Metodi per arricciare i capelli:

Ci sono diversi modi per arricciare i capelli in modi differenti.
Innanzitutto possiamo pensare a come fare i capelli ricci con la piastra.
Infatti anche se di solito si usa la piastra per fare i capelli lisci possiamo imparare come fare onde ai capelli o boccoli preziosi.

Come prima cosa fate in modo di fare uno shampoo che dia volume ai capelli, poi asciugateli già a testa in giù. Dividete, poi, le ciocche larghe circa sui 5 centimetri e prendete la vostra piastra. Con la piastra usata come pinza in diagonale arrotolate i capelli a 180 gradi, prima avanti e poi dietro.

Fatelo su tutta la testa e poi fissate con un getto di aria fredda e un prodotto che serva a fermare la piega come una lacca.

Potete anche provare a fare i capelli ricci con il ferro per le onde ma attenti a non bruciare i capelli, infatti vanno fatte alcune cose prima di usare il ferro. Meglio sarebbe, se siete a casa, di lavare i capelli il giorno prima, poi applicate una mousse per definire il capello e asciugate. Scegliete il diametro che più preferite per il riccio, tra ferro grande o piccolo e avvolgete ogni ciocca a spirale con la punta dei capelli verso il basso.

Siate rapidi perché il ferro si riscalda molto in fretta e non vogliamo di certo che i capelli si brucino.

I bigodini anche sono un metodo un po’ antico per fare i boccoli ma funzionano sempre alla grande. Se dividete i capelli in ciocche e poi arrotolate i bigodini con un certo ordine e ci dormite sopra attaccandoli con una retina traforata il giorno dopo avrete dei boccoli da urlo.
Ricordate che il diametro del bigodino è fondamentale per avere ricci stretti o boccoli molto larghi.

Anche la spazzola è una soluzione se avete un po’ di manualità. Basta dividere in ciocche con la spazzola e poi arrotolare su se stessa la ciocca chiudendola con un beccuccio. Passateci sopra il phon senza scottare le ciocche e asciugate a testa in giù.

Come arricciare i capelli senza calore?

Un metodo molto interessante, e di cui non abbiamo parlato prima, per fare i capelli ricci senza calore è certamente usare delle striscette di carta. In pratica abbiamo certamente a casa della carta igienica e possiamo prendere un pezzetto di carta alla volta con cui chiudere i capelli che abbiamo precedentemente arrotolato.

Ma andiamo con ordine: noi laviamo i capelli, usiamo un asciugamano in microfibra che è molto dannoso per i capelli e limita moltissimo il crespo. Poi asciughiamo solo le radici con un phon bello basso di potenza e dividiamo in capelli in tante ciocche non tanto larghe (meno larghe sono più stretti verranno i ricci). Poi le ciocche le arrotoliamo su se stesse e chiudiamo la ciocca facendo un nodo con la striscetta di carta.

Quando abbiamo finito la testa possiamo usare un diffusore e poi, man mano, togliere le strisce e passare una mano tra le ciocche, a testa in giù, per dare volume e per creare un ondulato meno marcato e più naturale possibile.

Un altro metodo è fare i ricci con le trecce, un metodo molto naturale. Anche in questo caso lavate i capelli prima di andare a letto, togliete l’acqua con l’asciugamano tamponando i capelli e poi applicate una mousse per definire i capelli. Fate una o più trecce sulla testa e asciugate le radici con il phon. Sarebbe meglio fissare le trecce con una retina, come si fa con i bigodini, e poi al mattino togliete la retina e pettinate i capelli che saranno, naturalmente, mossi.

Un foulard o una fascia, poi, se avete i capelli lunghi, saranno perfetti per creare capelli ricci.
Prima di andare a dormire mettete un foulard o una bandana sulla testa. Dividete i capelli in ciocche e arrotolateli intorno alla fascia. Più giri di capelli fate, più saranno ricci.

Anche un calzino può essere uno strumento perfetto. Prendete un calzino in cotone e tagliatene la punta come se fosse un tubo. Spazzolate i capelli e se avete i capelli lunghi puntate a una coda molto alta. Inserite la coda nel calzino e arrotolate il calzino in testa come un grosso chignon. Se tenete questo chignon circa 6 o 7 ore, meglio la notte, avrete poi bei ricci.

Alcuni usano la bottiglia di plastica tagliata ma non è consigliabile, potrebbe spezzare i capelli.

Come arricciare i capelli con una piastra per capelli?

Se abbiamo deciso di arricciare i capelli con una piastra adesso vedremo bene come si fa.
Dopo aver lavato per bene i capelli e averli asciugati ancora meglio possiamo usare la piastra (mi raccomando, usate la piastra solo su capelli completamente asciutti). Non lisciare i capelli quando li asciughi, meglio infatti usare uno shampoo che dà volume e un buon diffusore.

A questo punto prendi la piastra e fai in modo che passi del tempo così si scalda per bene. Nel frattempo dividi i capelli in sezioni e vedi di essere precisa. Dividi usando alcune pinze per capelli, così poi andrai zona per zona. Fai prima le zone inferiori prima pinzando la ciocca e poi girandola più volte per fare l’ondulazione.

Ovviamente bisogna prendere un po’ la mano, non per forza all’inizio si può essere bravissimi. Ripetiamo la manovra, per essere certi di aver compreso: bisogna fare un movimento continuo per girare la ciocca su se stessa e creare il boccolo, con fluidità.

Ci sono un sacco di tecniche differenti per fare i capelli e va detto che ognuno di noi ama un riccio diverso e avrà anche un modo differente di usare la piastra, chi più e chi meno bene.

Ma il risultato, anche se blando, sarà comunque una soddisfazione e sarà bene fissarlo con un bel po’ di lacca, così resisterà più a lungo.

Come arricciare correttamente i capelli con un bigodino?

Se abbiamo deciso di usare i bigodini per arricciare i capelli questo metodo è altrettanto semplice, come abbiamo visto ma è bene ripeterlo. Questo è un metodo antico, risale al 1909 e da allora, anni più anni meno, è sempre stato usato dalle donne per far sì che i capelli prendessero volume e potessero essere più o meno mossi. Ricordiamo che il diametro del bigodino è molto importante e che è giusto pensare prima a come vogliamo i capelli e non incappare poi in sorprese più o meno piacevoli. Se vogliamo i bigodini stretti avremo ricci stretti così il contrario se il bigodino è largo. Sarebbe anche meglio, molto meglio, lasciare i capelli umidi, perché dovranno prendere la forma del bigodino o sotto al casco per parrucchieri o grazie al diffusore che useremo sapientemente e senza mai bruciare i capelli che è la cosa che ci interessa di più. Una volta asciutti basterà togliere i bigodini uno per uno, aprire il riccio e poi decidere se allargare ciò che si è creato con una spazzola o con le mani a testa in giù ma resta un parere personale, ognuno potrà fare come meglio crede.

Come arricciare i capelli con un asciugacapelli?

Se abbiamo deciso di arricciare i capelli con un asciugacapelli dobbiamo partire dall’inizio e pensare già a cosa sia meglio per noi dallo shampoo. Lo shampoo migliore non è uno shampoo pesante, anzi è uno shampoo che dà volume ai capelli. Attenzione sempre a non strizzare i capelli nell’asciugamano ma di tamponare i capelli e poi lasciarli un po’ all’aria, per circa 15 minuti, senza utilizzare nessuna fonte di calore. Non è mai un bene asciugare i capelli quando sono zuppi o troppo bagnati, è sempre bene che siano già un po’ asciutti per non bruciarli o opacizzarli più del dovuto. Il phon, poi, è uno strumento molto bello e delicato, non indugiate mai sulla singola ciocca con forza ma fate in modo che la ciocca venga toccata a più riprese dal phon mentre con la spazzola si va in su o in giù per fare il boccolo.
Insomma più che il phon in sé l’importante è non rovinare i capelli con il troppo calore o la troppa vicinanza della fonte al cuoio capelluto.

Come rendere i capelli ondulati?

Abbiamo visto un sacco di modi per rendere i capelli ondulati e non abbiate timore di provarli tutti perché solo provando potremo poi scegliere quello che più fa al caso nostro. E’ sempre bello sapere come far sì che i nostri capelli non si rovinino e avere, al tempo stesso, un bel riccio vaporoso e un capello sempre setoso e lucente. Che sia phon, calzino, bigodino o piastra non stressate mai troppo i vostri capelli e non usate prodotti troppo aggressivi per giungere al risultato, meglio sempre la giusta misura.

Si possono, però, rendere ondulati grazie a una mistura di sale grosso, bicchiere d’acqua, olio di cocco e gel per capelli. Passate questo composto sui capelli bagnati arricciando ogni ciocca con le dita. Le onde che saranno fissate con il phon resteranno in posa molto più a lungo.