Se sei qui per sapere il deumidificatore come funziona, allora sei nel posto giusto! In questo articolo, oltre a spiegarti come funziona un deumidificatore, ti diremo anche il deumidificatore a cosa serve e molto altro ancora. Per cui continua a leggere e scopri tutto ciò che devi sapere sul deumidificatore.

Che cos’è un deumidificatore?

Un deumidificatore è un po’ come un aspirapolvere: aspira aria nella tua stanza da una parte, ne estrae l’umidità e poi la espelle di nuovo nella stanza dall’altra parte. L’umidità penetra sotto forma di acqua in un serbatoio di raccolta che di tanto in tanto devi svuotare. Come viene rimossa l’umidità? È qui che un deumidificatore è più simile a un condizionatore d’aria che, di per sé, funziona un po’ come un frigorifero! Confuso da tutti questi apparecchi? Allora cerchiamo di capire come funziona un deumidificatore.

A cosa serve

A cosa serve il deumidificatore? Siamo delle sacche d’acqua che camminano. Il corpo di un adulto, in genere, è composto dal 60% di acqua, ma ciò non significa che le nostre case dovrebbero essere degli acquari! L’umidità elevata può causare molti tipi di problemi. Può far ammuffire i vestiti nell’armadio, fa male ai computer (può causare ruggine o cortocircuiti all’interno dei case) e alle apparecchiature ottiche (ecco perché cose come macchine fotografiche e binocoli sono venduti con bustine assorbenti per l’acqua di gel in silice) e fa male anche alla salute.

Secondo una revisione scientifica degli effetti sulla salute dell’umidità pubblicata nel 1986 da Arundel et al, alti livelli di umidità interna possono favorire la crescita di batteri, virus, acari e funghi e più infezioni respiratorie e malattie: La maggior parte delle malattie causate dall’umidità relativa, sarebbero ridotte al minimo mantenendo livelli interni di umidità compresi tra il 40 e il 60%.

Come funziona

Raffreddando l’aria, il deumidificatore è in grado di trattenere le gocce di umidità e quando l’aria ha più umidità di quanta ne possa contenere, forma quella condensa. La condensa si raccoglie quindi in una bacinella o in un secchio per essere smaltita mentre l’aria, ora raffreddata, ritorna sul motore caldo dei deumidificatori e viene leggermente riscaldata prima di essere scaricata nuovamente nella stanza. Essendo leggermente riscaldata, l’aria che esce dal deumidificatore è secca e calda, il che significa che attirerà l’umidità come un magnete e massimizzerà l’efficienza del deumidificatore. Quindi:

  • L’aria viene aspirata nell’unità da un ventilatore
  • L’aria passa sopra una superficie fredda
  • Quando l’aria si raffredda, l’umidità si condensa
  • L’acqua cade nel contenitore
  • L’aria viene riscaldata nuovamente dal sistema di recupero del calore
  • L’aria ritorna nella stanza di 2°C più calda e considerevolmente più asciutta
  • Il sistema di scongelamento disattiva automaticamente l’unità se necessario
  • L’unità si spegne automaticamente quando il contenitore è pieno
  • Quando l’unità raggiunge il livello di asciugatura selezionato, si spegne automaticamente

Come usare un deumidificatore?

Se vuoi sapere come usare il deumidificatore, continua a leggere. Una volta che hai scelto il giusto tipo di deumidificatore per la tua casa, imparare a gestirlo correttamente può essere un po’ scoraggiante e travolgente, ma una volta che conosci le basi, ottenere il massimo dal tuo deumidificatore è facile.

Innanzitutto, è importante posizionarlo nel luogo corretta in una stanza. Se il tuo deumidificatore ha uno scarico d’aria sulla parte superiore dell’unità, dovresti essere libero di posizionarlo contro un muro. Per le macchine che spingono l’aria dal lato, devi assicurarti che l’unità abbia molto spazio attorno.

È importante ricordare che un deumidificatore funziona meglio quando l’aria circostante è in grado di circolare. Sebbene molte persone preferiscano avere i loro deumidificatori nascosti in un angolo della stanza, ricorda di avere uno spazio di circa 20-30 centimetri attorno a tutti i lati dell’unità.

Quanto tempo devo tenere acceso il deumidificatore?

Il deumidificatore quanto tenerlo acceso?“. Questa è un’ottima domanda. Sono in molti a chiederselo, sia se hanno un deumidificatore da anni o hanno appena iniziato a usarne uno.

La migliore risposta sarebbe quella di far funzionare il deumidificatore 24 ore al giorno. Tuttavia, ciò potrebbe costare un bel po’ di soldi e più di quanto tu debba davvero spendere. A questo proposito, spiegheremo anche quanto consuma un deumidificatore.

L’idea è di far passare tutta l’aria attraverso l’unità il più possibile. Questo si chiama tasso di estrazione ed è piuttosto difficile da determinare. Un’unità di dimensioni medie, se funzionava correttamente, dovrebbe estrarre l’umidità da circa il 50 al 55% di umidità relativa.

Con questo presupposto, puoi far funzionare il deumidificatore in sicurezza per circa 12 ore al giorno. Questo dovrebbe (di nuovo, a seconda della tua unità) far passare tutta l’aria umida nella tua stanza attraverso il sistema almeno una volta. Di solito consigliamo alle persone di far funzionare il loro deumidificatore per 10-12 ore al giorno e, naturalmente, non c’è nemmeno da chiedersi se il deumidificatore fa male. No, non fa male!

Quanto consuma un deumidificatore?

Se sei preoccupato di spendere troppo in bolletta dell’elettricità, puoi provare a chiamare la tua compagnia energetica e chiedere gli “orari migliori in cui accendere il tuo deumidificatore”. Di solito, le ore migliori per far funzionare la tua unità, ciò che ti farà risparmiare più denaro, sono tra le 10 di sera e le 7 del mattino, questo è un periodo in cui meno persone consumano energia, il che abbassa le tariffe.

Tuttavia, se stai “asciugando” la tua stanza e devi far funzionare la tua unità, dubito che svolgerai questa attività nel cuore della notte. Quindi va bene se fai funzionare il deumidificatore durante le normali ore un paio di giorni e tutto il tempo necessario.

Potresti anche dividere questi tempi di “seccatura dell’aria”. Ad esempio, potresti farlo funzionare per sei ore durante il giorno e sei ore durante la notte. Va benissimo farlo, tuttavia, sarebbe meglio a questo punto acquistarne uno con timer per aiutarti a regolarlo.

Quindi, per ricapitolare, avvia la tua unità di deumidificazione per almeno 12 ore al giorno. Questa è una buona regola empirica. Ancora una volta, va bene se non ti attieni a questo programma ogni giorno, ma tieni presente che più la tua famiglia gestisce meglio il deumidificatore più fresca e pulita sarà l’aria tutto l’anno.