Quando arriva la stagione invernale è il momento di pensare a come dormire meglio, quindi come riposare al caldo contro il freddo pungente. Allora si può pensare di accendere il riscaldamento in casa ma questo secca molto di più l’aria in casa e non per forza si dorme bene in camera da letto. Allora è bene comprare uno scaldasonno che è un prodotto ideale che serve, soprattutto, a risparmiare su quella che è la bolletta mensile. Questa coperta va messa tra lenzuolo e materasso ed è una sorta di coperta imbottita che poi si collega alla corrente elettrica e che funziona, una volta, accesa mantenendo il calore in tutto il letto dopo averci messo qualche minuto per riscaldarsi.

Più che altro, invece di capire solo come funziona, molto probabilmente qualcuno si chiederà come lavare lo scaldasonno.

Infatti visto che è un prodotto che si usa tutte le notti in tutto il periodo invernale può essere che si impolveri o che diventi umido o che ci siano dei cattivi odori. Visto che però non tutti hanno già acquistato un prodotto elettrico del genere può essere che non sappiamo come lavarlo visto che è un prodotto che si attacca alla corrente.

Ci sono vari passaggi che vanno fatti e sono tutti passaggi molto importanti per non inficiare l’utilizzo di questo tipo di oggetto: innanzitutto va staccata la spina, quella che è attaccata alla coperta. Si dovrà premere, di solito, due levette e staccare la presa. Poi bisogna capire come lavarlo leggendo le istruzioni. Infatti gli scaldasonno si lavano a mano o in lavatrice a 40 gradi con il programma quello che si usa per i capi delicati. Se si può fare si può anche fare una centrifuga delicata ma ricordatevi di non usare candeggina e di non lavare la coperta a secco. Alcuni poi di questi capi si possono asciugare in asciugatrice ma senza esagerare con il calore, altri invece è meglio che vengano asciugati all’aria aperta e che non vengano appesi con le mollette per i panni che possono danneggiare tutti i circuiti che sono all’interno. Ovviamente può essere che dopo essere stato lavato si restringa un po’, quindi è bene stenderlo al meglio per recuperare centimetri. Mi raccomando, poi, e questo è fondamentale che ci si assicuri che la coperta sia completamente asciutta prima di accenderla di nuovo. Questa è, infatti, la prima causa di incidenti domestici con la coperta o lo scaldasonno in casa e non è assolutamente un fattore da sottovalutare. Non sono le coperte ad essere pericolose in sé, soprattutto se certificate. Sono i nostri comportamenti a rendere pericolose le coperte quando non sappiamo come usarle, questo è un fattore, di nuovo, che non possiamo non tenere in conto e non possiamo dare la colpa ai prodotti quando poi siamo noi che non sappiamo usarli. Allora leggiamo, studiamo, informiamoci, diamoci del tempo per imparare a usare quello che ci serve senza andare a casaccio ma leggendo come si fa e fugando, prima, ogni nostro dubbio.

 

Ulteriori letture