I deumidificatori sono macchine abbastanza simili ai condizionatori d’aria, in quanto riducono entrambi il livello di umidità di un determinato spazio. Anche se condividono questa caratteristica, ci sono alcune differenze che dovrebbero essere notate.

Differenze tra deumidificatore e condizionatore

Un condizionatore d’aria è abbastanza simile a un deumidificatore. Tuttavia, la principale differenza tra i due, è che l’aria di un deumidificatore passa sopra una serie di serpentine di raffreddamento (o evaporatore) e immediatamente sopra una serie di serpentine di riscaldamento (condensatore) e torna nella stanza come aria secca.

In un condizionatore d’aria, invece, l’aria viene passa sopra le serpentine di raffreddamento e quindi viene reimmessa nella stanza. Quindi il freon riscaldato passa attraverso un tubo (fuori dalla casa) e penetra nelle serpentine di riscaldamento e l’aria esterna lo attraversa, prima di uscire.

Un deumidificatore svolge l’importante funzione di estrarre l’umidità sotto forma di vapore dall’aria e di mantenere l’aria circostante fresca. L’unico sforzo manuale da compiere è quello di svuotare il serbatoio di raccolta quando è pieno di acqua condensata.

I condizionatori d’aria offrono varie funzioni intuitive. La caratteristica più sorprendente è lo spegnimento automatico. Fornisce un segnale per indicare che il serbatoio di raccolta è pieno di acqua condensata e che deve essere svuotato. Questo assicura che non vi siano fuoriuscite e perdite d’acqua. Altri vantaggi distintivi di un climatizzatore deumidificatore d’aria sono:

  • Elimina i cattivi odori
  • L’umidità viene mantenuta a un livello confortevole
  • Previene la formazione di funghi mantenendo i livelli di umidità corretti

Similitudini tra deumidificatore e condizionatore d’aria

In che modo un deumidificatore è simile a un condizionatore d’aria?

Secondo la American Society of Heating, Refrigerating and Air-Conditioning Engineers (ASHRAE), un condizionatore d’aria dovrebbe essere in grado di fare quanto segue:

  • Mantenere un’umidità adeguata in tutte le parti di un edificio
  • Liberare l’aria dall’umidità eccessiva durante determinate stagioni
  • Fornire una ventilazione costante e adeguata
  • Rimuovere efficacemente microrganismi, polvere, fuliggine e altri corpi estranei dall’aria
  • Raffreddare efficacemente l’aria della stanza in determinate stagioni

Molti si chiedono, ma i condizionatori d’aria deumidificano? Sì, i condizionatori d’aria deumidificano, ma per decidere se acquistare un deumidificatore o condizionatore, dovrete chiedervi quale verrà incontro alle vostre esigenze. Anche se un condizionatore d’aria è l’ideale durante la stagione estiva per rendere l’aria più fresca, potrebbe non fornire abbastanza sollievo dall’umidità eccessiva in luoghi della nostra casa o se si vive in una zona dell’Italia ad alto tasso di umidità.

Consumo energetico: meglio un deumidificatore o un condizionatore d’aria?

Non è semplice sottolineare la differenza tra condizionatore e deumidificatore in termini di consumo energetico, perché questo è soggetto a più variabili, ma proviamoci lo stesso. Il consumo deumidificatore condizionatore ad esempio, può dipendere dal fatto che si tratti di una unità split o a finestra.

Le unità a finestra in “modalità di deumidificazione” di solito impostano la velocità della ventola su bassa, per dare all’aria più tempo di permanenza sulla bobina per estrarre più umidità, ma il consumo di energia non cambia molto – solo la differenza nella velocità della ventola, forse 25- 50 W in meno rispetto all’alta velocità. Bisogna procurarsi un misuratore Kill-A-Watt per scoprirlo efficacemente.

Se si tratta di un deumidificatore climatizzatore a sistema split, potrebbe essere leggermente più “smart” in quanto proverà a non raffreddare eccessivamente lo spazio durante la deumidificazione, ma non ci sarà un grosso risparmio energetico in questo senso.

Alla fin dei conti, c’è sempre un compressore in funzione come sottolineato dall’ENEA (Agenzia Nazionale Efficienza Energetica). La differenza è se il condizionatore d’aria rende lo spazio troppo freddo durante la deumidificazione. In tal caso, un deumidificatore indipendente è probabilmente il modo migliore per procedere, ma il consumo di energia sarà all’incirca lo stesso per la stessa quantità di umidità rimossa.

Qual è il sistema migliore per ridurre l’umidità?

Innanzitutto, è importante comprendere la differenza tra un condizionatore d’aria e un deumidificatore. Il tuo obiettivo alla fine deciderà cosa ti serve. Un deumidificatore rimuoverà l’umidità in eccesso senza far scendere significativamente la temperatura. Un condizionatore d’aria ridurrà l’umidità e abbasserà significativamente la temperatura.

Pertanto, i deumidificatori sono meglio utilizzati in situazioni in cui l’umidità è un problema, ma in cui non è richiesto un raffreddamento significativo dell’ambiente. Un condizionatore d’aria è più adatto quando l’obiettivo principale è il raffreddamento, anche se, di default, funge anche da deumidificatore.

Al giorno d’oggi molti buoni condizionatori portatili hanno una funzione che consente di separare effettivamente le funzioni di raffreddamento e deumidificazione. Questo è fantastico perché puoi quindi utilizzare il condizionatore d’aria come un potente deumidificatore in inverno (senza rendere la casa ancora più fredda!) e poi cambiarlo per usarlo come unità di climatizzazione esterna nei mesi estivi.

Un deumidificatore utilizza sia bobine calde che fredde. L’aria della stanza viene aspirata nel deumidificatore e passata sopra le bobine fredde, causando condensa. L’aria quindi passa sopra le bobine calde all’uscita, ripristinando l’area a temperatura ambiente.

Un condizionatore d’aria ha solo bobine fredde. Quindi, il vapore si condensa comunque, ma l’aria che viene rilasciata nella stanza è molto più fresca.

In effetti non è mai necessario eseguire contemporaneamente un condizionatore d’aria e un deumidificatore.

Ricapitolando, ecco cosa ti serve effettivamente!

I deumidificatori tendono ad essere meno costosi delle unità di condizionamento dell’aria e consumano anche meno elettricità. Tuttavia, non importa quanto sia potente un deumidificatore che acquisti, non ridurrà mai veramente la temperatura di una stanza calda a livelli normali. Tuttavia manterrà bassi i livelli di umidità e proteggerà te e la tua casa da umidità, muffe e condensa tutto l’anno. È anche più piccolo e meno rumoroso di un’unità di aria condizionata.

Un condizionatore d’aria costa di più e consuma anche di più, ma il compito è quello di mantenerti fresco durante i mesi estivi e lo fa infinitamente meglio di un deumidificatore. Inoltre, se lo desideri, puoi utilizzare il tuo condizionatore d’aria in inverno per fare il lavoro di un deumidificatore. Ora tocca a te scegliere!