Migliori casseruole 2020

Sebbene gli scaffali dei negozi pullulino di accessori per la cucina, dobbiamo essere onesti e ammettere che la maggior parte di questi non sono essenziali. C’è un solo oggetto che è davvero indispensabile in ogni casa, indipendentemente dalle vostre abilità culinarie. Si tratta della casseruola; ovvero un tipo di pentola costruita solitamente in metallo e con uno o due manici. Sarete sorpresi della differenza che fa uno strumento del genere nella preparazione dei pasti, purché venga scelto con cura.

Se la vostra casseruola è deformata, macchiata, o se il rivestimento antiaderente non funziona più come dovrebbe, è tempo di cambiare. Dalla base al coperchio e dal manico alle maniglie, questa guida include tutto ciò che dovete sapere. Vi invitiamo a leggere anche la guida all’acquisto in fondo all’articolo, per scoprire quali casseruole sono maggiormente isolanti, quali sono le più facili da pulire o hanno il design più ergonomico. Abbiamo anche recensito cinque tra i nostri modelli preferiti, con opzioni per ogni budget e stile culinario.

1. Scanpan CTX 1,8 l – La migliore nei test

Questa casseruola antiaderente è stata premiata nei test grazie alla sua versatilità, alla facilità di manutenzione e per quanto riguarda l’innovazione. La CTX può essere utilizzata su ogni tipologia di fornello, incluse le piastre a induzione. È anche sicura in forno, fino a 260° C.

La CTX ha un design unico, composto da cinque strati. La base è in acciaio inossidabile 18/10 magnetico, aspetto che rende la CTX adatta per piani cottura a induzione. Vi sono tre strati in alluminio che assicurano un rapido riscaldamento e una distribuzione efficiente del calore. Questi tre strati sono coperti da un ulteriore strato di acciaio inossidabile. Infine, la superficie è rivestita con un materiale privo di PFOA e antiaderente, che la Scanpan ha denominato Stratanium. Si tratta di un materiale che combina ceramica, titanio e PFTE ed è molto più resistente dei rivestimenti antiaderenti tradizionali. Oltretutto, non rilascia sostanze nocive nei cibi a contatto col calore. Nei test, la CTX fa un ottimo lavoro anche per dorare e scottare i cibi, laddove altre pentole non si comportano altrettanto bene.

Il coperchio è realizzato combinando acciaio inossidabile e vetro temperato. Il primo materiale assicura un’aderenza ottimale e sigilla perfettamente il coperchio e la pentola, mentre il secondo permette di controllare la cottura dei cibi. Vi sono anche due piccole ventole per far fuoriuscire il vapore in eccesso. Le ampie maniglie rivettate sono molto sicure e confortevoli; e sia il coperchio che le maniglie resistono molto bene al calore. A meno che non cuciniate per ore ed ore, non avrete bisogno delle presine. Il bordo arrotondato vi permette anche di versare il contenuto senza fare danni.

Nei test, la casseruola CTX spicca per la distribuzione uniforme del calore e per la rapidità di riscaldamento; tutti aspetti che aiutano a preparare piatti gustosi e perfetti. Non c’è bisogno di alzare la temperatura del fornello al massimo, dato che i tre strati di alluminio funzionano benissimo nel lasciar passare il calore. Il feedback generale riguardo alla facilità di pulizia è altrettanto positivo: il rivestimento antiaderente funziona talmente bene che bastano pochi secondi per rimuovere ogni residuo. Le pareti sono leggermente rotonde per migliorare l’operazione e nulla si attacca al fondo. Nonostante la Scanpan sostenga che questa casseruola sia a prova di lavastoviglie, diversi esperti ritengono che il lavaggio a mano e l’uso di utensili in silicone o in legno ne prolungheranno la vita.

Il design di questa casseruola è accattivante grazie al rivestimento esterno satinato e al logo Scanpan incastonato su entrambe le maniglie. Il prodotto è realizzato a mano in Danimarca e ha una garanzia limitata. Chi ama l’ambiente apprezzerà che la Scanpan utilizza soltanto alluminio riciclato: questa scelta non compromette la qualità e permette di risparmiare sui rifiuti prodotti.

Per quanto riguarda gli svantaggi, diversi utenti sostengono che dopo qualche anno di utilizzo il rivestimento antiaderente si danneggia; sfortunatamente, questo succede con quasi tutte le superfici. Gli esperti concordano che una manutenzione e una pulizia delicate permettono alla CTX di preparare pasti favolosi per cinque anni. Questo lasso di tempo è di gran lunga maggiore della durata standard del teflon, ma il prezzo è altrettanto alto. Alcuni utenti hanno anche notato che la parte centrale del coperchio in vetro è troppo piccola per controllare il cibo in modo efficiente. A parte questi aspetti, non c’è altro di cui lamentarsi. La CTX è una pentola resistente e conveniente grazie alla sua versatilità, oltre ad essere semplice da pulire. Sebbene la superficie in Stratanium non sia eterna, è sicuramente una novità nel mondo degli accessori per la cucina e vi regalerà una piacevole esperienza.

PRO

  • Rivestimento antiaderente durevole
  • Riscaldamento rapido e ottima tenuta del calore
  • Pulizia semplice
  • Maniglie ergonomiche a prova di scottature
  • Design innovativo

CONTRO

  • Costosa
  • Il rivestimento antiaderente non dura per sempre

Specifiche tecniche

  • Materiale: Acciaio inossidabile 18/10
  • Capacità: 1,8 l
  • Diametro: 16 cm
  • Peso: 1,31 kg
  • Rivestimento antiaderente: Sì
  • Coperchio: Sì (Acciaio inossidabile e vetro temperato)
  • Maniglie isolate termicamente: Sì
  • Sicura in forno: Sì
  • Sicura in lavastoviglie: Sì (lavaggio a mano consigliato)
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

2. iitala Tools 2 l – La casseruola col miglior design

La casseruola iitala Tools è così bella da vedere che potrete toglierla dal fuoco e portarla direttamente in tavola. È stata creata dal designer contemporaneo Björn Dahlström, in collaborazione con chef professionisti. Ad un esame più attento, non possiamo che concludere che il risultato è sia bello che funzionale.

La casseruola è composta da tre strati: quello più interno ed esterno sono entrambi realizzati in acciaio inossidabile 18/10, mentre quello al centro è in alluminio, per assicurare una distribuzione ottimale del calore. Gli utenti sono concordi sul fatto che i cibi cuociono velocemente ed in modo uniforme, senza bruciacchiarsi. Una scala graduata è stata inserita all’interno della pentola per maggiore comodità, e l’ampio coperchio è a prova di fuoriuscite. Il materiale di iitala Tools è utilizzabile su ogni tipo di fornello, così come in forno. La casseruola può anche essere lavata in lavastoviglie.

Le maniglie sono cave e non si surriscaldano durante la cottura. Il loro design consente di pulirle facilmente e la forma larga offre una presa migliore. Anche il coperchio è realizzato in acciaio inossidabile e resiste bene in forno ad alte temperature; inoltre, sigilla bene la pentola ed ha un piccolo foro che permette al vapore di fuoriuscire.

Il principale svantaggio di questa casseruola è il prezzo. Questo è un aspetto da non sottovalutare, specialmente se avete intenzione di acquistare altri accessori da cucina della stessa linea. Ad ogni modo, la qualità corrisponde al costo: molti utenti sostengono che, anche dopo anni di utilizzo regolare, la casseruola iitala mantiene il suo bell’aspetto inalterato e, soprattutto, cucina pasti eccellenti.

PRO

  • Riscaldamento rapido ed eccellente isolamento termico
  • Esterni solidi e resistenti in acciaio inossidabile
  • Le maniglie non si surriscaldano
  • Design professionale

CONTRO

  • Costosa

Specifiche tecniche

  • Materiale: Acciaio inossidabile 18/10
  • Capacità: 2,0 l
  • Diametro: 18 cm
  • Peso: 2,39 kg
  • Rivestimento antiaderente: No
  • Coperchio: Sì (Acciaio inossidabile)
  • Maniglie isolate termicamente: Sì
  • Sicura in forno: Sì
  • Sicura in lavastoviglie: Sì
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

3. GreenPan Cambridge 1.6 l – Il miglior rapporto qualità/prezzo

La GreenPan Cambridge è una casseruola economica realizzata in alluminio e presenta lo stesso rivestimento antiaderente in ceramica Thermolon dei modelli più costosi di questo produttore. Diversi utenti segnalano che questa pentola leggera è facile da sollevare e spostare senza affaticare i polsi. Il rivestimento GreenPan è completamente privo di PFOA, piombo e cadmio, mentre la base contiene acciaio; quindi, potrete usarla anche su piastre ad induzione.

Il rivestimento antiaderente è realizzato principalmente in silicio (lo stesso elemento che si trova nella sabbia) e rinforzato con particelle di diamante, per una maggiore durata. La superficie è straordinariamente liscia e lucida e conferisce a questa casseruola un aspetto elegante. Nei test, nessun cibo è rimasto appiccicato, incluse preparazioni particolari come il caramello. Gli utenti segnalano che le pietanze sembrano scivolare sulla sua superficie anche con un uso minimo di olio. Durante la cottura del trito si forma una leggera patina, ma è comunque facile da pulire con una spugna.

Questa pentola non ha il beccuccio, ma il bordo è leggermente arrotondato per facilitare il versamento. La superficie inferiore è ruvida, il che la rende più stabile e le impedisce di scivolare dai fornelli. La grande impugnatura in plastica rimane completamente fredda durante la cottura ed è comoda da maneggiare. È avvitata e non rivettata; ciò significa che la superficie interna della casseruola rimane liscia, senza sporgenze o punti critici dove potrebbe attaccarsi il cibo. Se la maniglia si allenta, è anche facile stringerla con un cacciavite.

Un aspetto che abbiamo trovato deludente è che il coperchio non è incluso. Inoltre, anche se GreenPan Cambridge è compatibile con tutti i tipi di fornelli, l’uso in forno è limitato ad un massimo di 180° C, e molte ricette richiedono temperature più elevate. Nonostante il produttore affermi che la superficie è in metallo resistente agli utensili più aggressivi, è una cattiva idea usarli, soprattutto se avete a cuore la longevità delle vostre pentole. Lo stesso discorso vale per la lavastoviglie. Diversi utenti hanno notato che il rivestimento antiaderente perde le sue proprietà nel tempo, anche con una manutenzione delicata. Tuttavia, considerato il prezzo, questa casseruola è facile da usare e cucina ottimi pasti. Il rivestimento antiaderente ha una garanzia di cinque anni, rendendo GreenPan una casseruola dall’eccellente rapporto qualità-prezzo.

PRO

  • Economica
  • Leggera
  • Si riscalda rapidamente
  • Maniglia altamente resistente al calore
  • Rivestimento in ceramica antiaderente

CONTRO

  • Coperchio non incluso
  • Massimo 180° in forno
  • Il rivestimento antiaderente tende a rovinarsi negli anni

Specifiche tecniche

  • Materiale: Alluminio
  • Capacità: 1,6 l
  • Diametro: 16 cm
  • Peso: 0,57 kg
  • Rivestimento antiaderente: Sì
  • Coperchio: No
  • Maniglie isolate termicamente: Sì
  • Sicura in forno: Sì
  • Sicura in lavastoviglie: Sì (lavaggio a mano consigliato)
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

4. WMF Mini 0.9 l – L’ideale per famiglie poco numerose

Se cucinate per 1-2 persone e avete uno spazio limitato, questa casseruola in acciaio inossidabile compatta ed economica è quella che fa per voi. Con un diametro di soli 14 cm è facile da riporre, ma contiene abbastanza cibo per pasti leggeri.

La Mini è realizzata in acciaio inossidabile. La WMF usa una sua varietà brevettata di acciaio inossidabile, il Cromargan®. Tuttavia, dopo approfondite ricerche, non abbiamo trovato prove convincenti circa il fatto che questo sia migliore dell’acciaio inossidabile 18/10. Ad ogni modo, non si può sbagliare con l’acciaio 18/10: è robusto, resiste alla ruggine, non compromette il sapore delle pietanze ed è lavabile in lavastoviglie.

La base di questa casseruola è realizzata con tecnologia TransTherm®; infatti, il fondo è composto da uno strato di alluminio racchiuso in una capsula di acciaio cromato. Il risultato è un riscaldamento rapido e uniforme senza punti morti. Se qualcosa viene bruciato, la maggior parte degli utenti concorda sul fatto che la pulizia è abbastanza semplice. Tuttavia, alcuni acquirenti hanno anche segnalato che il fondo è soggetto a scolorimento e macchie. La WMF sconsiglia l’uso di utensili d’acciaio o abrasivi per proteggere lo strato inferiore.

Il manico è saldato e vuoto e non si riscalda durante la cottura. È anche leggermente più corto rispetto alla maggior parte delle altre casseruole: questo aiuta a risparmiare ancora più spazio. La casseruola può essere utilizzata su tutti i tipi di piani cottura e in forno. Probabilmente, lo svantaggio più significativo è che le pentole WMF Mini non hanno il coperchio incluso. Se avete bisogno di un coperchio per cucinare o conservare il cibo, dovrete acquistarlo separatamente. In conclusione, WMF Mini è una casseruola affidabile e compatta che offre un ottimo rapporto qualità-prezzo.

PRO

  • Economica
  • Compatta
  • Riscaldamento uniforme
  • Manico a prova di calore

CONTRO

  • Coperchio non incluso
  • Il fondo della pentola tende a macchiarsi

Specifiche tecniche

  • Materiale: Acciaio inossidabile 18/10
  • Capacità: 0,9 l
  • Diametro: 14 cm
  • Peso: 0,57 kg
  • Rivestimento antiaderente: No
  • Coperchio: No
  • Maniglie isolate termicamente: Sì
  • Sicura in forno: Sì
  • Sicura in lavastoviglie: Sì
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

5. Tefal Extra Brownie 3,0 l – La più leggera

Se siete in cerca di una casseruola che non vi affatichi il polso, la Tefal Extra Brownie è la scelta ideale. Contiene fino a 3 litri di cibo e pesa meno di 0,5 kg, il che la rende perfetta per famiglie numerose. E oltre che leggera, è anche economica.

La casseruola è realizzata in alluminio forgiato riciclato al 100%: un materiale che si riscalda rapidamente ed in modo uniforme. Uno strato antiaderente ricopre sia l’interno che l’esterno della pentola. Il cibo cuoce rapidamente e scivola sulla superficie senza attaccarsi. Il rivestimento interno di questa pentola ha una tonalità antracite mentre l’esterno è color cioccolato. La casseruola Tefal è molto graziosa, e non solo il nome, ma anche l’aspetto richiama deliziose associazioni con i brownie.

Il bordo è ampio e arrotondato, pensato per non fare danni durante il versamento. L’impugnatura in plastica con poggiapolsi rimane fresca al tatto ed è molto ergonomica. Sfortunatamente, il materiale limita l’uso in forno a soli 175° C. Il rivestimento antiaderente è privo di PFOA e metalli pesanti; tuttavia, contiene PFTE. Diversi utenti segnalano che la superficie si graffia abbastanza facilmente e dopo un po’ il cibo inizia ad attaccarsi. In ogni caso, nessuna pentola antiaderente dura per sempre. C’è una garanzia di 2 anni, quindi è ragionevole aspettarsi una vita abbastanza lunga.

In base alle recensioni degli utenti, la Tefal Brownie non funziona sulle piastre ad induzione; ma lo svantaggio più grande è sicuramente la mancanza del coperchio, che sarebbe certamente utile per una casseruola così grande. Ad ogni modo, considerato il prezzo economico, potrete tranquillamente acquistarlo a parte.

PRO

  • Molto economica
  • Estremamente leggera
  • Si riscalda rapidamente
  • Ampio manico isolato termicamente
  • Rivestimento antiaderente

CONTRO

  • Coperchio non incluso
  • Uso in forno fino a 175° C
  • Non funziona su piastre a induzione
  • Il rivestimento antiaderente si rovina col tempo

Specifiche tecniche

  • Materiale: Alluminio
  • Capacità: 3,0 l
  • Diametro: 20 cm
  • Peso: 0,48 kg
  • Rivestimento antiaderente: Sì
  • Coperchio: No
  • Maniglie isolate termicamente: Sì
  • Sicura in forno: Sì
  • Sicura in lavastoviglie: Sì (lavaggio a mano consigliato)
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

Guida all’acquisto

Una casseruola è una pentola caratterizzata da bordi alti e un’area relativamente piccola, perfetta per distribuire uniformemente il calore durante la cottura di liquidi o salse. Alcuni chef sostengono che sia un pezzo essenziale in qualsiasi cucina, adatto per tutte le preparazioni, dalle patate bollite alla zuppa, da prelibatezze come le capesante al caramello. I tre aspetti fondamentali che vanno presi in considerazione quando si sceglie una casseruola sono le dimensioni, il design e il materiale. In questa guida all’acquisto, vedremo come valutarli e acquistare la casseruola perfetta per il vostro stile di cottura.

Trovare la misura perfetta

Alcune guide consigliano di acquistare un set di pentole da due, tre o più pezzi, ma la verità è che, a meno che non siate appassionati di cucina, potrebbe non essere la soluzione ideale. Se cucinate occasionalmente, o se siete alle prime armi, una casseruola di piccole o medie dimensioni è tutto ciò che vi serve. In fondo si fa sempre in tempo ad aggiungere pezzi al vostro arsenale culinario. L’importante è fare un buon investimento: una pentola di qualità significa pasti di qualità (e più spazio disponibile) rispetto ad un set più grande di pezzi economici.

Le casseruole possono essere divise in tre gruppi a seconda delle loro dimensioni. Le casseruole piccole hanno una capacità inferiore a 2 litri; sono perfette per cucinare un pasto per una o due persone o per compiti semplici, come bollire le uova o scaldare gli avanzi della zuppa. Sono anche utili per piccole preparazioni, come ad esempio la salsa al caramello. Inoltre, sono leggere e non occuperanno molto spazio nella vostra cucina.

Le casseruole medie contengono circa 2-3 litri, che sono sufficienti per 2-4 persone. Sono strumenti versatili e si adattano bene ad ogni preparazione, dal riso alle verdure, dalle salse al sugo di pomodoro.

Sopra i 3 litri, parliamo di casseruole grandi. Queste sono convenienti per famiglie numerose o per chi ha spesso ospiti. Potete utilizzarle per preparare il risotto o una zuppa per tutti i commensali, oppure per salse da servire in porzioni generose, come ad esempio il ragù alla bolognese.

Infine, potreste aver sentito parlare del saucier, un accessorio abbastanza simile alla casseruola; tuttavia, questo ha i lati svasati e leggermente più bassi, e un’area di cottura più ampia. In genere, i saucier hanno una capacità di 2,5 litri o superiore. Sono anche più costosi. Sono adatti per preparazioni più avanzate che richiedono di essere seguite con più cura o per cibi che vanno girati spesso, dato che nessun ingrediente può nascondersi negli angoli. Di solito, la casseruola tradizionale è più stabile e ha i bordi più alti, che funzionano meglio per riscaldare o portare ad ebollizione grandi quantità di ingredienti liquidi. Se siete indecisi tra i due, oggigiorno molti produttori realizzano graziosi ibridi che uniscono il meglio di entrambi.

Cucinare con stile

L’aspetto di una casseruola non è un fattore importante per alcuni utenti; tuttavia, un design ben progettato garantisce sicuramente un’esperienza migliore in cucina. Abbiamo già detto che una casseruola con le pareti leggermente arrotondate è una scelta migliore quando si tratta di girare i cibi. Un altro aspetto da considerare è la presenza di bordi larghi che permettono di versare il contenuto senza fare danni. Alcune casseruole hanno un beccuccio, ma questo è scomodo per i mancini e può far fuoriuscire il calore durante la cottura.

Per quanto riguarda i coperchi, solitamente la scelta da fare è tra il metallo o il vetro temperato. Ciascuno ha i suoi pro e contro. Il vetro temperato è più conveniente per controllare il cibo durante la cottura, ma non sigilla bene la pentola tanto quanto il metallo; inoltre, può limitare l’uso in forno (se optate per il vetro, controllate qual è la temperatura massima che può sopportare). In ogni caso, se nella pentola si forma troppo vapore dovrete comunque alzare il coperchio per vedere cosa sta succedendo.

I coperchi metallici si adattano perfettamente ai bordi e possono essere utilizzati ad alte temperature, ma sfortunatamente non sarete in grado di spiare la cottura del cibo. Alcuni produttori utilizzano entrambi i materiali insieme, creando coperchi aderenti con il bordo in metallo e la parte centrale in vetro trasparente. Indipendentemente dal tipo di coperchio che preferite, è fondamentale che questo preservi l’umidità e faccia fuoriuscire solo un po’ di vapore.

Non tutte le pentole hanno il coperchio incluso. Se è questo il vostro caso, verificate che sia facile acquistarne uno separatamente: può sempre tornare utile.

Per quanto riguarda il manico, questo dovrebbe essere facile da impugnare e offrire una presa salda, prima di tutto. Manici più grandi e più larghi solitamente offrono più sicurezza. Se cercate una casseruola con una capacità superiore a 3 litri, una maniglia di supporto sul lato opposto al manico può tornare utile. Ricordate: più grande è la pentola, più pesante diventerà quando sarà piena.

In secondo luogo, i manici dovrebbero sempre essere resistenti al calore. Ciò che intendiamo è che non dovrebbero diventare estremamente caldi rapidamente. In caso di preparazioni lunghe, tutte le maniglie tendono a surriscaldarsi; tuttavia, alcune sono più sicure di altre e potrete toccarle senza scottarvi. Le maniglie in legno e plastica offrono il miglior isolamento termico, ma il loro uso in forno è limitato. Per questo motivo, molti produttori utilizzano manici cavi realizzati in acciaio inossidabile. Poiché l’area a diretto contatto con la pentola è relativamente piccola e il calore viene distribuito uniformemente, questi rimangono sicuri al tatto durante le normali attività di cottura.

Un altro aspetto da considerare è il sistema con cui il manico è attaccato alla pentola. Il modo più semplice è attraverso l’uso di viti: questo è il metodo di fissaggio delle pentole più economico, sebbene anche produttori noti lo utilizzino. Lo svantaggio è che le viti tendono ad arrugginire e attirano lo sporco. La buona notizia è che possono essere strette facilmente se si allentano, o anche sostituite, senza dover buttare la casseruola.

I rivetti sono tra i collegamenti più comuni utilizzati negli utensili da cucina. Si tratta di piccoli pezzi di metallo inseriti tra il recipiente di cottura e il suo manico. Ogni rivetto viene deformato per tenere insieme in sicurezza i due pezzi. Questo metodo è considerato molto sicuro: anche le maniglie rivettate di bassa qualità si allenteranno gradualmente, così potrete sostituirle prima che diventino pericolose da usare. L’aspetto negativo dei rivetti è che sporgono all’interno della casseruola, creando spazi difficili da pulire e dove tendono ad accumularsi sporcizia e batteri. Sebbene non sia impossibile mantenere puliti gli utensili da cucina rivettati, dovrete fare uno sforzo in più.

Infine, le maniglie possono essere fissate dall’esterno con una saldatura. Non tutti i materiali possono essere saldati: di solito, tale metodo viene utilizzato sulle pentole in acciaio inossidabile. Il potenziale svantaggio delle maniglie saldate è che, in teoria, possono cedere improvvisamente mentre state trasportando una pentola piena di zuppa calda. Per questo motivo, in tanti sconsigliano del tutto l’uso di manici e maniglie saldate. In verità, questo metodo viene utilizzato anche in costruzioni che devono supportare molto più peso di qualche chilo di zuppa, ad esempio nelle navi o negli aerei. Le maniglie saldate non vi daranno problemi, purché scegliate un produttore affidabile e la casseruola sia in acciaio inossidabile di alta qualità.

Il materiale è importante

Le casseruole possono essere realizzate in materiali diversi e ciascuno di questi ha i suoi pro e contro. Prima di decidere, dovreste sempre valutare i seguenti aspetti:

  • Reattività al calore e conducibilità termica: questi aspetti indicano la velocità con cui le pentole si riscaldano e si raffreddano. Le pentole sensibili al calore sono fondamentali per una cottura più precisa.
  • Isolamento termico: questa qualità indica per quanto tempo il materiale può mantenere la temperatura. Le pentole altamente resistenti al calore sono perfette per le ricette che richiedono una cottura prolungata, o per tenere in caldo gli alimenti che portate in tavola.
  • Manutenzione: ovvero quanto una pentola è semplice da pulire, quanto a lungo dura e se tende a macchiarsi, bruciare o a reagire con certi tipi di alimenti.
  • Costo: alcuni materiali sono più costosi di altri, anche se non sempre un prezzo maggiore corrisponde a maggiori vantaggi.

I materiali più comuni utilizzati nella costruzione di casseruole (da soli o combinati) sono rame, alluminio, acciaio inossidabile, ghisa e titanio. Nei prossimi paragrafi, vedremo nel dettaglio le loro qualità. Daremo anche un rapido sguardo ai diversi tipi di rivestimenti antiaderenti, dal momento che questi possono influire sulle prestazioni della pentola.

Rame

Tra i materiali più utilizzati per gli utensili da cucina, il rame è al primo posto per la sua conduttività termica: si riscalda in modo estremamente rapido ed uniforme e si raffredda non appena viene allontanato dal fuoco. Non c’è da meravigliarsi se gli utensili in rame sono utilizzati da chef professionisti per preparare salse elaborate, carni perfettamente dorate, caramello e altre ricette che richiedono un controllo estremamente preciso della temperatura.

Il primo aspetto negativo del rame è che è altamente reattivo e necessita di uno strato protettivo in stagno o in acciaio inossidabile per poter essere utilizzato in sicurezza. I professionisti preferiscono lo stagno, poiché ha un impatto minimo sulla conduttività termica del rame. Il rovescio della medaglia è che lo stagno si consuma nel tempo e le pentole devono essere nuovamente rivestite da un professionista. Per l’uso domestico, il rivestimento in acciaio inossidabile è più conveniente; riduce leggermente la risposta della pentola al calore, ma è più facile da pulire e dura più a lungo.

Un ulteriore problema del rame è che non può essere utilizzato su piastre ad induzione, né in lavastoviglie. Per mantenere la sua bella lucentezza rossastra, deve anche essere regolarmente lucidato. Infine, è il più costoso tra tutti i materiali per pentole. Nel complesso, le pentole in rame non sono la nostra prima raccomandazione per l’uso domestico, ma se le vostre abilità in cucina sono degne di uno chef Michelin, questa è la strada da percorrere.

Alluminio

L’alluminio è il secondo miglior conduttore di calore dopo il rame ed è anche molto più economico e leggero, il che lo rende uno dei materiali più popolari per gli utensili da cucina. Inoltre, l’alluminio è anche altamente reattivo e può trasferire un sapore metallico ai cibi particolarmente acidi. Per questo motivo, le pentole in alluminio sono solitamente ricoperte con un rivestimento speciale o con uno strato di acciaio inossidabile. Un’altra opzione è l’alluminio anodizzato: questo è più scuro, non reattivo, resistente ai graffi e con proprietà antiaderenti. L’unico svantaggio dell’alluminio anodizzato è che, a causa del suo colore scuro, è difficile seguire il processo di cottura.

Acciaio inossidabile

L’acciaio inossidabile è uno dei materiali più utilizzati negli utensili da cucina. Viene creato aggiungendo cromo e nichel all’acciaio, di modo che quest’ultimo abbia proprietà anticorrosive. Accanto al nome del materiale, vedrete spesso dei numeri, come ad esempio 18/10: il primo numero descrive la percentuale di cromo nella lega e il secondo riguarda la percentuale di nichel. Più alto è il valore, più la vostra pentola resisterà alla ruggine e alle sostanze acide, quindi puntate sempre in alto. Il valore più alto utilizzato negli utensili da cucina è 18/10; tuttavia, anche il 18/8 ha proprietà molto simili.

Gli utensili in acciaio inossidabile sono robusti, non reattivi, lavabili in lavastoviglie e resistenti ai graffi. Funzionano perfettamente sulle piastre ad induzione. Lo svantaggio principale dell’acciaio inossidabile è la sua scarsa conducibilità termica; per questo motivo, raramente viene utilizzato da solo. In genere, gli utensili da cucina in acciaio inossidabile includono anche uno strato di alluminio o rame.

Ghisa

Per quanto amiamo le casseruole in ghisa e i forni olandesi, questo materiale non è la nostra prima scelta per una pentola. È infatti caratterizzato da un’eccellente ritenzione del calore, ma non è molto sensibile ai cambiamenti di temperatura. Pertanto, non funziona bene per le salse o per quelle ricette dove è importante raggiungere una temperatura precisa. Inoltre, la ghisa è pesante, soprattutto se rivestita di smalto. Una buona casseruola dovrebbe essere abbastanza maneggevole anche da piena, e per questo motivo i metalli leggeri funzionano meglio. D’altra parte, se mantenute bene, le pentole in ghisa possono durare per generazioni e sono compatibili con le piastre a induzione.

Titanio

Il titanio è un’innovazione recente in cucina. Si tratta di un metallo estremamente resistente, leggero, non reattivo e dalle proprietà antiaderenti. Sembra perfetto, no? Sfortunatamente, proprio come l’acciaio inossidabile, il titanio è un pessimo conduttore di calore, ed è anche costoso. Per questo motivo, raramente viene utilizzato da solo: spesso i rivestimenti interni o esterni sono costruiti con altri materiali.

Combinazioni di vari materiali

A questo punto avrete capito che le migliori pentole sono fatte con materiali diversi. Nelle vostre ricerche, vi imbatterete spesso in termini come “3 strati”, “5 strati” o “7 strati”. Ogni “strato” è realizzato con un metallo con una specifica funzione. La combinazione più comune è quella a 3 strati, con anima in alluminio o rame inserita tra due strati di acciaio inossidabile. Entrambe le combinazioni funzionano bene, ma la seconda costa molto di più. Esistono combinazioni di più materiali ma, in termini di prestazioni, non cambia molto rispetto al 3 strati. L’unica differenza è il costo e il peso.

Piuttosto, ciò che più conta è se gli utensili da cucina sono completamente rivestiti anche lateralmente o se c’è un disco multistrato solo nella parte inferiore. Le casseruole completamente rivestite si riscaldano in modo più uniforme, senza mostrare bruciature o annerimenti. Questa è senza dubbio la scelta migliore; tuttavia, anche una casseruola a 3 strati ben realizzata e con una base incapsulata garantisce prestazioni decenti, ad un costo considerevolmente inferiore.

Rivestimento antiaderente

Non c’è dubbio sul fatto che le pentole con rivestimento antiaderente siano le più facili da pulire. Al giorno d’oggi, la maggior parte dei marchi produce casseruole prive di PFOA che durano più a lungo che mai. Detto questo, nessuna dura per sempre. Una volta che il rivestimento antiaderente si graffia o viene danneggiato, la pulizia sarà una vera seccatura. Pertanto, avete due possibili scelte: acquistare una pentola antiaderente e godervi la sua facilità di pulizia per alcuni anni – per poi acquistarne un’altra una volta che si sarà rovinata – oppure investire in una pentola con interni in acciaio inossidabile che può durare per tutta la vita, ma richiede più cura e una manutenzione più attenta. Se optate per la prima opzione, sappiate che esistono principalmente due tipi di rivestimenti antiaderenti.

Le superfici in PTFE, o politetrafluoroetilene, sono le più comuni (si tratta del cosiddetto Teflon), e sono relativamente convenienti e robuste. Il rovescio della medaglia è che non dovrebbero venire a contatto con temperature superiori a 260° C. Il motivo è che la casseruola potrebbe danneggiarsi e addirittura rilasciare gas che possono essere letali per gli uccelli e causare sintomi simil-influenzali nell’uomo. Detto questo, a temperature più basse, i rivestimenti in PTFE sono atossici e perfettamente sicuri.

I rivestimenti in ceramica smaltata sono considerati migliori e più rispettosi dell’ambiente, purché siano privi di metalli pesanti, come piombo e cadmio. La cattiva notizia è che le casseruole di questo tipo sono anche più costose. Inoltre, raccomandiamo di scegliere solo marchi affidabili: una pentola in ceramica di scarsa qualità durerà anche meno di una in Teflon.

Qualunque cosa scegliate, non esagerate con la temperatura. Non lasciate mai le pentole vuote sul fornello e mantenete la fiamma media. Indipendentemente da ciò che dice il produttore, non è consigliabile inserire utensili di metallo in lavastoviglie. Se avete poco spazio in cucina e siete costretti ad impilare le vostre pentole e padelle, inserite sempre un tovagliolo di carta o un pezzetto di stoffa per proteggere i rivestimenti antiaderenti.

Conclusioni

Con le informazioni che avete acquisito potete lanciarvi in nuove imprese culinarie con successo. Dal momento che non esiste una pentola perfetta per tutti, abbiamo preso in considerazione diversi stili di cottura, dimensioni e prezzi per selezionare le cinque migliori casseruole. In ogni caso, ciascuna di queste pentole offre un eccellente rapporto tra distribuzione del calore, versatilità, facilità di utilizzo e prezzo. L’unica cosa che vi resta da scegliere è quale deliziosa ricetta preparare per prima.

Clicca per votare questo post!
Totale: 0 Media: 0
Back to top button
Close