Quando acquistiamo un ferro da stiro nuovo, ci preoccupiamo di considerare diversi fattori. A partire dal prezzo, dalla potenza, dal consumo energetico, per passare al peso, all’impugnatura ergonomica dell’elettrodomestico, che dovremo utilizzare a lungo. In genere al momento dell’acquisto non ci preoccupiamo di come pulire il ferro da stiro, una problematica che però emerge inevitabilmente dopo averlo utilizzato per un po’ di tempo.
La questione della pulizia è fondamentale in un oggetto come il ferro da stiro. Chiaramente non stiamo parlando semplicemente di pulire l’oggetto in quanto tale, rimuovendo ad esempio sporco e polvere dalla sua superficie, ma di tenere linda e pulita la piastra, che andrà a contatto diretto con i nostri capi d’abbigliamento. Una piastra bruciata o sporca di calcare rischia di compromettere la capacità di stiratura del nostro ferro, e nel peggiore dei casi anche di rovinare in modo permanente i nostri capi.
In questo articolo cerchiamo di capire come pulire la piastra del ferro da stiro, e far sì che il nostro elettrodomestico duri a lungo e continui a fare il suo dovere il più a lungo possibile.

Come rimuovere il calcare da un ferro?

È importante comprendere che se ci occupiamo della manutenzione del nostro ferro da stiro periodicamente possiamo evitare di incorrere nella formazione di calcare. È buona norma pulire il ferro da stiro periodicamente, magari ogni quindici giorni, in modo da evitare la formazione di grossi depositi di calcare. Il calcare rappresenta uno dei peggiori nemici per il nostro ferro, sempre in agguato. Per evitarne la formazione, sarebbe ideale utilizzare per il nostro ferro soltanto acqua distillata.

I ferri da stiro a vapore, con caldaia o senza, infatti funzionano con l’introduzione di acqua all’interno del serbatoio. Questo può essere interno o esterno, ma il risultato non cambia: a lungo andare l’acqua provocherà la formazione di calcare. Il calcare all’interno del nostro ferro può ostruire i fori di fuoriuscita del vapore, e compromettere la capacità di stiratura. La piastra con calcare perderà la sua levigatezza, il ferro non scorrerà più senza intoppi sui capi da stirare e inoltre il calcare lascerà sui vestiti macchie difficili da rimuovere. Cerchiamo di capire come togliere il calcare dal ferro da stiro, utilizzando metodi naturali e non nocivi.

In commercio vi sono una serie di prodotti anticalcare da introdurre all’interno del ferro da stiro, per eliminare i depositi di calcare. Ma se preferiamo l’utilizzo di prodotti naturali, vi sono diverse alternative. E tutte si basano su prodotti già presenti nelle nostre case.

Scopriamo come togliere il calcare dal ferro da stiro utilizzando l’aceto. Basta preparare una miscela fatta per metà di aceto bianco e per metà di acqua distillata. Bisogna versare il preparato all’interno del serbatoio, e lasciarlo agire per circa 30 minuti. Quando il tempo di posa è trascorso, bisognerà accendere il ferro e far uscire acqua e aceto attraverso il getto di vapore. In questo modo saranno espulsi tutti i depositi di calcare. Possiamo facilitare la pulizia dei fori di uscita del vapore anche con l’aiuto di cotton fioc imbevuti nella soluzione con l’aceto. Provare il ferro su un tessuto vecchio, prima di provarlo sui capi d’abbigliamento.

Pulire la piastra del ferro da stiro

Con il metodo precedentemente descritto possiamo essere sicuri di eliminare il calcare che si forma all’interno del serbatoio e del ferro da stiro. Capiamo ora come pulire la piastra del ferro da stiro. Anche in questo caso si possono usare rimedi naturali. Basta creare una miscela cremosa con 2 cucchiai di bicarbonato e 4 cucchiai d’acqua. Quando la piastra è fredda bisogna cospargerla con il composto, e passarvi un panno morbido, insistendo nelle zone più sporche. Quindi si dovrà risciacquare. Dopodiché bisogna ripassare la piastra con uno straccio imbevuto di acqua e limone. Anche in questo caso, prima di stirare i propri capi sarà bene scaldare il ferro e provarlo su un tessuto vecchio.

Come pulire il ferro bruciato?

Se il nostro ferro da stiro non è nuovo, è probabile che la piastra abbia assunto un colore scuro, come di bruciato. Può anche capitare che in alcuni punti vi siano residui di tessuti sintetici. È possibile pulire la piastra del ferro da stiro bruciata, e anche in questo caso possiamo farlo con ingredienti naturali. Uno di questi è il sale grosso. Copriamo un foglio di un quotidiano con uno strato di sale. Quindi bisogna riscaldare il ferro da stiro e passarlo ripetutamente sullo strato di sale. Dopo aver ripetuto questa azione diverse volte, ripuliamo i residui con un panno pulito.

Per pulire il ferro da stiro bruciato può essere utile anche un altro prodotto che è sempre presente in casa. Si tratta del dentifricio. Questa operazione va fatta rigorosamente a ferro freddo. Bisognerà cospargere il dentifricio sulla piastra e poi sfregare con un panno. Quindi andrà acceso il ferro, attivato il vapore per diversi minuti, almeno 5, e spegnerlo. Una volta che il ferro è di nuovo tiepido, si potrà pulire con un panno per rimuovere i resti di sporco e dentifricio.

Come pulire la piastra del ferro da stiro in ceramica

Molti ferri da stiro non hanno la piastra in acciaio, ma in ceramica. Sebbene molto performante nella stiratura, la ceramica è un materiale che può aver bisogno di qualche attenzione in più per quanto riguarda la pulizia. Sarà importante utilizzare materiali non abrasivi. Come pulire la piastra del ferro da stiro in ceramica senza rovinarla? Anche in questo caso possiamo farlo con prodotti naturali che abbiamo già in casa. È importante capire che se effettuiamo le operazioni di pulizia periodicamente, la nostra piastra apparirà sempre al meglio e non richiederà grandi manovre.

Possiamo ad esempio passare sulla piastra in ceramica una soluzione fatta con acqua, sale da cucina, a cui aggiungeremo un po’ di aceto bianco riscaldato. Passiamo la spugnetta imbevuta sulla piastra fredda, strofinando dove vi è la necessità.

In alternativa anche un composto con acqua, bicarbonato e succo di limone aiuterà a tenere la piastra sempre pulita, lucida e libera dal calcare.