibilità di rendere l’olio alla temperatura giusta. Senza temperatura giusta il fritto diventa sempre poco croccante e molto unto, due cose che non vorremmo mai. E poi sempre fatte con un materiale che sia molto termorepellente, quindi sia possibile sempre e comunque toccare l’esterno perché non diventa incandescente. Siamo arrivati alla fine delle prima parte dell’articolo e ora iniziamo quella parte che parla di recensioni di prodotti che ci sono sembrati essere davvero i migliori sul web di questo ultimo anno. Quindi non solo recensioni positive, come molte volte troviamo sul web, come delle grandi pubblicità a cui nessuno crede. Noi crediamo alla sincerità, scriviamo recensioni sincere in cui c’è un vantaggio e uno svantaggio, un pro e un contro sempre da recensire senza omettere nulla. Siete pronti per l’ultima parte del viaggio insieme a noi alla scoperta delle migliori friggitrici sul mercato?

 

1. Aigostar Friggitrice Revisione

Aigostar ha sede in Lombardia e lavora come quei vecchi cataloghi anni Ottanta che ti arrivavano a casa e su cui potevi comprare di tutto. Translate questo tipo di atteggiamento su questo che è un catalogo on line ed è bene pensare che ognuno di questi oggetti è prodotto dall’azienda stessa che se ne assume gli oneri e gli onori riuscendo a venderli a un prezzo molto più basso di quello che dovrebbe essere in realtà visto come funzionano questi apparecchi. Si parla di oggetti per la casa ma non solo, anche illuminazione, elettricità come multiprese e adattatori per i cavi.

Visto il prezzo di questa friggitrice che è una di quelle classiche e ha una capienza di 3 litri si potrebbe pensare che sia l’orrida cinesata che non vale nulla e dopo due giorni si rompe e non c’è nulla da fare. Invece questo è un prodotto molto buono, è davvero molto solido e robusto e frigge molto bene.

E’ una bella friggitrice, una di quelle che costa un bel po’ anche perché è piuttosto grande e quindi uno si aspetta che costi un sacco. E questa è una di quelle cose che invece viene completamente ribaltata da Aigostar che fa pagare questo prodotto pochissimo.

Modello classico, rettangolare, senza coperchio, con il cestello che si immerge nella cisterna dell’olio. Non possiamo non definire piuttosto spartano questo modello e al tempo stesso considerarlo un evergreen.

Vantaggi:

  • commenti tutti positivi per questo che è considerato un prodotto bellissimo anche se viene usato per delle grandi giornate solo di fritto
  • ottimo perché lavabile dappertutto

Svantaggi:

  • nessun commento negativo è stato riscontrato su questo tipo di prodotto

 

2. Tefal FR5101 Revisione

Tefal nasce in Francia nel 1956 e cavalca tutti questi anni con grande solidità, data anche dalla grande qualità dei piccoli elettrodomestici per la casa che continua a produrre da più di 60 anni. Ricordo con grande piacere il successo del tostapane negli anni settanta così come del ferro da stiro nei primi anni ottanta. In questi anni 20 quasi del Duemila ha recuperato moltissimo terreno sugli avversari con dei prodotti di altissimo livello che riescono ad essere venduti a dei prezzi più che concorrenziali. Non possiamo dire di meglio o altro perché questo è tutto quello di cui il nuovo mercato globale ha bisogno, di aziende tradizionali che sanno come cambiare in meglio.

Filtro antiodore per una friggitrice che considerare semi-professionale è decisamente poco vista la quantità di comfort che supporta a discapito di un prezzo che è decisamente basso di tutto quello di cui stiamo parlando qui. 3 litri di capienza, l’olio subito si ripulisce dai residui, wattaggio potente per un gran bel prodotto.

Ha una zona fredda, una capacità di ripulire direttamente l’olio dalle scorie e una bella velocità nel riscaldare l’olio che di certo non fa male per avere un fritto che sia davvero da ristorante di alto livello.

Questo è un prodotto molto versatile anche perché è davvero una di quelle friggitrici che definire professionali non è di certo un peccato. Molto bella da tenere a casa, molto facile, si pulisce ancora più facilmente.

Vantaggi:

  • moltissimi commenti non fanno che seguire l’idea che tutto quello che ci troviamo davanti sia un prodotto che funziona meglio di un ristorante

Svantaggi:

  • solo un commento negativo che parla di una rottura di questo apparecchio inspiegabilmente dopo un anno e mezzo soltanto

 

3. Aicok Friggitrice Mini Revisione

Quando mi trovo a parlare di queste aziende che vengono dalla Cina non posso che restare sempre molto colpita da quella che è la strategia mondiale che, negli ultimi anni, queste aziende hanno portato nel resto del mondo: prodotti di altissima qualità, molto solidi e robusti, che vengono venduti a dei prezzi che non posso non definire assolutamente concorrenziali. Questo grazie al fatto che non ragioniamo più su una vendita singola ma su una vendita legata a una distribuzione globale che permette di vendere molti pezzi e quindi di tenere i prezzi decisamente bassi.

Il prezzo è bassissimo, il wattaggio è basso (circa 900w) ma qui stiamo parlando sempre di una friggitrice che fa decisamente il suo dovere, soprattutto per delle famiglie piccole di massimo 3 persone. Non posso infatti non definire questo acquisto perfetto per quei nuclei familiari non giganti che abbiamo voglia di rendere felice con questo bell’apparecchio.

La qualità è ottima, non c’è nulla da dire su questo che è certamente un prodotto molto robusto.

Se non hai un nucleo famigliare numeroso a volte ti trovi schiacciata nel comprare una friggitrice parecchio grande che quindi consuma molto olio e molta corrente, molto più di quanto serva a una famiglia piccola che non vuole poi friggere quantità incredibili di cibo. Proprio per questo è un bell’acquisto da proporre.

Vantaggi:

  • nulla di meglio da dire per una friggitrice piccolina ma perfetta per friggere piatti perfetti
  • non c’è bisogno di utilizzare tanto olio per friggere bene quegli alimenti che vogliamo
  • non c’è bisogno di tanta corrente elettrica avendo un wattaggio parecchio basso

Svantaggi:

  • nessun commento negativo è stato riscontrato in questo che è davvero un bel prodotto

 

4. De’Longhi F28533.W1 Revisione

De’ Longhi è un marchio italiano molto famoso che ha, ancora adesso, un fatturato davvero pazzesco di miliardi di euro. Con sede a Treviso negli anni ha allargato sempre di più gli interessi che partivano dal settore del riscaldamento e dei condizionatori d’aria (ricordiamo uno dei più noti prodotti come il Pinguino). L’azienda nasce nel 1902 come fabbrica di stufe di legna e poi segue, con grande costanza, tutte le mode del secolo scorso raggiungendo grande successo tra gli anni 70 e gli anni 80 con il Pinguino di cui abbiamo già parlato e lo Sfornatutto, grande successo dei primi anni Ottanta. Negli ultimi anni ha acquistato anche altre compagnie satellite per allargare la potenza dei suoi prodotti.

Molto piccolo e al tempo stesso molto funzionale, con un filtro anti-odore che di certo fa la differenza. Il costo non è contenutissimo ma si paga la marca, la garanzia di una certa qualità e poi i materiali. Parliamo di una friggitrice piccola, che non arriva a un litro e 200 di capienza.

Il cestello rotante che quindi permette di utilizzare molto meno olio mi sembra la migliore delle idee possibili per un prodotto che fa la differenza in cucina. Questa del cestello rotante è una di quelle novità che divide gli amanti del fritto in due fazioni molto agguerrite ma di certo non difficili da gestire.

Qualità De’ Longhi per quella che è una friggitrice molto compatta e a noi questa cosa che non occupi così tanto spazio ci piace proprio molto.

Vantaggi:

  • in alcuni casi viene considerato il migliore dei prodotti possibili da trovare sul mercato

Svantaggi:

  • in alcuni altri commenti c’è della gente che è rimasta delusa essendosi rotto troppo facilmente

 

5. Ariete 4612 Revisione

Ariete è un’azienda toscana che nasce nel 1964 e credo che fin dall’inizio abbia reso marito, in maniera fondamentale, a tutto quello che è lo spirito creativo dei toscani che non si arrendono mai. Negli anni 80 ha il suo boom prima con il tostapane poi con la più grande delle invenzioni in cucina: la grattugia elettrica Gratì che è ancora il suo core business. Se pensiamo alla semplicità dell’idea e al fatto che abbia rivoluzionato un certo tipo di cucina all’insegna dei tempi più stretti e di maggiore comodità non possiamo che parlarne bene. Negli ultimissimi anni è stato inglobato, restando come marchio, nel gruppo industriale De’ Longhi di cui abbiamo parlato prima.

Grandissimo progetto questa friggitrice compatta che a un prezzo davvero molto basso mette insieme le caratteristiche e la garanzia di un prodotto Ariete con una bella friggitrice piccola ma che contiene 3 litri di olio, quindi bella grande alla fine.

Il modello è quello Easy Fry quindi è facilissimo da fa funzionare e ancora più facile da pulire, che è sempre stato uno dei fiori all’occhiello dell’azienda. Prodotti facili ma che funzionino molto bene.

Ogni pezzo si stacca quindi è molto facile da pulire e mi raccomando di pulirlo bene perché è veramente facile che possano restare quei residui di olio vecchio che contaminano prodotti e olio nuovo.

Vantaggi:

  • molti sostengono che sia proprio un bel prodotto e che si capisca che Easy Fry non è solo una trovata pubblicitaria ma un vero e proprio modo di vivere il fritto

Svantaggi:

  • alcuni altri sostengono che il gioco non valga la candela e che parliamo di un prodotto piuttosto scarso rispetto al nome